Mazda MX-6: un nuovo modello all’orizzonte?

La sigla MX-6 è stata registrata in Giappone

In passato il nome Mazda MX-6 ha identificato una coupè a quattro posti. Ora la stessa sigla è stata appena registrata dal costruttore giapponese presso l'ufficio brevetti. Che i tempi siano maturi per la nascita di una nuova Mazda MX-6?
Mazda MX-6: un nuovo modello all’orizzonte?

Il passato ed il futuro di Mazda si intersecano in una sigla storica: MX-6. E’ notizia di queste ore, infatti, che il costruttore di Hiroshima abbia registrato presso l’ufficio brevetti giapponese il nome MX-6, sigla che per l’appunto ha già identificato in passato alcuni modelli a firma Mazda e che in futuro tornerà ad essere associata ad un nuovo modello. Facciamo un piccolo passo indietro. A fine anni ’80 Mazda decise di lanciare sul mercato una nuova vettura in configurazione coupè quattro posti e diede vita alla MX-6, vettura proposta sul mercato attraverso due generazioni: la prima tra il 1987 ed il 1991 e la seconda dal 1992 al 1997. Nel 1997 fine dei giochi: Mazda non diede vita alla terza generazione della sua coupè e la sigla MX-6 cadde nel dimenticatoio. La sigla MX-6 però è stata recuperata di recente, visto che, come anticipato in apertura, Mazda ha provveduto a registrare nuovamente il nome in oggetto lo scorso 16 ottobre, anche se la notizia è venuta fuori soltanto nelle ultime ore.

Mazda MX-6: il nome è stato registrato presso l’ufficio brevetti giapponese

Nella fattispecie, AutoGuide ha riportato la notizia che Mazda ha registrato il nome MX-6 presso l’ufficio brevetti giapponese con particolare riferimento a “auto, ricambi e relativi accessori”. Il che, per inciso, vuol dire tutto e non vuol dire niente: allo stato attuale delle cose, infatti, non possiamo sapere cosa ha in mente il costruttore di Hiroshima, ma possiamo provare a fare delle ipotesi. Ovviamente, la prima idea che ci viene in mente è che Mazda stia effettivamente pensando di dar vita ad un nuovo modello da identificare con la sigla MX-6: probabilmente il costruttore di Hiroshima potrebbe nuovamente inserire a listino una nuova generazione di coupè a quattro posti sulla falsariga dei precedenti modelli oppure decidere di dar vita ad una MX-5 nell’inedita versione coupè. Lo ripetiamo: si tratta esclusivamente di semplici ipotesi riguardo a come Mazda potrebbe utilizzare la sigla MX-6.

Le varie ipotesi riguardo all’utilizzo del nome Mazda MX-6

Con ogni probabilità il futuro modello firmato MX-6 non avrà nulla a che fare con un modello equipaggiato con un motore rotativo oppure elettrico: nel primo caso, seguendo la tradizione del marchio giapponese, Mazda continuerebbe ad usare la sigla RX, mentre nel secondo caso, è ancora troppo presto per considerare la nascita di un modello sportivo con propulsione elettrica visto che al momento Mazda non ha alcun piano al riguardo se non quello di dar vita ad una vettura a zero emissioni non prima del 2020. Non dimentichiamoci, inoltre, che Mazda ha già fatto sapere in maniera ufficiale di voler dar vita ad un futuro modello elettrico in cui un motore rotativo potrà essere abbinato al classico pacco batterie in qualità di range extender al fine di aumentare l’autonomia ed eliminare la cosiddetta “ansia da ricarica”. In ultimo, sempre nel campo delle ipotesi, c’è sempre la possibilità che Mazda, in fin dei conti, abbia semplicemente voluto registrare il nome MX-6 non tanto per identificare un futuro modello già idealizzato, ma soltanto per evitare che altri costruttori possano registrare lo stesso nome in futuro.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati