WP_Post Object ( [ID] => 587079 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-01-03 09:47:10 [post_date_gmt] => 2019-01-03 08:47:10 [post_content] => Il 2018 si è chiuso con il segno negativo per il mercato auto in Italia: sono state 1.919.025 le vetture immatricolate nell’anno appena terminato, in rapporto al 1.971.345 del 2017, facendo segnare così una perdita del 3,1%. Un anno partito bene e poi crollato nell’ultima parte, con l’introduzione delle nuove norme WLTP, nonostante un incremento del 2% nel corso dell’ultimo mese di dicembre.

Mercato auto 2018: il crollo dei diesel

Il maggiore ‘responsabile’ di questi dati negativi è il diesel, colpito dalla serie di blocchi e di commenti negativi da parte delle amministrazioni di alcune importanti città italiane e non solo. Questa motorizzazione, infatti, ha avuto una flessione generale del 12,3% nell’ultimo anno solare, perdendo anche a dicembre il 19%. "La confusione generata dai blocchi del traffico sui diesel e le dichiarazioni di alcune amministrazioni locali di importanti città italiane - dicono dall'UNRAE - non aiutano il consumatore a prendere decisioni serene di acquisto". Ne beneficia la benzina che segna nell’ultimo mese del 2018 un forte incremento del 40,4%, grazie ai privati ed al noleggio, recuperando quasi 12 punti di quota sul totale e portandosi al 41,5%. Nel totale anno la quota si attesta sul 35,3% grazie ad un incremento delle vendite del 7,9%. In leggero calo il Gpl sia nel mese sia nel cumulato 2018, dove chiude stabile al 6,5% di quota. Sono in crescita, invece, le vetture ibride (+13,6) e quelle elettriche.

Mercato auto 2018: calano tutti i segmenti

Il calo del 2018 è generale in quasi tutti i segmenti, con l’unica eccezione del segmento C, con un +1%. Vanno invece in segno negativo soprattutto le citycar ed il segmento E. Le carrozzerie a fine anno si presentano quasi tutte in territorio negativo, ma spiccano gli incrementi a doppia cifra dei crossover e fuoristrada, che nel complesso rappresentano nel 2018 il 38,6% delle vendite di autovetture. Sul fronte delle aree geografiche nell’intero anno perde il primo posto il Nord Ovest, in flessione dell’8%, al 30,8% di quota. Al primo posto sale il Nord Est al 32,7% del totale e recuperano qualche decino di punto l’Italia centrale, meridionale e insulare.

Mercato auto 2018: la Fiat Panda sempre al comando

E’ la Fiat Panda la vettura più venduta nel 2018. Sono stati 124.266 gli esemplari dell’auto del Gruppo FCA ad essere immatricolati nel corso dell’anno appena terminato, superando nettamente ogni altro modello. Sul secondo gradino del podio, infatti, troviamo la Renault Clio, le cui vendite sono meno della metà rispetto alla Panda (51.628), mentre al terzo posto si è classificata la Fiat 500X (49.931).

Mercato auto Italia: anche il 2019 sarà difficile

Le prospettive per il 2019 appena iniziato non sono particolarmente ottimistiche, almeno secondo l’UNRAE ed il suo presidente Michele Crisci: “Il 2019 sarà un anno che, eccezion fatta per fattori che ad oggi non vediamo, dovrebbe attestarsi su un volume di auto vendute più basso del 2018, sia per la tassazione aggiuntiva che provocherà un forte ammanco di IVA nelle entrate dello Stato, come più volte abbiamo rappresentato al Governo, sia per una tendenza al rallentamento che già si era fatta vedere negli ultimi mesi del 2018”. [post_title] => Mercato auto Italia: 2018 in calo, -3,1% di immatricolazioni [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mercato-auto-italia-2018-in-calo-31-di-immatricolazioni [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-03 09:47:10 [post_modified_gmt] => 2019-01-03 08:47:10 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=587079 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mercato auto Italia: 2018 in calo, -3,1% di immatricolazioni

La Fiat Panda è stata la vettura più venduta dell'anno

Il 2018 è stato un anno negativo per il mercato auto in Italia, con una flessione di immatricolazioni del 3,1% rispetto al 2017. Crolla il diesel, mentre resta la Fiat Panda la vettura nettamente più venduta nel nostro Paese.
Mercato auto Italia: 2018 in calo, -3,1% di immatricolazioni

Il 2018 si è chiuso con il segno negativo per il mercato auto in Italia: sono state 1.919.025 le vetture immatricolate nell’anno appena terminato, in rapporto al 1.971.345 del 2017, facendo segnare così una perdita del 3,1%. Un anno partito bene e poi crollato nell’ultima parte, con l’introduzione delle nuove norme WLTP, nonostante un incremento del 2% nel corso dell’ultimo mese di dicembre.

Mercato auto 2018: il crollo dei diesel

Il maggiore ‘responsabile’ di questi dati negativi è il diesel, colpito dalla serie di blocchi e di commenti negativi da parte delle amministrazioni di alcune importanti città italiane e non solo. Questa motorizzazione, infatti, ha avuto una flessione generale del 12,3% nell’ultimo anno solare, perdendo anche a dicembre il 19%. “La confusione generata dai blocchi del traffico sui diesel e le dichiarazioni di alcune amministrazioni locali di importanti città italiane – dicono dall’UNRAE – non aiutano il consumatore a prendere decisioni serene di acquisto”.

Ne beneficia la benzina che segna nell’ultimo mese del 2018 un forte incremento del 40,4%, grazie ai privati ed al noleggio, recuperando quasi 12 punti di quota sul totale e portandosi al 41,5%. Nel totale anno la quota si attesta sul 35,3% grazie ad un incremento delle vendite del 7,9%. In leggero calo il Gpl sia nel mese sia nel cumulato 2018, dove chiude stabile al 6,5% di quota. Sono in crescita, invece, le vetture ibride (+13,6) e quelle elettriche.

Mercato auto 2018: calano tutti i segmenti

Il calo del 2018 è generale in quasi tutti i segmenti, con l’unica eccezione del segmento C, con un +1%. Vanno invece in segno negativo soprattutto le citycar ed il segmento E.

Le carrozzerie a fine anno si presentano quasi tutte in territorio negativo, ma spiccano gli incrementi a doppia cifra dei crossover e fuoristrada, che nel complesso rappresentano nel 2018 il 38,6% delle vendite di autovetture.

Sul fronte delle aree geografiche nell’intero anno perde il primo posto il Nord Ovest, in flessione dell’8%, al 30,8% di quota. Al primo posto sale il Nord Est al 32,7% del totale e recuperano qualche decino di punto l’Italia centrale, meridionale e insulare.

Mercato auto 2018: la Fiat Panda sempre al comando

E’ la Fiat Panda la vettura più venduta nel 2018. Sono stati 124.266 gli esemplari dell’auto del Gruppo FCA ad essere immatricolati nel corso dell’anno appena terminato, superando nettamente ogni altro modello.

Sul secondo gradino del podio, infatti, troviamo la Renault Clio, le cui vendite sono meno della metà rispetto alla Panda (51.628), mentre al terzo posto si è classificata la Fiat 500X (49.931).

Mercato auto Italia: anche il 2019 sarà difficile

Le prospettive per il 2019 appena iniziato non sono particolarmente ottimistiche, almeno secondo l’UNRAE ed il suo presidente Michele Crisci: “Il 2019 sarà un anno che, eccezion fatta per fattori che ad oggi non vediamo, dovrebbe attestarsi su un volume di auto vendute più basso del 2018, sia per la tassazione aggiuntiva che provocherà un forte ammanco di IVA nelle entrate dello Stato, come più volte abbiamo rappresentato al Governo, sia per una tendenza al rallentamento che già si era fatta vedere negli ultimi mesi del 2018”.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati