PSA: si rafforza la posizione in Cina, ingresso nel capitale di UAP

E' uno dei leader della distribuzione di pezzi di ricambio

Il Gruppo PSA prosegue la sua espansione in Cina ed ha effettuato l'ingresso nel capitale di UAP Auto Union, uno dei leader di distribuzione di pezzi di ricambio del mercato asiatico.
PSA: si rafforza la posizione in Cina, ingresso nel capitale di UAP

Il Gruppo PSA continua a puntare sul mercato cinese e rafforza la propria posizione in terra asiatica, con l’acquisizione azionaria nel capitale di UAP Auto Union, dopo Jian Xin all’inizio dell’anno. Questa azienda è uno dei leader nella distribuzione dei pezzi di ricambio ed è il secondo pilastro della strategia Aftermarket del gruppo transalpino.

UAP Auto Union

Creata 27 anni fa, UAP è, come dicevamo, leader della distribuzione di pezzi di ricambio nella provincia dello Shandong. L’azienda dispone di una presenza geografica con più di 100 magazzini ed attualmente estende il suo servizio di consegna alle province vicine con 50 centri di distribuzione.

Grazie a UAP, il Gruppo PSA potrà accedere a un sistema di distribuzione in linea con gli standard più avanzati del mercato. L’obiettivo è accelerare l’aumento delle vendite dei suoi ricambi multimarca, tra cui quelli della nuova gamma Eurorepar, sviluppata specificatamente dal gruppo transalpino per il mercato cinese.

La strategia Aftermarket di PSA

Il secondo pilastro della strategia Aftermarket multimarca del Gruppo PSA, dopo la distribuzione dei ricambi, è diventare leader mondiale della riparazione con la rete Euro Repar Car Service. Questa rete ha già più di 350 officine in tutta la Cina e, questa partnership con UAP, contribuirà fortemente alla sua espansione con la sua base clienti esistente. Gruppo PSA ha l’ambizione di raggiungere 4 000 officine Euro Repar Car Service entro il 2023 in Cina e 10.000 in tutto il mondo.

“La nostra strategia Aftermarket multimarca, pilastro del piano strategico Push to Pass, punta a soddisfare le esigenze di tutti i clienti del post-vendita nel mondo, a prescindere dal loro potere d’acquisto, dalla marca o dall’età del loro veicolo – le parole di Christophe Musy, direttore PSA Aftermarket – La Cina diventerà presto il primo mercato Aftermarket del mondo. Abbiamo grandissime ambizioni e per questo ci stiamo già assicurando delle posizioni forti”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati