Byton M-Byte, novità al CES 2019 con display dell’infotainment a tutta lunghezza sul cruscotto [VIDEO]

Schermi touch anche su volante e tunnel centrale

Al CES 2019 di Las Vegas è stato svelato il modello di serie della Byton M-Byte, SUV elettrico progettato da una nuova startup cinese e caratterizzato dalla presenza nell'abitacolo di un enorme display da 48 pollici.
Byton M-Byte, novità al CES 2019 con display dell’infotainment a tutta lunghezza sul cruscotto [VIDEO]

La startup cinese Byton ha sorpreso il mondo automotive lo scorso anno al Consumer Electronics Show quando ha presentato il concept M-Byte con all’interno un gigantesco display touchscreen a fare da infotainment. A distanza di un anno esatto, al CES 2019 di Las Vegas, la neonata azienda asiatica svela l’abitacolo definitivo, in versione di produzione, del SUV elettrico M-Byte.

Byton M-Byte: schermo da 48 pollici

Come possiamo apprezzare dalle immagini dell’evento di presentazione al CES di qualche ora fa, gli interni della Byton M-Byte si presentano con un enorme display orizzontale da 48 pollici, che equivale a poco più di sette iPad messi uno accanto all’altro. Di fronte a un infotainment di questo tipo anche lo schermo da 17 pollici di Tesla non sembra più così grande.

Chiamato Shared Experience Display (SED), si estende da un montante all’altro della vettura e si tratta di gran lunga dello schermo più grande disponibile nell’industria automobilistica. Anche se a prima vista potrebbe sembrare fonte di distrazione per il guidatore a causa delle sue dimensioni, Byton spiega che il grande display non interferisce con la visibilità e la concentrazione sulla strada di chi guida, assicurando che SED è conforme a tutti gli standard di sicurezza in tutti i mercati in cui la M-Byte sarà venduta.

Byton M-Byte: ci sono altri quattro schermi più piccoli

Un display da 48 pollici sarebbe più che sufficiente all’interno di un’auto, ma la M-Byte ne offre altri due, più piccoli. Uno schermo touch da 7 pollici è integrato nel volante, posizionato appena sopra l’airbag del guidatore, e consente al guidatore di gestire le impostazioni di setup dell’auto e di aver il controllo delle funzioni offerte dal display principale SED.

L’altro schermo, che non era presente nel concept presentato un anno fa, è il touchpad verticale da 8 pollici collocato nel tunnel centrale tra i due sedili anteriori, in modo da poter consentire anche al passeggero di gestire le numerose funzionalità del SED. A questi tre display se ne aggiungono altri due, dedicati ai passeggeri seduti nei sedili posteriori, che sono collegati al sistema d’infotainment principale. In totale la Byton M-Byton dispone di cinque schermi.

Byton M-Byte: SUV elettrico in doppia versione

Tecnologia interna e numero di display a parte, la Byton M-Byte è prima di tutto un SUV elettrico che sarà prodotto prima della fine del 2019 nello stabilimento di Nanjing, in Cina. La startup cinese proporrà sul mercato due diverse versioni: una con batteria da 71 kWh e circa 400 km d’autonomia che costerà intorno ai 40.000 euro ed una più costosa con batteria da 95 kWh e autonomia intorno ai 520 chilometri.

La Byton M-Byte sarà disponibile inizialmente sul mercato cinese, mentre nel 2020 varcherà i confini nazionali e sarà commercializzata sia in Europa che in Nord America.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati