WP_Post Object ( [ID] => 587709 [post_author] => 58 [post_date] => 2019-01-06 20:55:13 [post_date_gmt] => 2019-01-06 19:55:13 [post_content] => Golf GTI. Un nome. 3 lettere. Una leggenda. Una sigla iconica, un modello che fa della storia il cardine del suo successo, oltre ad essere un progetto vincente sotto tutti i punti di vista. Pochi avrebbero pensato che quell'esperimento pazzo, frutto di alcuni visionari ad Ingolstadt nel 1976 sarebbe diventato quello che oggi realmente rappresenta. Ma il tempo passa continuamente e quindi la Golf mk 7,5 sta ormai andando in pensione e siamo in attesa della prossima Golf mk 8, che dovrà rivaleggiare con la nuova Mercedes Classe A, appena presentata e la futura BMW Serie 1 che diventerà definitivamente a trazione anteriore. Secondo quanto riporta Auto Bild, sembrerebbe quasi confermato che la futura Golf GTI potrebbe innalzare notevolmente le sue performance, andando ad esprimere quasi 300 CV di potenza, contro i 245 CV che sfoggiava fino ad oggi. Un incremento che segue le sue più acerrime rivali pepate come Hyundai i30N, Peugeot 308 GTi, Mercedes A35 AMG e un poi più in alto la Honda Civic Type R. Sarebbe inoltre confermato che le versioni della Volkswagen Golf GTI potrebbero essere due, quella standard che partirebbe da 245 CV (stessa potenza dell'attuale Performance venduta in Italia) e la Performance, che salirebbe fino ai fantomatici 300 CV, territorio di diritto della Golf R. Appunto, la Golf R. Che fine fa? Non si è ancora capito, potrebbe ottenere un ulteriore upgrade, portando il leggendario 2.0 TFSI ad oltre 320 CV, mantenendo come differenza sostanziale rispetto alla GTI la sua trazione integrale dotata di differenziale Haldex. Viene però da chiedersi se questa rincorsa folle ai cavalli possa portare a qualcosa, distogliendo forse l'attenzione da caratteristiche ben più importanti come ad esempio le emozioni e il feeling con la vettura. [post_title] => Volkswagen Golf GTI 2019: la prossima sportiva potrebbe avere più di 280 CV [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => volkswagen-golf-gti-2019-la-prossima-sportiva-potrebbe-avere-piu-di-280-cv [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-06 20:55:13 [post_modified_gmt] => 2019-01-06 19:55:13 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=587709 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Volkswagen Golf GTI 2019: la prossima sportiva potrebbe avere più di 280 CV

Due le varianti, da 245 e probabilmente 300 CV

La futura Volkswagen Golf GTI potrebbe subire un upgrade non indifferente, spostando la potenza massima del modello ad oltre 280 CV fino a sfiorare i 300 CV, ovviamente scaricati tutti sull'avantreno come sulla cugina Seat Leon Cupra R.
Volkswagen Golf GTI 2019: la prossima sportiva potrebbe avere più di 280 CV

Golf GTI. Un nome. 3 lettere. Una leggenda. Una sigla iconica, un modello che fa della storia il cardine del suo successo, oltre ad essere un progetto vincente sotto tutti i punti di vista. Pochi avrebbero pensato che quell’esperimento pazzo, frutto di alcuni visionari ad Ingolstadt nel 1976 sarebbe diventato quello che oggi realmente rappresenta. Ma il tempo passa continuamente e quindi la Golf mk 7,5 sta ormai andando in pensione e siamo in attesa della prossima Golf mk 8, che dovrà rivaleggiare con la nuova Mercedes Classe A, appena presentata e la futura BMW Serie 1 che diventerà definitivamente a trazione anteriore. Secondo quanto riporta Auto Bild, sembrerebbe quasi confermato che la futura Golf GTI potrebbe innalzare notevolmente le sue performance, andando ad esprimere quasi 300 CV di potenza, contro i 245 CV che sfoggiava fino ad oggi. Un incremento che segue le sue più acerrime rivali pepate come Hyundai i30N, Peugeot 308 GTi, Mercedes A35 AMG e un poi più in alto la Honda Civic Type R.

Sarebbe inoltre confermato che le versioni della Volkswagen Golf GTI potrebbero essere due, quella standard che partirebbe da 245 CV (stessa potenza dell’attuale Performance venduta in Italia) e la Performance, che salirebbe fino ai fantomatici 300 CV, territorio di diritto della Golf R. Appunto, la Golf R. Che fine fa? Non si è ancora capito, potrebbe ottenere un ulteriore upgrade, portando il leggendario 2.0 TFSI ad oltre 320 CV, mantenendo come differenza sostanziale rispetto alla GTI la sua trazione integrale dotata di differenziale Haldex. Viene però da chiedersi se questa rincorsa folle ai cavalli possa portare a qualcosa, distogliendo forse l’attenzione da caratteristiche ben più importanti come ad esempio le emozioni e il feeling con la vettura.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati