Porsche: a Milano AutoClassica 2018 ricordati i 70 anni del marchio con delle rarità

Dieci vetture leggendarie

In occasione della manifestazione milanese dedicata alle vetture d'epoca, si celebra l'anniversario della casa tedesca consentendo di osservare esemplari di pregio
Porsche: a Milano AutoClassica 2018 ricordati i 70 anni del marchio con delle rarità

Una selezione di modelli esclusivi, che riassumono parte dei 70 anni di storia del marchio Porsche, secondo quanto anticipato è attesa alla nuova edizione di Milano AutoClassica, in programma dal 23 al 25 novembre.

Vetture di prestigio

La raccolta, curata dal Classic Car Advisor Paolo Olivieri, assieme a esperti conoscitori della casa teutonica sotto la direzione di Alberto Gatto e Francesco Cattaneo, è un concentrato di esemplari iconici e tappe evolutive del marchio.
Nello specifico si anticipano tre possibili regine della manifestazione, considerando la presenza di modelli cardine all’interno dello sviluppo sportivo del costruttore tedesco. Nello specifico si indicano: una Porsche 550 RS Spyder, vettura da corsa realizzata dal costruttore negli anni ’50, così come altrettanto interessante risulta il segnalato esemplare di Porsche 906, nota pure con la denominazione “Carrera 6” e risalente alla seconda metà degli anni Sessanta, quindi una più recente Porsche 918 Spyder. Una delle più potenti ed esclusive sportive contemporanee, caratterizzte da una propulsione ibrida composta da un motore termico V8 da 4.6 litri di tipo aspirato, associato a due unità elettriche per complessivi 887 cavalli di potenza e risalente al 2015. Si tratta di esemplari solitamente visibili in pista e, in particolare, all’interno di manifestazioni dedicate su circuiti come Le Mans in Francia o sulla pista di Laguna Seca, il tracciato del famoso “Cavatappi” in California.

Dieci protagoniste

In occasione dell’ottava edizione della kermesse milanese dedicata ai veicoli storici, si anticipa la presenza nella Lounge dell’evento di ben dieci rappresentanti di riferimento, non comunemente visibili su strada. Una particolare e raccordata raccolta che, da quanto segnalato, potenzia la stessa manifestazione, offrendo un’ulteriore prospettiva su un certo tipo di automobilismo e sulla variegata interpretazione dell’esclusività contenutistica e anche tecnica, declinata su quattro ruote.
Questo raggruppamento, considerando le indicazioni fornite, racchiude alcuni dei modelli più rari e in edizione limitata realizzati nel corso degli anni da Porsche, presenti all’interno di collezioni private proprio per il loro valore contenutistico e storico. Tra questi esempi di ingegneria, arte e tecnologia applicata, si segnalano in particolare degli esemplari della famiglia 356, le prime Carrera per intenderci (il nome “Carrera” derivò proprio da quanto fatto nel 1954 alla “Carrera Mexico”), quindi le altrettanto prestanti 911 RS. Una sigla che contraddistingue le versioni più spumeggianti collegate alla nota sportiva tedesca.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati