Maserati: tre icone del Tridente ad Auto e Moto d’Epoca 2018

Eldorado, Merak SS e Khamsin esposte a Padova

Maserati ha portato tre vetture storiche al Salone Auto e Moto d'Epoca di Padova: Eldorado, Merak SS e Khamsin. Ma non manca anche uno spunto d'attualità, con la Levante Q4 GranSport MY19.
Maserati: tre icone del Tridente ad Auto e Moto d’Epoca 2018

Si è aperto oggi il Salone Auto e Moto d’Epoca di Padova, il più importante evento fieristico a livello europeo dedicato ai veicoli classici e contemporanei, e tra i marchi protagonisti c’è anche Maserati. Il Tridente porta all’appuntamento veneto un mix tra passato e presente: tre vetture storiche ed iconiche come Eldorado, Merak SS e Khamsin, con l’attuale Levante.

Le Maserati d’epoca presenti a Padova

La Maserati “Eldorado” 420M-58 è la vettura realizzata appositamente per disputare la 500 Miglia di Monza nel 1958, dove ottenne il settimo posto. La vettura dispone di un telaio tubolare ispirato alla 250F alleggerita, sospensioni anteriori della 450S con la particolarità di un ammortizzatore a leva a sinistra e di uno telescopico a destra, ponte posteriore De Dion con organi surdimensionati. Il motore è un otto cilindri a V derivante dal 4.5 litri, con cilindrata ridotta a 4.2 litri, con carburatori verticali. Disputò anche la 500 Miglia di Indianapolis 1959.

La Maserati Merak SS è invece una sportiva stradale, con design di Italdesign di Giorgetto Giugiaro, sullo slancio dell’ottimo successo avuto dalla Bora. Le originalità si riscontravano nella parte posteriore, condizionata dalla compattezza del motore, che permise di ricavare due posti di fortuna supplementari in abitacolo. La vettura venne presentata al Salone di Parigi nell’autunno del 1972: venne battezzata Merak, il nome di una stella della costellazione dell’Orsa Maggiore, mentre tre anni più arrivò la versione SS, con un miglior rapporto peso/potenza.

Il terzo veicolo storico esposto a Padova è la Maserati Khamsin, presentata al Salone di Parigi 1973. Il nome deriva da un vento del deserto egiziano, per una coupé 2+2 con motore otto cilindri a V da 4,9 litri. Caratterizzata dalla scocca portante, fu la prima Maserati a motore anteriore ad adottare sospensioni indipendenti su tutte e quattro le ruote. Le tre vetture classiche, esposte presso lo stand, appartengono alla Collezione Umberto Panini di Modena.

La Maserati Levante

Dal passato al presente, con la Maserati Levante Q4 GranSport MY19, di colore Bianco Alpi, un tributo alla livrea bianca adottata dalla Tipo 420M-58 – Eldorado. La vettura è spinta dal motore tre litri V6 con 430 CV di potenza e 580 Nm di coppia massima, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi ed una velocità massima di 264 km/h.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati