WP_Post Object ( [ID] => 576784 [post_author] => 24 [post_date] => 2018-11-21 09:21:16 [post_date_gmt] => 2018-11-21 08:21:16 [post_content] => Il Consiglio di amministrazione del Gruppo Renault predispone misure provvisorie di governance tese a preservare gli interessi del Gruppo e garantire la continuità delle sue attività operative. Il Consiglio di amministrazione di Renault si è riunito sotto la presidenza di Philippe Lagayette, Lead indipendent director (portavoce degli amministratori indipendenti), dopo l’apertura della procedura giudiziaria nei confronti di Carlos Ghosn in Giappone. In questa fase, il Consiglio non è in grado di pronunciarsi sugli elementi di cui apparentemente dispongono Nissan e le autorità giudiziarie giapponesi nei confronti di Carlos Ghosn. C. Ghosn, temporaneamente impossibilitato, resta Presidente-Direttore generale. Il Consiglio di amministrazione ha nominato a titolo provvisorio Thierry Bolloré, Direttore Generale Delegato. In tale funzione, Thierry Bolloré eserciterà la direzione esecutiva del Gruppo, disponendo così degli stessi poteri di Carlos Ghosn. Durante questo periodo, il Consiglio si riunirà regolarmente sotto la presidenza del Lead Indipendent Director, per preservare gli interessi di Renault e garantire la perennità dell’Alleanza. Il Consiglio ha deciso, inoltre, di chiedere a Nissan, appellandosi ai principi di trasparenza, fiducia e rispetto reciproco sanciti dalla Carta dell’Alleanza, di trasmettergli tutte le informazioni in suo possesso provenienti dalle inchieste interne di cui è stato oggetto Carlos Ghosn. Il Consiglio condivide il sostegno espresso dalla direzione di Nissan allo sviluppo dell’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi, che resta la priorità del Gruppo. [post_title] => Gruppo Renault, Thierry Bolloré assume provvisoriamente la direzione esecutiva [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => gruppo-renault-thierry-bollore-assume-provvisoriamente-la-direzione-esecutiva [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-11-21 09:21:16 [post_modified_gmt] => 2018-11-21 08:21:16 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=576784 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Gruppo Renault, Thierry Bolloré assume provvisoriamente la direzione esecutiva

Bolloré disporrà degli stessi poteri di Ghosn

Il CdA del Gruppo Renault ha nominato Thierry Bolloré direttore generale delegato, a titolo provvisorio. Sarà lui, disponendo degli stessi poteri di Carlos Ghosn, a esercitare la direzione esecutiva del Gruppo. Ghosn, temporaneamente impossibilitato, resta Presidente-Direttore generale.
Gruppo Renault, Thierry Bolloré assume provvisoriamente la direzione esecutiva

Il Consiglio di amministrazione del Gruppo Renault predispone misure provvisorie di governance tese a preservare gli interessi del Gruppo e garantire la continuità delle sue attività operative.

Il Consiglio di amministrazione di Renault si è riunito sotto la presidenza di Philippe Lagayette, Lead indipendent director (portavoce degli amministratori indipendenti), dopo l’apertura della procedura giudiziaria nei confronti di Carlos Ghosn in Giappone. In questa fase, il Consiglio non è in grado di pronunciarsi sugli elementi di cui apparentemente dispongono Nissan e le autorità giudiziarie giapponesi nei confronti di Carlos Ghosn.

C. Ghosn, temporaneamente impossibilitato, resta Presidente-Direttore generale. Il Consiglio di amministrazione ha nominato a titolo provvisorio Thierry Bolloré, Direttore Generale Delegato. In tale funzione, Thierry Bolloré eserciterà la direzione esecutiva del Gruppo, disponendo così degli stessi poteri di Carlos Ghosn.

Durante questo periodo, il Consiglio si riunirà regolarmente sotto la presidenza del Lead Indipendent Director, per preservare gli interessi di Renault e garantire la perennità dell’Alleanza.

Il Consiglio ha deciso, inoltre, di chiedere a Nissan, appellandosi ai principi di trasparenza, fiducia e rispetto reciproco sanciti dalla Carta dell’Alleanza, di trasmettergli tutte le informazioni in suo possesso provenienti dalle inchieste interne di cui è stato oggetto Carlos Ghosn.

Il Consiglio condivide il sostegno espresso dalla direzione di Nissan allo sviluppo dell’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi, che resta la priorità del Gruppo.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati