Maserati Karif: il nuovo SUV compatto sarà così? [RENDERING]

Il design sarà un perfetto mix tra eleganza e sportività nel più puro stile Maserati

Maserati è al lavoro per dar vita ad un SUV dalle dimensioni più contenute da posizionare un gradino più in basso della Levante
Maserati Karif: il nuovo SUV compatto sarà così? [RENDERING]

Il segmento dei SUV è senza dubbio quello che ha registrato i numeri più interessanti negli ultimi anni e, stando alle ultime analisi, sarà anche quello che registrerà la crescita maggiore nel mercato negli anni a venire. La volontà di avere vetture dalla guida più alta rispetto alle berline classiche, con un abitacolo più spazioso ed un bagagliaio più regolare ed ampio sta avendo ed avrà sempre più peso nelle scelte dei consumatori. Questa volontà, come abbiamo avuto modo di vedere negli ultimi anni, sta interessando i segmenti di varie grandezze: dai crossover ai SUV compatti fino ad arrivare ai SUV più potenti ed esclusivi. La dimostrazione di questo trend di mercato la si ha osservando come negli ultimi anni anche costruttori premium di un certo livello abbiano deciso di cimentarsi in questo nuovo segmento: Bentley ad esempio ha dato vita alla Bentayga, Lamborghini ha creato la Urus, Aston Martin è già al lavoro sulla inedita DBX e Ferrari ha già fatto sapere di voler produrre la Purosangue.

Un SUV più compatto da affiancare alla Levante

In tal contesto vi è anche Maserati visto che il brand del tridente è entrato nel segmento dei SUV tre anni fa dando vita alla Levante. Tuttavia la risposta tutta italiana alla Porsche Cayenne pare non aver conseguito i risultati commerciali sperati e per questo sembra che Maserati voglia correre, in un certo senso ai ripari. Maserati, infatti, vorrebbe aggredire ancor di più il segmento dei SUV puntando ad allargare ancor di più la sua offerta. Come? Semplicemente replicando la strategia dei rivali ossia qulle di affiancare a SUV di grosse dimensioni vetture di pari categoria ma più compatte. In tal conteso Maserati vorrebbe dar vita ad un SUV dalle dimensioni più contenute da posizionare un gradino più in basso della Levante. Così facendo, la futura proposta Maserati andrebbe a battagliare, ad esempio, con Porsche Macan, BMW X3 e Mercedes GLC.

Il futuro SUV compatto vedrà la luce a Cassino

Allo stato attuale delle cose, ancora non si conosce molto del futuro SUV compatto firmato Maserati se non che verrà costruito nell’impianto FCA di Cassino così come sostenuto dalla stessa FCA nell’ultimo incontro con i sindacati tenutosi lo scorso fine novembre. Con ogni probabilità, il nuovo SUV compatto del tridente dovrebbe essere costruito su una base accorciata della piattaforma Giorgio, pianale già utilizzato da ALfa Romeo per Giulia e Stelvio. A livello stilistico, Maserati, invece, non si è ancora pronunciata sulla futura vettura che dovrà nascere anche se c’è da credere che il brand del tridente non rinunci ad un design contraddistinto da una forte carica stilistica, caratteristica comune a tutti i modelli del marchio.

Il design del nuovo SUV compatto sarà un mix di eleganza e sportività nel più puro stile Maserati

Ad immaginare come potrebbe essere il futuro SUV compatto di Maserati è stato il designer Vito Possidente: l’artista ha riportato sul corpo vettura da SUV compatto del nuovo modello tutti gli elementi stilistici dei più recenti modelli firmati Maserati rendendo l’ultimo family feeling ancora più aggressivo. Il tutto estremizzando i concetti di stile che già hanno riscontrato successo sugli altri modelli del brand. Possidente, inoltre, ha suggerito di rievocare il nome Karif per il futuro SUV compatto: si tratta di un nome che segue la tradizione Maserati di nominare le vetture con il nome proprio di un vento e che nella fattispecie si tratta di un vento caldo che soffia attraverso il golfo di Aden tra la Somalia e lo Yemen. Nel dettaglio Karif è un nome già visto nel listino Maserati a cavallo tra il 1988 ed il 1992 quando la casa del tridente diede vita da una coupè proposta in soli 221 esemplari.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati