Porsche 718 Cayman GT4 Clubsport: un nuovo esempio di passione per le corse [FOTO E VIDEO]

Altri 40 cavalli di potenza

Dopo al prima Porsche Cayman GT4 Clubsport, la casa di Stoccarda propone una nuova sportiva da gara legata alla gamma 718, in due distinte versioni

Varie componenti da competizione e il particolare utilizzo di elementi in fibra naturale, sono alcuni degli aspetti peculiari della nuova Porsche 718 Cayman GT4 Clubsport sviluppata per gli amanti e i professionisti delle piste.

Due tipologie da gara

La casa anticipa due varianti di proposta. Secondo le indicazioni fornite, la prima denominata “Trackday” risulta accessibile a 134.000 euro + IVA (aliquote IVA variabili a seconda del mercato di distribuzione) ed è rivolta principalmente ad appassionati delle competizioni. Di serie prevede un impianto di climatizzazione, un portello di sicurezza nella zona alta, un estintore portatile e un ulteriore serbatoio da 80 litri omologato FT3, assieme a sistemi di assistenza ABS ed ESC di Controllo Elettronico della Stabilità, che possono essere disattivati, così come un controllo di trazione e ammortizzatori a taratura fissa. Non omologata per l’uso stradale, l’assistenza è disponibile presso i Centri Porsche, in base a quanto trasmesso.
La “Competition”, caratterizzata da particolari studiati per le gare più impegnative, invece è proposta a 157.000 euro + IVA (aliquote IVA variabili a seconda del mercato di distribuzione). Assieme a un volante regolabile a sgancio rapido, come sulla più potente 911 GT3 R, sono segnalati: un sistema integrato di martinetti idraulici per consentire una rapida sostituzione delle gomme ai box, un sistema di gestione del bilanciamento tra gli assi tramite uno focalizzato sui freni, ammortizzatori regolabili su tre livelli, un serbatoio di sicurezza da gara da 115 litri e un impianto anti-incendio ad azione automatica.

Indole da competizione

Già ordinabile, le consegne sono previste da febbraio secondo quanto anticipato.
Il dinamismo è legato anche all’utilizzo di materiali compositi in fibre naturali per plasmare alcune componenti, ovvero un composto di fibre organiche derivato da elementi naturali come lino e canapa con caratteristiche similari a quelle della fibra di carbonio, impiegate nello specifico per realizzare l’alettone posteriore e le portiere dell’auto.
Il motore da 3.8 litri è un boxer di sei cilindri disposto in posizione centrale, ben più prestante di 40 cavalli rispetto all’unità della precedente Cayman GT4 Clubsport. Ora sono 425 cavalli a 7.500 giri/min e la coppia di 425 Nm a 6.600 giri/min. La potenza è indirizzata alle ruote posteriori e il motore è collegato a una trasmissione a doppia frizione a sei rapporti, con differenziale meccanico autobloccante retrostante. Inoltre, il peso complessivo segnalato ammonta a 1.320 chilogrammi e la scocca di sicurezza risulta saldata. Presenta poi un impianto frenante con dischi in acciaio da 380 millimetri, sospensioni anteriori con componenti alleggerite come sulla 911 GT3 Cup, un sedile da corsa e cinture con attacco a sei punti.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati