WP_Post Object ( [ID] => 586273 [post_author] => 70 [post_date] => 2018-12-21 15:39:55 [post_date_gmt] => 2018-12-21 14:39:55 [post_content] => Lo stabilimento Seat di Martorell ha tagliato il traguardo di 10 milioni di vetture prodotte, nel corso dei suoi primi 25 anni da quando fu inaugurato nel 1993. La vettura numero 10 milioni, una Arona FR 1.5 TSI nella combinazione di colori Rosso Intenso e Nero Midnight, è in esposizione questa settimana a Martorell nell’ambito di una mostra allestita in onore delle celebrazioni del 25° anno.

I numeri dello stabilimento Seat a Martorell

In questi anni, sono ben 39 i modelli usciti da questo stabilimento, a partire dalla seconda generazione dell’Ibiza e la prima Cordoba, fino ad arrivare alla Seat Arona e alla Audi A1, nelle sue prime settimane di produzione. Lo stabilimento è stato inaugurato nel 1993, con un investimento di 244,5 miliardi di vecchie pesetas, pari ad circa 1,47 miliardi di Euro attuali. La casa spagnola trasferì qui la produzione, dopo 40 anni trascorsi nel vecchio stabilimento di Zona Franca (Barcellona), e da allora Martorell ha visto nascere i principali modelli della casa spagnola, ma anche i modelli Q3 e A1 di Audi. “Grazie ad investimenti continui a livello tecnologico e a una forza lavoro altamente qualificata – le parole di Christian Vollmer, vicepresidente per produzione e logistica Seat - anno dopo anno lo stabilimento ha migliorato la qualità di prodotti e processi, fino a diventare ciò che è oggi: l’impianto che produce il maggior numero di vetture in Spagna”.

Una vettura ogni circa 30 secondi

Ad oggi l’impianto può contare su oltre 2.000 robot che svolgono funzioni fondamentali, in costante movimento per assemblare gli oltre 3.000 componenti di ogni nuova vettura e destinati ad assumere un ruolo ancora più importante negli anni a venire. Tutte le novità 4.0 convivono con gli 8.000 collaboratori che lavorano nello stabilimento per produrre 2.400 vetture ogni giorno, pari a una vettura ogni 30 secondi circa.

La vettura numero 10 milioni: Seat Arona

Come dicevamo, la vettura che ha permesso alla fabbrica iberica di tagliare il prestigioso traguardo è una Seat Arona FR 1.5 TSI. Questa Arona è stata costruita utilizzando la piattaforma MQB A0, condivisa con la Ibiza e con la nuova arrivata, la Audi A1. Questo modello riprende il design dell’ultima Ibiza e mette in luce gioco di superfici fatto di linee tese e spigoli vivi. Gli attuali stilemi estetici propri del brand spagnolo sono stati poi “imprigionati” in un corpo vettura che richiama nelle proporzioni quello della più grande Ateca. [post_title] => Seat: superate le dieci milioni di vetture a Martorell [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => seat-superate-le-dieci-milioni-di-vetture-a-martorell [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-12-21 15:39:55 [post_modified_gmt] => 2018-12-21 14:39:55 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=586273 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Seat: superate le dieci milioni di vetture a Martorell

Lo stabilimento iberico festeggia quest'anno 25 anni

Lo stabilimento Seat di Martorell festeggia quest'anno i propri 25 anni, dall'inaugurazione del 1993. Sono ben dieci milioni gli esemplari usciti da questa fabbrica, attualmente al ritmo di una vettura ogni 30 secondi.
Seat: superate le dieci milioni di vetture a Martorell

Lo stabilimento Seat di Martorell ha tagliato il traguardo di 10 milioni di vetture prodotte, nel corso dei suoi primi 25 anni da quando fu inaugurato nel 1993. La vettura numero 10 milioni, una Arona FR 1.5 TSI nella combinazione di colori Rosso Intenso e Nero Midnight, è in esposizione questa settimana a Martorell nell’ambito di una mostra allestita in onore delle celebrazioni del 25° anno.

I numeri dello stabilimento Seat a Martorell

In questi anni, sono ben 39 i modelli usciti da questo stabilimento, a partire dalla seconda generazione dell’Ibiza e la prima Cordoba, fino ad arrivare alla Seat Arona e alla Audi A1, nelle sue prime settimane di produzione.

Lo stabilimento è stato inaugurato nel 1993, con un investimento di 244,5 miliardi di vecchie pesetas, pari ad circa 1,47 miliardi di Euro attuali. La casa spagnola trasferì qui la produzione, dopo 40 anni trascorsi nel vecchio stabilimento di Zona Franca (Barcellona), e da allora Martorell ha visto nascere i principali modelli della casa spagnola, ma anche i modelli Q3 e A1 di Audi.

“Grazie ad investimenti continui a livello tecnologico e a una forza lavoro altamente qualificata – le parole di Christian Vollmer, vicepresidente per produzione e logistica Seat – anno dopo anno lo stabilimento ha migliorato la qualità di prodotti e processi, fino a diventare ciò che è oggi: l’impianto che produce il maggior numero di vetture in Spagna”.

Una vettura ogni circa 30 secondi

Ad oggi l’impianto può contare su oltre 2.000 robot che svolgono funzioni fondamentali, in costante movimento per assemblare gli oltre 3.000 componenti di ogni nuova vettura e destinati ad assumere un ruolo ancora più importante negli anni a venire.

Tutte le novità 4.0 convivono con gli 8.000 collaboratori che lavorano nello stabilimento per produrre 2.400 vetture ogni giorno, pari a una vettura ogni 30 secondi circa.

La vettura numero 10 milioni: Seat Arona

Come dicevamo, la vettura che ha permesso alla fabbrica iberica di tagliare il prestigioso traguardo è una Seat Arona FR 1.5 TSI. Questa Arona è stata costruita utilizzando la piattaforma MQB A0, condivisa con la Ibiza e con la nuova arrivata, la Audi A1.

Questo modello riprende il design dell’ultima Ibiza e mette in luce gioco di superfici fatto di linee tese e spigoli vivi. Gli attuali stilemi estetici propri del brand spagnolo sono stati poi “imprigionati” in un corpo vettura che richiama nelle proporzioni quello della più grande Ateca.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati