Blocco auto diesel Euro 4, l’Emilia Romagna fa dietrofront

Passo indietro per armonizzarsi alle regioni della pianura padana

L'Emilia Romagna fa marcia indietro e cancella i diesel Euro 4, inizialmente inclusi, dal provvedimento di blocco ai vecchi veicoli a gasolio che sarà attivo fino al 31 marzo del prossimo anno.
Blocco auto diesel Euro 4, l’Emilia Romagna fa dietrofront

Le auto diesel Euro 4 non saranno interessante dal blocco alla circolazione che qualche giorno fa era stato deciso dall’Emilia Romagna, regione che era stata la più severa sulle misure di divieto imposte alle vecchie diesel nella pianura padana.

Evitati disagi a circa 300.000 automobilisti

Correggendo il tiro, l’Emilia Romagna ha fatto dunque un passo indietro, anche per armonizzare un piano antismog eccessivamente articolato e disomogeneo tra le diverse regioni. Dopo un lungo vertice tra la Regione Emilia Romagna e una trentina di sindaci, si è arrivati al dietrofont sullo stop ai diesel Euro 4, misura che avrebbe causato numerosi disagi a circa 300.000 persone, in particolar modo pendolari che avrebbero rischiato di trasgredire le normative da un chilometro all’altro, passando da Comune a Comune con piani differenti.

Per chi vìola il divieto sanzioni fino a 663 euro

Il provvedimento rivisto prevede il blocco delle vecchie auto diesel, fino a Euro 3, fino al 31 marzo 2019, nei Comuni con più di 30.000 abitanti e nell’agglomerato urbano di Bologna. Rispetto a quanto deciso in Lombardia, Piemonte e Veneto, l’Emilia Romagna prevedeva, prima di questo dietrofront, il divieto di circolazione per auto relative recenti. Rimangono in vigore le sanzioni per i trasgressori: per chi viene beccato con un’auto diesel Euro 1, Euro 2 o Euro 3 circolare durante i blocchi è prevista una multa che va da 164 a 663 euro, e fino alla sospensione della patente in caso di reiterazione.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati