Bentley, dal 2019 connettività WiFi super veloce su tutta la gamma [FOTO]

Arriva il sistema Bentley Advanced Connectivity

Dal 2019 tutti i modelli Bentley avranno il sistema Advanced Connectivity che mette a disposizione la connessione WiFi stabile e ultra-veloce, utilizzabile anche in viaggio fino ad una velocità di 110 km/h.

Molto presto i clienti Bentley potranno godere di una copertura di rete internet mobile continua e ultra-veloce durante i loro viaggi in auto.

Questo avverrà grazie alla nuova tecnologia Advanced Connectivity, descritta dalla Casa inglese come “il primo sistema WiFi in-car super veloce, affidabile e sicuro al mondo”. Il sistema può trasformare qualsiasi Bentley in un ufficio o in una sala riunioni completamente connessa in movimento, come afferma il produttore inglese di auto di lusso.

Fino a 110 km/h

Con Advanced Connectivity, spiega Bentley, i passeggeri possono accedere a diverse applicazione e funzionalità d’intrattenimento e business contemporaneamente con un’elevata qualità della connessione, che non si interrompe anche viaggiando a velocità di 110 km/h. Ciò include anche lo streaming video ad alta definizione su più dispositivi.

Si accede tramite app

Per accedere all’ambiente virtuale sicuro del WiFi super veloce di Bentley ai passeggeri basterà scaricare un’app dedicata sul proprio smartphone. Nella realizzazione del sistema Advanced Connectivity Bentley ha collaborato con Viasat che ha fornito una rete privata virtuale (VPN) multicanale in grado di aggregare fino a tre operatori di rete mobile su un segnale ultra-veloce.

Supporta anche 5G e 6G

La strumentazione del nuovo sistema di connettività è posizionato all’interno del bagagliaio, con il router collegato all’alimentatore dell’auto. Il router WiFi si collega a un hub connesso a banda larga situato in un sito statico e che permette ai passeggeri di disporre della connettività. Il WiFi super-veloce, che sarà in grado di supportare le tecnologie 5G e 6G (quando arriveranno), sarà disponibile su tutti i modelli Bentley a partire dall’anno prossimo.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati