Citroen: Loeb, trionfo in Spagna cinque anni dopo

Il francese aveva vinto l'ultima volta in Argentina nel 2013

Sebastien Loeb è tornato al successo nel WRC, cinque anni dopo il trionfo in Argentina 2013. Il nove volte campione del mondo si è aggiudicato, in rimonta, il Rally di Spagna, conquistando la 79.a vittoria in carriera.
Citroen: Loeb, trionfo in Spagna cinque anni dopo

Sebastien Loeb torna al successo nel Mondiale Rally. Il leggendario pilota francese, al volante della vettura del Citroen Total Abu Dhabi WRT, ha conquistato il Rally di Spagna, cinque anni dopo l’ultimo trionfo in Argentina 2013. Si tratta della 79.a vittoria della sua carriera nel WRC, sempre in coppia con Daniel Elena, ed il primo successo stagionale della casa francese.

Il sorpasso nell’ultima giornata

La vittoria della coppia Loeb-Elena è arrivata con una rimonta nelle ultime quattro prove speciali, grazie ad una scelta coraggiosa delle gomme. Il francese, a differenza dei suoi avversari, ha scelto le slick hard ed è così partita la rincorsa, riducendo il distacco dal leader a 3”6, prima dell’ultima PS.

A quel punto, il nove volte campione del mondo ha completato la rincorsa ed ha conquistato il successo con 2”9 di distacco su Ogier, terzo è giunto Evans. Questa è anche la prima vittoria della stagione per il team Citroën, dopo tre podi (2ª in Svezia, 3ª in Messico e 2ª in Finlandia).

La gioia di Loeb dopo il traguardo

C’è grandissima soddisfazione nelle parole del vincitore: “E’ stata una gara molto combattuta fino alla fine – ha dichiarato Loeb – e capire di aver vinto all’arrivo dell’ultima PS è stata un’emozione incredibile. Sono davvero contento di essere riuscito a vincere di nuovo dopo tutti questi anni”.

Ho dovuto ambientarmi in fretta al fondo, sia su terra venerdì, sia sull’asfalto bagnato sabato. Domenica abbiamo sfruttato l’ottima scelta degli pneumatici e poi abbiamo tenuto duro, nonostante un piccolo errore. Ora come ora, visto com’è andata la gara, direi che forse è stata la vittoria più bella della mia vita”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati