BMW M2 CS: potrebbe essere prodotta a marzo del 2020, la futura generazione di M2 nel 2021?

BMW M2 CS: potrebbe essere prodotta a marzo del 2020, la futura generazione di M2 nel 2021?

Si ipotizzano qualità stradali più spiccate

La vociferata versione CS dell'attuale M2, secondo nuove indiscrezioni, potrebbe essere assemblata a marzo del 2020, mentre la prossima generazione di M2 sarebbe programmata per l'anno successivo
BMW M2 CS: potrebbe essere prodotta a marzo del 2020, la futura generazione di M2 nel 2021?

Dopo il recente avvistamento di un particolare esemplare sul tracciato del Nürburgring, si torna a parlare della vociferata BMW M2 CS, forse l’ultimo esemplare legato all’attuale generazione della sportiva bavarese.

Un aspetto più ruggente

Le foto spia riportate pochi giorni fa, dedicate a un particolare esemplare sorpreso sul tracciato del Nürburgring, riguarderebbero proprio la nuova definizione ancora più sportiva della grintosa tedesca. Seppur non del tutto definito, questo modello appare muscoloso e prestante. Un’immagine dipesa dal frontale, piuttosto robusto e caratterizzato dalle voluminose prese d’aria, il cui design rimanda alla M2 ma presenta anche delle abbozzate differenze, se si osserva in particolare la zona centrale e bassa. Il profilo resta filante, aerodinamico. Poi altre ipotesi riguardano anche la zona posteriore dell’auto immortalata. In primis uno spoiler più robusto ed esposto, che caratterizza la cosiddetta coda. Quindi l’area che comprende estrattore e terminali. Il modello fotografato presenta un voluminoso impianto di scarico, composto da quattro generosi terminali tra i quali figura anche un estrattore appena accennato. Un’area leggermente diversa rispetto a una M2, prefigurando forse possibili novità dal punto di vista estetico e tecnico.

Si ipotizza una potenza più marcata rispetto alla M2 Competition

La BMW M2 CS, questa la denominazione indicata assieme ad altre indiscrezioni riportate di recente sul portale BMWBlog, sarebbe caratterizzata da una dotazione più muscolosa. Nel primo periodo varie ipotesi suggerivano una potenza superiore al modello tradizionale, ovvero una spinta attorno ai 400 cavalli rispetto ai 370 originari. Altri rumors, più recenti, hanno poi rafforzato l’ipotesi che il picco di potenza possa essere anche più marcato rispetto alla stessa M2 Competition. Supposto dunque un valore pari o attorno ai 420 cavalli, a cui seguirebbero prestazioni più elevate, dipese dal noto 3.0 litri TwinPower Turbo sei cilindri che sulla versione Competition eroga 410 cavalli e 550 Nm di coppia. L’unità potrebbe essere sempre affiancata a una trasmissione manuale sei rapporti o a un’automatica DCT sette marce.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati