Toyota festeggia il titolo costruttori nel mondiale WRC [VIDEO]

La Yaris WRC porta la Casa giapponese sul tetto del mondo

Toyota conquista il titolo costruttori nel mondiale WRC 2018. Una vittoria sudata e meritata che arriva a soli due anni dal lancio del progetto dell'ambiziosa Yaris WRC del team Toyota Gazoo Racing.
Toyota festeggia il titolo costruttori nel mondiale WRC [VIDEO]

Dopo un’attesa durata 19 anni, Toyota è tornata a vincere il titolo di campione del mondo costruttori del mondiale rally WRC.

Toyota: vittoria nel Rally d’Australia

Un trionfo che ha scatenato l’entusiasmo della Casa giapponese che ha voluto celebrare questa vittoria con un video (visibile qui sopra) che ripercorre alcuni dei momenti più significativi di una stagione da incorniciare per Toyota, chiusa nell’ultima tappa stagionale del Rally d’Australia, con la conquista del primo posto nella classifica costruttori.

In Australia la vittoria è andata alla Toyota Yaris WRC di Matti  Latvala. Entrambe i titoli, piloti e costruttori, sono stati in ballo fino all’ultima gara della stagione. Mentre tra i piloti ha trionfato il francese Sebastien Ogier su Ford Fiesta WRC, il campionato mondiale costruttori è andato invece alla Toyota.

Toyota: l’exploit della Yaris WRC

Presentata nel dicembre 2016, con tutta una serie di dubbi e scetticismo intorno al progetto, la Toyota Yaris WRC è progressivamente cresciuta mettendo a frutto nel migliore dei modi le azzeccate innovazioni sviluppate dalla divisione sportiva della Casa giapponese. Così la Yaris WRC c’ha messo poco a diradare i dubbi intorno a sé e, dopo una prima stagione di studio, nel 2017 ha ottenuto diverse vittorie, arrivate però sempre su terreni favorevoli.

Nel 2018 invece c’è stato il decisivo cambio di marcia che ha permesso alla Toyota Yaris WRC di essere tra le vetture più competitive del mondiale WRC. Grazie agli aggiornamenti tecnici, l’auto del costruttore nipponico in questa stagione del WRC ha ottenuto 5 vittorie totali, 4 di Tanak e 1 di Latvala, e al dispetto di un anno fa queste sono arrivate su quasi tutti i fondi possibili, a dimostrazione della crescita della piccola giapponese. Toyota, oltre a essere il team più vincente della stagione, è stato anche l’unico nel mondiale a vincere con due piloti differenti. Una stagione che per Toyota non poteva che chiudersi che con la vittoria del titolo costruttori.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati