Volkswagen I.D. Buzz Cargo: il prototipo del pulmino elettrico a Los Angeles [FOTO]

La versione di serie sarà commercializzata a partire dal 2022

Il prototipo Volkswagen I.D. Buzz Cargo è stato presentato al Salone di Los Angeles 2018: si tratta della versione commerciale del veicolo elettrico presentato ad inizio 2017 a Detroit. Ha un'autonomia fino a 550 chilometri.

L’offensiva elettrica di Volkswagen prosegue anche al Salone di Los Angeles 2018, dove viene presentato il prototipo dell’I.D. Buzz Cargo. Si tratta della variante per utilizzo commerciale del pulmino elettrico svelato all’inizio del 2017 al Salone di Detroit. Ha un’autonomia di quasi 550 chilometri dichiarata, con la batteria più grande e verrà lanciato sul mercato nel 2022.

L’erede del Bulli, ma per le aziende

Il design dell’I.D. Buzz Cargo riprende gli elementi classici del DNA del Trasporter, ma con l’aggiunta di elementi futuristici, come i sistemi LED interattivi per comunicare anche con i pedoni ed il nuovo tetto con pannelli solari. Quest’ultimo è dotato di un impianto fotovoltaico che genera energia, in modo da estendere la portata del veicolo di ulteriori 9,3 miglia al giorno (circa 15 km). La livrea riprende i colori dell’I.D. R Pikes Peak ed il design include la mappa del percorso della gara.

Al fine di ottimizzare lo spazio di carico attraverso un sistema di scaffalature, non vi è alcuna porta scorrevole sul lato del conducente, tipica dei veicoli commerciali leggeri. Le porte anteriori e la porta scorrevole si aprono elettricamente, mentre lo sblocco del veicolo dall’esterno viene attivato tramite un sensore. Quest’ultimo riconosce le persone autorizzate all’apertura con una chiave digitale, inviata al furgone tramite lo smartphone.

Gli interni dell’I.D. Buzz Cargo

Gli interni sono stati adattati per l’uso commerciale. Invece di due sedili singoli nella parte anteriore, la concept car è equipaggiata con un sedile di guida e una doppia panca sul lato anteriore del passeggero. Il sedile centrale può essere ripiegato per aprire una zona di lavoro in cui il conducente può utilizzare un laptop integrato. Nella modalità automatica “I.D. Pilot”, questo può anche essere fatto in movimento.

Il conducente può attivare la modalità autonoma semplicemente premendo il volante per alcuni secondi, che poi si ritrae nel quadro strumenti. Quindi il sedile del conducente può essere ruotato di 15 gradi a destra, consentendo al computer di bordo di essere azionato dalla posizione ergonomica ideale. Nella modalità di guida, invece, i comandi principali si trovano sul volante e le informazioni chiave sono proiettate in 3D tramite un display in realtà aumentata (AR).

Il vano di carico inizia dietro la prima fila di sedili e una paratia. In collaborazione con lo specialista tedesco Sortimo, è stato sviluppato un sistema di scaffalatura con sensori per il vano di carico.

Doppia opzione per la batteria dell’I.D. Buzz Cargo

L’I.D. Buzz Cargo è spinto da un motore elettrico da 201 cavalli, con trazione posteriore, accoppiato alla batteria, che può essere da 48 kWh o 111 kWh, potendo così raggiungere un’autonomia di quasi 550 chilometri, nel ciclo WLTP. La velocità massima è elettronicamente limitata a 160 km/h e la batteria da 111 kWh può essere caricata fino all’80% in 30 minuti, con un caricabatterie rapido da 150 kW.

Leggi altri articoli in Veicoli commerciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati