Volkswagen, anticipazioni sui fanali a LED di prossima generazione [FOTO]

Luci interattive, maggior sicurezza per tutti

Volkswagen svela i primi dettagli sui sistemi d'illuminazione "interattivi" di nuova generazione che equipaggeranno i futuri modelli del costruttore tedesco.

L’evoluzione dell’illuminazione a LED continua in casa Volkswagen dove si sta lavorano a delle interessanti novità sia per i quanto riguarda i fari anteriori che per i fanali posteriori. Grazie al progresso tecnologico i nuovi sistemi d’illuminazione oggi possono fare molto di più che solamente illuminare la strada da seguire e avvisare i conducenti di determinate manovre.

Interattività

I sistemi d’illuminazione moderni hanno un alto grado di capacità interattiva che diventerà sempre maggiore nei prossimi anni. Con una ricca galleria di immagini Volkswagen ci mostra alcune anticipazioni relative ai fanali a LED di prossima generazione, i quali potrebbero fare il loro debutto già a partire dalla futura generazione della Golf, il cui arrivo sul mercato è atteso nel 2020.

Proiezioni luminose sulla strada

L’interattività dei componenti luminosi dei prossimi veicoli di Volkswagen riguarderà anche i fari anteriori. In pratica le nuove unità d’illuminazione del costruttore tedesco saranno dotati di micro-pixel con 30.000 punti luce e fasci luminosi a LED ad alto rendimento per illuminare al meglio nell’oscurità, ma saranno anche in grado di proiettare informazioni e disegni sulla strada, come ad esempio le linee che proiettano l’esatta larghezza del veicolo oppure quelle che aiutano ad affrontare correttamente una curva in condizioni di scarsa visibilità.

Più sicurezza per tutti

In più, i fanali a LED possono comunicare determinate intenzioni o situazione ai conducenti dei veicoli che seguono, come ad esempio un ingorgo. Le luci dei fanali sono in grado di proiettare le linee sulla strada durante le manovre di parcheggio, consentendo così ad altre auto e ai pedoni di saper esattamente in che direzione si sta spostando la vettura. Tutto ciò funzionerebbe in combinazione con i sistemi di guida autonoma ma anche attraverso il controllo manuale del conducente.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati