WP_Post Object ( [ID] => 587031 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-01-02 19:27:54 [post_date_gmt] => 2019-01-02 18:27:54 [post_content] => Il design esterno della nuova Porsche 911 è protagonista in un filmato rilasciato di recente dalla casa tedesca, dedicato alle particolarità stilistiche dell'ottava generazione.

Affinamento ed evoluzione

Il Direttore del design esterno della nuova Porsche 911, Peter Varga, accompagna lo spettatore in questo breve viaggio tra le forme, i colori, i dettagli estetici che rendono diversa ed esclusiva l'ultima erede della storica coupé tedesca, a distanza di 55 anni dal primo esemplare. Si sottolinea subito la silhouette così caratterizzante, ma in questa disamina si parte subito dalla zona posteriore e precisamente dalla particolare scelta estetica applicata ai gruppi ottici. Uno dei punti maggiormente evoluti e distintivi. Osservando la terza luce di stop, a differenza di un tradizionale sviluppo orizzontale visibile su altre vetture prodotte, in questo caso sono presenti due specifici punti luce verticali, paralleli e accorpati alla griglia retrostante, al di sotto del lunotto. Sempre restando in quest'area, il quarto punto nevralgico della classifica mette in risalto proprio il design piuttosto raccordato e proteso verso il basso della zona posteriore. Un aspetto che ricorda la prima storica 911 Turbo, considerando il fascio unico posteriore e gli elementi collocati più in basso, raccolti in una stessa sezione. Per arrivare a queste particolari forme aerodinamiche, fluide, rotonde e muscolose, si giunge al terzo punto: l'impiego di modelli 3D. In particolare si prendono in considerazione le fiancate, per definire un cosiddetto "stile senza tempo". I fianchi contengono comunque elementi particolarmente moderni, come gli specchi esterni dalla forma piuttosto aerodinamica e maniglie a richiamo elettrico. In seconda posizione è menzionata dunque la zona frontale, una delle aree evolute in modo graduale, che rendono subito riconoscibile una Porsche 911. Quindi, al vertice, le proporzioni del modello valutando la crescita di dimensioni e la visione amplificata dai vari elementi estetici. Video: Porsche [post_title] => Porsche Top 5 Series: le peculiarità estetiche della nuova 911 [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => porsche-top-5-series-le-peculiarita-estetiche-della-nuova-911-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-02 19:27:54 [post_modified_gmt] => 2019-01-02 18:27:54 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=587031 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Porsche Top 5 Series: le peculiarità estetiche della nuova 911 [VIDEO]

Alcuni dettagli visti dall'esterno

Gli aspetti più distintivi della nuova Porsche 911, evidenziati dal Direttore del design esterno, Peter Varga
Porsche Top 5 Series: le peculiarità estetiche della nuova 911 [VIDEO]

Il design esterno della nuova Porsche 911 è protagonista in un filmato rilasciato di recente dalla casa tedesca, dedicato alle particolarità stilistiche dell’ottava generazione.

Affinamento ed evoluzione

Il Direttore del design esterno della nuova Porsche 911, Peter Varga, accompagna lo spettatore in questo breve viaggio tra le forme, i colori, i dettagli estetici che rendono diversa ed esclusiva l’ultima erede della storica coupé tedesca, a distanza di 55 anni dal primo esemplare. Si sottolinea subito la silhouette così caratterizzante, ma in questa disamina si parte subito dalla zona posteriore e precisamente dalla particolare scelta estetica applicata ai gruppi ottici. Uno dei punti maggiormente evoluti e distintivi.
Osservando la terza luce di stop, a differenza di un tradizionale sviluppo orizzontale visibile su altre vetture prodotte, in questo caso sono presenti due specifici punti luce verticali, paralleli e accorpati alla griglia retrostante, al di sotto del lunotto.
Sempre restando in quest’area, il quarto punto nevralgico della classifica mette in risalto proprio il design piuttosto raccordato e proteso verso il basso della zona posteriore. Un aspetto che ricorda la prima storica 911 Turbo, considerando il fascio unico posteriore e gli elementi collocati più in basso, raccolti in una stessa sezione.
Per arrivare a queste particolari forme aerodinamiche, fluide, rotonde e muscolose, si giunge al terzo punto: l’impiego di modelli 3D. In particolare si prendono in considerazione le fiancate, per definire un cosiddetto “stile senza tempo”. I fianchi contengono comunque elementi particolarmente moderni, come gli specchi esterni dalla forma piuttosto aerodinamica e maniglie a richiamo elettrico.
In seconda posizione è menzionata dunque la zona frontale, una delle aree evolute in modo graduale, che rendono subito riconoscibile una Porsche 911. Quindi, al vertice, le proporzioni del modello valutando la crescita di dimensioni e la visione amplificata dai vari elementi estetici.

Video: Porsche

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati