Suzuki, un settembre da record in Italia e nel mondo

Quota di mercato da primato storico al 2,11%

Suzuki festeggia un primato storico sul mercato italiano dove a settembre per la prima volta ha superato la soglia del 2% di quota del mercato. Consolidata anche la seconda posizione per vendite di auto ibride.
Suzuki, un settembre da record in Italia e nel mondo

Il mese di settembre che si è appena concluso ha fatto registrare dei risultati storici per Suzuki in Italia: per la prima volta la quota di mercato del marchio giapponese ha superato la soglia del 2%. Il dato si attesta al 2,11%, segnando una netta crescita rispetto all’1,76% del settembre 2017.

+1,59% nei primi nove mesi del 2018

Il mercato italiano dell’auto, che a settembre ha registrato un calo di immatricolazioni del 25,37%, premia dunque il marchio Suzuki e le sue scelte strategiche. Positivo è anche il quadro che emerge analizzando i primi nove mesi del 2018. Dall’inizio dell’anno Suzuki ha, infatti, immatricolato 24.109 auto, con una crescita dell’1,59% rispetto alle 23.731 unità del 2017, a sua volta rivelatosi poi un anno record rispetto a quello precedente, con un +37,4% sulla base dei dodici mesi.

Seconda per ibride vendute

Altrettanto buone sono le performance della gamma di vetture dotata di tecnologia Suzuki Hybrid che hanno permesso al marchio nipponico di consolidare il secondo posto per vendite di auto ibride in Italia, con una quota nel segmento dell’8,1%. A settembre per la prima volta le immatricolazioni di auto ibride nel nostro Paese hanno superato il 6% del mercato, premiando Suzuki che presenzia con tre modelli ibridi i segmenti A e B: Ignis, Swift e Baleno.

Primati anche a livello mondiale

Risultati lusinghieri per Suzuki arrivano anche dai dati globali con il bilancio chiuso allo scorso marzo che ha segnato valori record per il fatturato consolidato, pari a 28,9 miliardi di euro, e all’utile operativo, pari a 2,9 miliardi di euro, con l’importante apporto del comparto auto che ha fatto segnare la vendita di circa 3,2 milioni di unità. Inoltre Suzuki può vantarsi di essere la Casa automobilistica con la più alta redditività, con un margine dell’11,8% rilevato nel secondo trimestre del 2018, dato che emerge da un recente studio condotto dalla società di consulenza Ernst & Young sui 16 maggiori costruttori auto al mondo.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati