Gli italiani preferiscono l’auto, ma non si fidano della guida autonoma

C'è attenzione sulla sicurezza, in particolare su freni e pneumatici

Il rapporto Censis-Michelin sulle abitudini degli italiani per la mobilità premia le auto. Il 65,4% dei nostri connazionali utilizza la vettura per spostarsi, con attenzione per la sicurezza e diffidenza su un futuro con guida autonoma.
Gli italiani preferiscono l’auto, ma non si fidano della guida autonoma

L’automobile è ancora il mezzo più utilizzato e preferito dagli italiani per la mobilità, questo è quanto è stato rilevato dal rapporto Censis-Michelin sulle abitudini del nostro Paese per effettuare gli spostamenti, sia per lavoro che per il tempo libero. C’è attenzione sulla sicurezza, in particolare su freni e pneumatici, mentre c’è molta diffidenza per quanto riguarda la guida autonoma.

L’auto è la regina della mobilità in Italia

Nonostante le campagne contro il diesel, dunque, l’auto continua ad essere il mezzo di riferimento per gli spostamenti in Italia. Il 65,4%, infatti, utilizza il proprio mezzo, con un incremento del 17,4% rispetto all’inizio di questo secolo. E’ diminuito il ricorso ai mezzi pubblici (-20,3% rispetto al 2001), così come quello dei motocicli (-45,7%) e della bicicletta (-10,4%).

Sono 11,4 milioni (ben 4 milioni in meno rispetto al 2001) le persone che nel giorno feriale medio percorrono fino a un massimo di 2 km di spostamento. I “pendolarissimi”, che percorrono oltre 50 km al giorno, sono 1,2 milioni (500.000 in più rispetto al 2001), 9,7 milioni percorrono tra 10 e 50 km (+2,9 milioni), 19 milioni tra 2 e 10 km (+2 milioni). L’auto è sempre la regina della mobilità anche proprio per l’ampliamento delle distanze da affrontare giornalmente.

La sicurezza sulle auto per gli italiani

La sicurezza è un tema importante per chi si mette al volante e, in particolare, sono i freni (71,7%) e gli pneumatici (64,7%) a destare la maggiore attenzione. Alle spalle ci sono olio motore (36,2%), le cinture di sicurezza e l’airbag (30,1%), l’acqua del radiatore (22%), il funzionamento delle luci (18,5%) e la frizione (10,7%).

I freni sono richiamati maggiormente dalle donne (73,3%) e gli pneumatici dagli uomini (70,5%), che li reputano importanti tanto quanto i freni. Solo il 3,4% degli italiani dice che tutto è ugualmente importante.

La guida autonoma non rassicura gli italiani

La guida autonoma sarà uno dei temi chiave del futuro dell’auto, però gli italiani non si fidano troppo delle vetture senza conducente. Secondo questo rapporto, il 47,8% dei nostri connazionali è contrario, il 30,4% favorevole e il 21,8% indifferente. Tra i contrari, il 35,7% pensa che solo una persona alla guida sia una vera garanzia di maggiore sicurezza. Solo il 10,5% dei favorevoli crede che la guida automatica darà maggiore sicurezza.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati