WP_Post Object ( [ID] => 571009 [post_author] => 40 [post_date] => 2018-10-30 11:05:38 [post_date_gmt] => 2018-10-30 10:05:38 [post_content] => Altre vittime e condizioni particolarmente critiche in vari punti del Paese, in particolare sulla costa ligure. Le conseguenze del maltempo risultano gravose dopo la drammatica giornata di ieri, caratterizzata da vento forte, piogge torrenziali e disagi in diverse zone.

Sale il numero di morti

Dopo le prime vittime accertate nel Lazio e in Campania, nuovi decessi legati alla forte instabilità aggravano il bilancio complessivo. Come riportato dall'ANSA, alle sei persone che hanno perso la vita tragicamente nella giornata precedente, purtroppo si somma la scomparsa di una donna a Dimaro, oltre a quella di un volontario dei vigili del fuoco sempre in trentino Alto Adige e poi di un esperto kite-surfista a Cattolica proiettato dal forte vento sulla scogliera. La particolare situazione ha richiamato anche l'attenzione del Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, che sprona alla presentazione di un disegno di legge che istituisca una Commissione d'inchiesta specifica sull'annoso problema del dissesto idrogeologico. Una delle più drammatiche problematiche di questo Paese, da risolvere prontamente.

Disagi e blocchi

Piogge, smottamenti, precipitazioni copiose hanno interessato, come detto, diverse zone d'Italia. Si sono contati al momento oltre settemila interventi dei vigili del fuoco, spaziando dal Piemonte alla Lombardia, nella quale sono rimaste isolate alcune realtà tipo Santa Caterina in Valfurva, ma altri sono stati effettuati anche in Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Toscana, Lazio e più a Sud. Particolare la situazione in trentino Alto Adige, dove i disagi creati dalla pioggia e i conseguenti smottamenti hanno reso difficile la situazione in diverse aree della regione, compreso il passaggio di una tromba d'aria che si è abbattuta su alcune abitazioni della Valsugana. Tenuto sotto controllo lo stesso fiume Adige. Difficile anche la situazione in Liguria. Non solo si è decisa la chiusura dello scalo aereo di Genova, la cui pista è stata resa impraticabile da diversi detriti trascinati dal maltempo. Secondo quanto riportato dall'ANSA, la chiusura è protratta sino alle ore 14:00, per le opportune verifiche tecniche. L'allerta rossa sembra passata, in ogni caso le scuole sono rimaste chiuse. Particolarmente flagellata Rapallo, dove si è accertato il cedimento di parte della diga nella zona del porto. In questo caso sono state tratte in salvo alcune persone bloccate sui muraglioni. Lo stesso maltempo si è abbattuto anche sugli yacht attraccati nella zona, schiacciandoli contro la costa da quanto segnalato. Un corto circuito, invece, ha danneggiato diverse Maserati dirette all'estero al terminal di Savona. Mentre la violenta mareggiata che ha colpito tutto il golfo del Tigullio, ha isolato la stessa Portofino. Risulta compromessa la strada provinciale, considerando le informazioni diramate.

Traffico in tempo reale

Per tutte le informazioni relative alla viabilità, potete consultare l'apposita sezione del sito dedicata al traffico. Foto: Vigili del Fuoco [post_title] => Maltempo: situazione critica in diverse zone d'Italia, sale il bilancio delle vittime [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => maltempo-situazione-critica-in-diverse-zone-ditalia-sale-il-bilancio-delle-vittime [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-10-30 11:05:38 [post_modified_gmt] => 2018-10-30 10:05:38 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=571009 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Maltempo: situazione critica in diverse zone d’Italia, sale il bilancio delle vittime

Flagellata in particolare la costa ligure

Aumenta il numero di morti legati alla forte instabilità climatica presente sul Paese. L'attuale bilancio: nove decessi e un disperso
Maltempo: situazione critica in diverse zone d’Italia, sale il bilancio delle vittime

Altre vittime e condizioni particolarmente critiche in vari punti del Paese, in particolare sulla costa ligure. Le conseguenze del maltempo risultano gravose dopo la drammatica giornata di ieri, caratterizzata da vento forte, piogge torrenziali e disagi in diverse zone.

Sale il numero di morti

Dopo le prime vittime accertate nel Lazio e in Campania, nuovi decessi legati alla forte instabilità aggravano il bilancio complessivo. Come riportato dall’ANSA, alle sei persone che hanno perso la vita tragicamente nella giornata precedente, purtroppo si somma la scomparsa di una donna a Dimaro, oltre a quella di un volontario dei vigili del fuoco sempre in trentino Alto Adige e poi di un esperto kite-surfista a Cattolica proiettato dal forte vento sulla scogliera.
La particolare situazione ha richiamato anche l’attenzione del Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, che sprona alla presentazione di un disegno di legge che istituisca una Commissione d’inchiesta specifica sull’annoso problema del dissesto idrogeologico. Una delle più drammatiche problematiche di questo Paese, da risolvere prontamente.

Disagi e blocchi

Piogge, smottamenti, precipitazioni copiose hanno interessato, come detto, diverse zone d’Italia. Si sono contati al momento oltre settemila interventi dei vigili del fuoco, spaziando dal Piemonte alla Lombardia, nella quale sono rimaste isolate alcune realtà tipo Santa Caterina in Valfurva, ma altri sono stati effettuati anche in Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Toscana, Lazio e più a Sud. Particolare la situazione in trentino Alto Adige, dove i disagi creati dalla pioggia e i conseguenti smottamenti hanno reso difficile la situazione in diverse aree della regione, compreso il passaggio di una tromba d’aria che si è abbattuta su alcune abitazioni della Valsugana. Tenuto sotto controllo lo stesso fiume Adige.
Difficile anche la situazione in Liguria. Non solo si è decisa la chiusura dello scalo aereo di Genova, la cui pista è stata resa impraticabile da diversi detriti trascinati dal maltempo. Secondo quanto riportato dall’ANSA, la chiusura è protratta sino alle ore 14:00, per le opportune verifiche tecniche. L’allerta rossa sembra passata, in ogni caso le scuole sono rimaste chiuse. Particolarmente flagellata Rapallo, dove si è accertato il cedimento di parte della diga nella zona del porto. In questo caso sono state tratte in salvo alcune persone bloccate sui muraglioni. Lo stesso maltempo si è abbattuto anche sugli yacht attraccati nella zona, schiacciandoli contro la costa da quanto segnalato. Un corto circuito, invece, ha danneggiato diverse Maserati dirette all’estero al terminal di Savona. Mentre la violenta mareggiata che ha colpito tutto il golfo del Tigullio, ha isolato la stessa Portofino. Risulta compromessa la strada provinciale, considerando le informazioni diramate.

Traffico in tempo reale

Per tutte le informazioni relative alla viabilità, potete consultare l’apposita sezione del sito dedicata al traffico.

Foto: Vigili del Fuoco

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati