WP_Post Object ( [ID] => 568230 [post_author] => 24 [post_date] => 2018-10-22 10:35:02 [post_date_gmt] => 2018-10-22 08:35:02 [post_content] => La nuova Jeep Grand Cherokee indossa la divisa ed entra a far parte della auto di servizio dell'Arma dei Carabinieri. Dopo la nuova Wrangler c'è dunque un'altra Jeep al servizio dei militari, che hanno preso in consegna il primo esemplare della nuova Grand Cherokee nel corso di una cerimonia privata, che si è svolta il 15 ottobre scorso alla presenza del Comandante Generale dell'Arma, il generale Giovanni Nistri.

Col turbodiesel 3.0 da 190 CV

La Jeep Grand Cherokee, che sarà a disposizione di Api, Aliquote di pronto intervento, e delle Squadre operative di soccorso, è in allestimento Laredo ed è equipaggiata con il motore turbodiesel V6 CRD da 3.0 litri che sviluppa 190 CV, abbinato al cambio automatico a 8 marce con controllo elettronico e alla trazione integrale. Parliamo di un'auto in grado di fornire 800 chilometri d'autonomia ad una media di 130 km/h.

Sistemi blindati e nuovo lampeggiante posteriore

Oltre alla livrea classica delle auto dei Carabinieri, la nuova Jeep Grand Cherokee porta al debutto i lampeggianti sul portellone posteriore, costituiti da luci nano LED blu collocati ai lati della targa. Ovviamente il SUV di Jeep è stato sottoposto a tutta una serie di modifiche necessarie per il suo compito, a partite dalla blindatura che ha coinvolto numerosi componenti della vettura, compresi i cristalli laterali e il parabrezza. Interventi ulteriori hanno riguardato anche le sospensioni che sono state rinforzate per reggere meglio l'incremento di peso derivante dalla blindatura. Nell'abitacolo poi ci sono tutti i sistemi più avanzati della tecnologia in dotazione all'Arma, come il sistema Odino che consente il collegamento in tempo reale con le banche dati delle Forze di Polizia, Motorizzazione e Ania, e che funziona su un tablet Android da 7 pollici posto su binari scorrevoli posizionati sul cruscotto.

Fornitura di 19 vetture

Complessivamente saranno 19 le nuove Jeep Grand Cherokee che entro il 2018 saranno consegnate ai Carabinieri e saranno operative in tutta Italia. Dopo il primo mezzo, altri 10 esemplari sono attesi entro novembre, per poi completare la fornitura prima di fine anno. [post_title] => Jeep Grand Cherokee, nuovo ingresso nell'Arma dei Carabinieri [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => jeep-grand-cherokee-nuovo-ingresso-nellarma-dei-carabinieri [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-10-22 10:35:02 [post_modified_gmt] => 2018-10-22 08:35:02 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=568230 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Jeep Grand Cherokee, nuovo ingresso nell’Arma dei Carabinieri

In totale la fornitura all'Arma prevede 19 vetture

La nuova Jeep Grand Cherokee fa il suo ingresso nella flotta dell'Arma dei Carabinieri. Dotato di motore V6 turbodiesel 3.0 da 190 CV, il SUV di Jeep dispone di blindatura, nuovi lampeggianti posteriori e sospensioni rinforzate.
Jeep Grand Cherokee, nuovo ingresso nell’Arma dei Carabinieri

La nuova Jeep Grand Cherokee indossa la divisa ed entra a far parte della auto di servizio dell’Arma dei Carabinieri. Dopo la nuova Wrangler c’è dunque un’altra Jeep al servizio dei militari, che hanno preso in consegna il primo esemplare della nuova Grand Cherokee nel corso di una cerimonia privata, che si è svolta il 15 ottobre scorso alla presenza del Comandante Generale dell’Arma, il generale Giovanni Nistri.

Col turbodiesel 3.0 da 190 CV

La Jeep Grand Cherokee, che sarà a disposizione di Api, Aliquote di pronto intervento, e delle Squadre operative di soccorso, è in allestimento Laredo ed è equipaggiata con il motore turbodiesel V6 CRD da 3.0 litri che sviluppa 190 CV, abbinato al cambio automatico a 8 marce con controllo elettronico e alla trazione integrale. Parliamo di un’auto in grado di fornire 800 chilometri d’autonomia ad una media di 130 km/h.

Sistemi blindati e nuovo lampeggiante posteriore

Oltre alla livrea classica delle auto dei Carabinieri, la nuova Jeep Grand Cherokee porta al debutto i lampeggianti sul portellone posteriore, costituiti da luci nano LED blu collocati ai lati della targa. Ovviamente il SUV di Jeep è stato sottoposto a tutta una serie di modifiche necessarie per il suo compito, a partite dalla blindatura che ha coinvolto numerosi componenti della vettura, compresi i cristalli laterali e il parabrezza. Interventi ulteriori hanno riguardato anche le sospensioni che sono state rinforzate per reggere meglio l’incremento di peso derivante dalla blindatura.

Nell’abitacolo poi ci sono tutti i sistemi più avanzati della tecnologia in dotazione all’Arma, come il sistema Odino che consente il collegamento in tempo reale con le banche dati delle Forze di Polizia, Motorizzazione e Ania, e che funziona su un tablet Android da 7 pollici posto su binari scorrevoli posizionati sul cruscotto.

Fornitura di 19 vetture

Complessivamente saranno 19 le nuove Jeep Grand Cherokee che entro il 2018 saranno consegnate ai Carabinieri e saranno operative in tutta Italia. Dopo il primo mezzo, altri 10 esemplari sono attesi entro novembre, per poi completare la fornitura prima di fine anno.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati