Mitsubishi Outlander PHEV 2019: comfort e spazio per il SUV Ibrido [TEST DRIVE IN ANTEPRIMA]

Motore più efficiente e potente, da gennaio 2019 a partire da 49.900 euro

Si rinnova Mitsubishi Outlander PHEV 2019 che con un leggero ma mirato restyling guadagna un propulsore più incisivo, maggior comfort a bordo, più autonomia e si arricchisce la dotazione tecnologica con Apple CarPlay e Android Auto.

Mitsubishi ha deciso di rinfrescare l’Outlander PHEV che per il 2019 guadagna una bella spolverata di novità, partendo soprattutto dalla power unit, cuore pulsante del SUV Ibrido Plug-In più venduto al mondo. L’Outlander PHEV 2019 potrà quindi vantare un incremento del propulsore termico che passa da 2000 cc a 2400 cc, sempre MIVEC a ciclo Atkinson che ora eroga 134 CV e 211 Nm di coppia raggiungendo anche una maggiore efficienza. Questo sarà affiancato da due unità elettriche indipendenti, una per ogni asse, che vanno a costituire il sistema Super All Wheel Control (S-AWC), fiore all’occhiello di Mitsubishi per la trazione integrale, gestita da due unità di controllo. Una trazione integrale che quindi non si avvale di un albero di trasmissione ma sarà l’unità elettrica sull’asse posteriore, da 95 CV, che si occuperà di ripartire la coppia in situazioni di necessità.

Mitsubishi Outlander PHEV 2019: Com’è fuori?

Si parla di un lieve restyling che probabilmente ad una prima occhiata potrebbe passare inosservato. Piccoli ma mirati dettagli che nel complesso svecchiano il SUV ibrido della casa giapponese rendendolo più al passo coi tempi. Partendo dal frontale si nota una griglia Dynamic Shield aggiornata con nuovi dettagli e inserti cromati, stesso trattamento riservato anche alle cornici dei fari fendinebbia. Condiscono il tutto i fari Full Led adattivi che offrono una sorprendente illuminazione anche in condizioni con scarsità di luce. Nella vista laterale e posteriore poco cambia, se non per un nuovo spoiler aerodinamico posto sulla sommità del retro e un design leggermente più fluido del paraurti posteriore. Le dimensioni rimangono infatti invariate con una lunghezza di 4,70 metri, un passo di 2,67 metri, con un’altezza di 1.71 metri e una larghezza di 1.80 metri. Il peso complessivo raggiunge quota 1880 kg a causa delle due unità elettriche e del pacco batterie, migliorato del 15% in capacità e che trova posto sempre sotto al pianale.

Mitsubishi Outlander PHEV 2019: Com’è dentro?

Sicuramente lo spazio non manca, così come il comfort soprattutto dei sedili, sempre molto comodi anche quando si intraprendono tratti in off-road. Si riesce a viaggiare comodamente in 5 senza il minimo disturbo, con abbondante spazio per le gambe anche nel posto centrale della seconda fila. Il pavimento risulta quasi completamente piatto per l’assenza dell’albero di trasmissione quindi ci si può spostare con facilità lungo tutta la fila di sedili posteriore. Il bagagliaio rimane comunque importante, perde 100 litri a causa della configurazione ibrida ma raggiunge ugualmente quota 453 litri, superando 1800 a sedili abbattuti. I materiali sono più che soddisfacenti sia alla vista che al tatto, soprattutto nell’allestimento top di gamma Diamond che sfoggia anche superfici in simil carbonio sulla plancia. Gli assemblaggi sono ben riusciti: non abbiamo percepito nessuno scricchiolio neanche affrontando tratti con suolo sconnesso a considerevole velocità. La plancia però, non appare proprio moderna, con forme e soluzioni abbastanza analogiche e in puro stile “giapponese”, sacrificando molto in termini di design probabilmente a beneficio della praticità di utilizzo. Al centro svetta il sistema di infotainment da 7 pollici, dotato sì di Apple Carplay e Android Auto ma che presenta una grafica e una fludità di utilizzo leggermente superata, con la mancanza del sistema di navigazione che non è disponibile nemmeno su richiesta.

Mitsubishi Outlander PHEV 2019: Com’è su strada?

Grazie al pianale e alla posizione di guida rialzati si troneggia letteralmente sulla strada, con una buona visibilità in qualsiasi direzione aiutati anche dagli ingombri abbastanza percepibili della vettura. I sensori di parcheggio, la retrocamera e le altre telecamere dalla qualità di immagine davvero elevata diventano poi indispensabili nella vita di tutti i giorni, rendendo gli spostamenti urbani davvero piacevoli nonostante la stazza della vettura. Esatto, perchè malgrado le dimensioni, abbiamo riscontrato il maggior piacere di utilizzo della nuova Mitsubishi Outlander PHEV 2019 soprattutto negli spazi urbani. La soluzione Ibrida Plug-In raggiunge infatti la sua maggiore sfruttabilità ed efficienza soprattutto in città: l’unione tra la fluidità di erogazione dell’elettrico, il silenzio a bordo, l’isolamento acustico dall’esterno e le piacevoli sospensioni, ci fanno sentire come su un tappeto fluttuante. Premendo sul tasto EV, l’Outlander PHEV sfrutterà solamente la motricità elettrica che, grazie alla nuova batteria da 13,8 kWh riesce a macinare fino a 35/40 km di reale utilizzo, ricaricandosi poi tramite presa domestica in circa 4 ore o tramite torretta a ricarica rapida in poco più di 30 minuti.  Si possono poi impostare 5 diversi settaggi tramite i paddle al volante per regolare la ricarica della batteria attraverso la frenata, agendo sul freno motore e sulle pinze.

Il propulsore è, come accennato, sempre un MIVEC a ciclo Atkinson che ora passa a 2.4 l, con 134 CV e 211 Nm di coppia, più efficiente e parco nei consumi. Si somma poi, in modo non aritmetico agli 83 e 95 CV dei due motori elettrici, rispettivamente al frontale e nel retro, per erogare una potenza complessiva di 224 CV che le assicurano prestazioni nello 0-100 km/h di 10,5 secondi. Non è infatti una vettura particolarmente sportiva e non cerca di ingannare nessuno, se non per il tasto Sport, nuova modalità di guida inserita insieme a Snow oltre alle altre 3 già presenti, che però non cambia in modo radicale le prestazioni, se non per una maggiore spinta dell’elettrico che rende più immediato lo scatto da fermo e la reattività del pedale. Se si cerca infatti di guidare in modo vivace, gli oltre 1800 kg della vettura si fanno sentire, andando a penalizzare l’handling in curva e il beccheggio sia in frenata che in accelerazione, oltre che ovviamente i consumi. Facendone un uso più appropriato infatti, ne scopriamo la vera utilità: si riesce a realizzare quasi tranquillamente il tragitto casa lavoro (nel caso questo fosse entro i 35/40 km dalla vostra abitazione) senza attivare il motore termico. Le frequenti frenate urbane ricaricheranno la batteria, oppure si attiverà il propulsore a basso regime per fungere da generatore, mantenendo comunque bassi i consumi di carburante. L’Outlander si sposterà quindi in maniera fluida e agile sfruttando la coppia istantanea dei due propulsori elettrici gestiti da due power unit distinte, in totale silenzio e comfort.

Mitsubishi Outlander PHEV 2019: prezzo, consumi e conclusioni

L’effettivo valore della nuova Mitsubishi Outlander PHEV 2019 varia molto in base ai propri stili di vita, stili di guida e all’utilizzo generale della vettura. Con un utilizzo prettamente urbano si sfruttano a pieno le doti di questo SUV Ibrido Plug-In mentre intraprendendo frequenti tragitti extraurbani si vanno a limitare i vantaggi che potrebbe offrire questa tecnologia. In autostrada infatti, a circa 120/130 km/h, il motore termico è quasi costantemente in funzione, con consumi che si stagliano su circa 10/11 km/l e la quasi totale assenza di interventi sul pedale del freno tende a scaricare la batteria abbastanza velocemente, lasciandoci solamente “nelle mani” del voluminoso, seppur efficiente, 2.4 litri da 134 CV e 211 Nm. La coppia e la potenza sono appena sufficienti a spostare l’ingente molte della vettura, che si vede privata dell’extra spinta dell’elettrico. In un ciclo misto però siamo riusciti a segnare consumi di circa 6,8 litri su 100 km, ovvero circa 14,7 km al litro, davvero non male per una vettura di questo tipo.

Il principale deterrente per la Mitsubishi Outlander PHEV 2019, come per il resto di auto elettriche o Plug-In d’altronde, potrebbe però essere rappresentato dal prezzo che sui listini parte da 49.900 euro, salendo fino a 55.400 per la versione Dyamond. Una cifra che supera di quasi 15 mila euro le versioni top di gamma dell’Outlander alimentate a Diesel, Benzina o Gpl e che forse non giustifica pienamente le soluzioni adottate per questa versione Ibrida Plug-In. Ci saremmo probabilmente aspettati qualche ricercatezza maggiore negli interni, un sistema di infotainment più al passo coi tempi e dei sistemi di assistenza alla guida di secondo livello per offrire un prodotto complessivamente completo e dotato di tutto ciò che si può richiedere a questa tipologia di auto. Ad ogni modo, se quello che cercate è spazio in abbondanza, comfort assoluto e una vettura che vi permetta di essere esenti da bollo o da limitazioni a blocchi del traffico con cui poter entrare anche nelle zone a traffico limitato, la nuova Mitsubishi Outlander PHEV 2019 è l’auto che fa per voi. Nelle concessionarie a partire da Gennaio 2019 con 5 anni di garanzia Mitsubishi.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati