Maltempo sulla Liguria: Portofino isolata, la strada provinciale 227 non esiste più

La mareggiata ha sgretolato l'asfalto

Portofino è rimasta isolata, raggiungibile solo via mare, dopo che una violenta mareggiata si è abbattuta sulla costa facendo crollare parte della strada provinciale 227 che collega il noto borgo turistico con Santa Margherita Ligure.
Maltempo sulla Liguria: Portofino isolata, la strada provinciale 227 non esiste più

Mentre il bilancio delle vittime è salito a 10 in tutta in Italia, il maltempo continua a flagellare buona parte del Paese. Tra le regioni più colpite delle ultime ore c’è la Liguria dove il maltempo ha provocato ingenti danni, come quello alla strada provinciale 227, che collega Portofino con Santa Margherita Ligure, colpita da una violenta mareggiata che si abbattuta sul Golfo del Tigullio.

Portofino raggiungile solo via mare

La forza delle onde è stata talmente tanta che la strada panoramica, come si vede dalla foto qui sopra, è franata completamente rendendo impossibile il transito non solo ai mezzi ma anche ai pedoni. In questo momento, con l’allerta rossa per questa zona della provincia di Genova che proseguirà fino alle 15 di oggi 30 ottobre, Portofino è completamente isolata.

Il sindaco di Portofino, Matteo Viacava, che per tutta la notte ha gestito l’emergenza spiega che: “La strada provinciale 227 per Portofino non esiste più. Il borgo è isolato. Si raggiunge solo dal mare se le condizioni meteo lo permettono. La violenza delle onde si è abbattuta con incredibile forza sulla panoramica che collega Santa Margherita Ligure con Portofino“.

Diga crollata al porto di Rapallo, Maserati distrutte a Savona

Le mareggiate sulla costa ligure hanno fatto danni anche al porto di Rapallo, andato semi-distrutto dopo che parte della diga ha ceduto sotto la forza del mare in burrasca. A Savona invece un capannone si è allagato e ha provocato un corto circuito che ha fatto divampare un incendio nel quale sono andate distrutte diverse Maserati che erano pronte per l’esportazione.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati