Manovra, incentivi auto elettriche: Di Maio annuncia un tavolo tecnico con i costruttori

Il ministro: “Nessuna nuova tassa per auto già in circolazione”

La manovra è in discussione alla Camera. Dopo le reazioni di associazioni di categoria e sindacati, il ministro dello Sviluppo economico sottolinea i punti chiavi dell'emendamento approvato dalla commissione bilancio della Camera
Manovra, incentivi auto elettriche: Di Maio annuncia un tavolo tecnico con i costruttori

“Non esiste nessuna nuova tassa per auto già in circolazione.” Il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, torna sull’emendamento approvato dalla commissione bilancio della Camera, legato alla manovra in discussione alla Camera. Dopo le prime reazioni, il vicepremier tramite un video e un messaggio diffuso via web, ha sottolineato alcuni aspetti di quanto anticipato.

Un tavolo tecnico al ministero dello Sviluppo economico

Considerando il fatto che la manovra vada comunque discussa e migliorata, lo stesso Di Maio ha anticipato la convocazione di “un tavolo tecnico al Ministero dello Sviluppo economico, per migliorare gli incentivi per l’auto elettrica, ibrida e a metano, con i costruttori, a partire da FCA, e con le associazioni dei consumatori. Insieme troveremo la soluzione giusta per centrare due obiettivi: proteggere noi e i nostri figli dall’inquinamento, senza pesare sul portafogli.” Un aspetto rimarcato dal titolare del ministero di via Vittorio Veneto.
“Capisco le preoccupazioni di costruttori e dei cittadini” ha aggiunto il vicepremier, “che magari vorrebbero comprare un’auto ecologica, ma non se lo possono permettere perché costa di più. Per questo la norma va migliorata subito per non penalizzare nessuno, in particolare chi ha bisogno di acquistare un’utilitaria. Infatti il 60% dei modelli per cui è previsto un incentivo sono diesel: Punto diesel, Panda diesel, Clio diesel, Golf diesel, Megane diesel, Polo diesel, Classe A diesel.”

Nessuna nuova tassa

La questione resta ancorata sull’accennato criterio del bonus-malus legato alla legge di bilancio. In proposito lo stesso Di Maio sottolinea: “Sul tema auto e inquinamento, facciamo chiarezza, perché è stata fatta un po’ di confusione. Prima di tutto, non esiste nessuna nuova tassa per auto già in circolazione. Chi ha un Euro3 o qualsiasi altra macchina non pagherà un centesimo in più. Abbiamo pensato una norma per aiutare chi decide di comprare un’auto ibrida, elettrica o a metano.”
Quindi, soffermandosi sul tema e mettendo in risalto le problematiche di inquinamento soprattutto nel Nord Italia: “Perché non premiare chi decide di comprare un’auto nuova meno inquinante, dandogli un incentivo fino a 6000 euro?”, domanda il ministro dello Sviluppo economico. Aggiungendo dunque: “Questa è l’idea della norma pensata dal governo, che disincentiva chi sceglie un’auto più inquinante.” Il dibattito è aperto.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati