Pneumatici invernali: è il 15 ottobre, via al cambio gomme

Pneumatici invernali: è il 15 ottobre, via al cambio gomme

Tra un mese scatta l'obbligo, altrimenti c'è il rischio multa

E' tempo di montare gli pneumatici invernali: da oggi fino al 14 novembre c'è tempo per effettuare il cambio gomme, poi scatterà l'obbligo ed il rischio sanzioni amministrative, fino a 335 euro.
Pneumatici invernali: è il 15 ottobre, via al cambio gomme

E’ il 15 ottobre ed inizia la stagione degli pneumatici invernali. A partire da oggi, anche se le condizioni meteo sono ancora molto più primaverili, è possibile cambiare le gomme della propria auto, in vista dell’obbligo che scatterà tra un mese, cioè dal 15 novembre. Per quella data, tutti dovranno dotarsi degli pneumatici invernali oppure avere le catene a bordo della propria vettura.

L’obbligo fino al prossimo 15 aprile

La direttiva del Ministero dichiara che, tra il 15 novembre ed il 15 aprile, i veicoli devono “essere muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve e su ghiaccio”, con una deroga di un mese di tempo per provvedere all’installazione (ed anche alla disinstallazione in primavera). Dunque, da oggi al 14 novembre possono essere montate le gomme, senza alcun rischio multa, nel caso si venga fermati senza averle ancora installate.

Questa è la normativa a livello nazionale, poi ci sono alcune estensioni temporali, legati a strade con condizioni climatiche particolari, in particolare in montagna. Ad esempio, la regione Valle d’Aosta, sul proprio territorio, ha un’ordinanza con l’obbligo dal 15 ottobre al 15 aprile e, dunque, in questo caso serve essere già muniti degli pneumatici invernali.

Le gomme ‘all season’

Si stanno diffondendo sempre più, anche per i possessori di veicoli privati, le gomme ‘All Season’ o quattro stagioni. Questi pneumatici si possono utilizzare tutto l’anno, senza la necessità del cambio tra estate ed inverno, ma solamente se hanno la marcatura M+S sul fianco ed un codice di velocità uguale o superiore a quello indicato in carta di circolazione.

Le multe in caso di infrazione

Se un automobilista non rispetta questo obbligo, c’è il rischio di una sanzione amministrativa da 41 a 168 euro nei centri abitati e da 84 a 335 euro se viene sorpreso su strade extraurbane o autostrade. Scatta anche il fermo del veicolo, fino a quando non viene dotato delle catene o degli pneumatici adatti. Nel caso non venga rispettato questo stop, arrivano tre punti in meno sulla patente.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    1 commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Eugenio Toscani ha detto:

      Non è affatto vero che c’è l’obbligo per tutti. Esiste solo se si transita nei tratti stradali o autostradali dove c’è l’obbligo. Se si vive a Roma o a Napoli e l’auto la si usa solo per la città, non è affatto obbligatorio

    Articoli correlati