WP_Post Object ( [ID] => 587773 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-01-07 12:18:00 [post_date_gmt] => 2019-01-07 11:18:00 [post_content] => Tesla annuncia l'apertura di un nuovo impianto in Cina. Un passo importante ed un punto di svolta per l'azienda di Elon Musk che a Shanghai costruirà il suo primo stabilimento al di fuori degli Stati Uniti. La costruzione della prossima Gigafactory di Tesla segna così l'avventura del marchio californiano in Cina e rappresenta una concreta strategia di Musk per fare di Tesla un brand globale e per aggirare le imposizioni, in termini di dazi, derivanti dalla guerra commerciale in atto tra USA e Cina.

Tesla: 500.000 veicoli prodotti all'anno a Shanghai

Nell'ampia e deserta distesa di fango dove sorgerà la nuova fabbrica di Tesla a Shanghai c'è già una gru che ha iniziato a scavare. Partono infatti oggi i lavori, con Elon Musk presente a Shanghai, per dar vita ad un'accelerata decisiva nel processo di crescita di Tesla. Con il nuovo impianto, oltre ad evitare le misure import-export tra Cina e Stati Uniti, Tesla avrà un accesso più diretto al mercato cinese. La nuova Gigafactory di Shanghai punta ad una produzione annuale di 500.000 veicoli.

Tesla: produzione al via entro fine anno

Su Twitter Elon Musk ha annunciato che la prima fase dei lavori di costruzione della nuova fabbrica di Tesla sarà completata entro l'estate. L'obiettivo è quello di far partire la produzione, con la Model 3, entro la fine del 2019, per poi aumentarla l'anno prossimo. Nel nuovo impianto, oltre alla Model 3, sarà prodotta anche la Model Y, entrambe nelle versioni più accessibili. Continueranno invece ad essere prodotte negli Stati Uniti Model S, Model X e le versioni di fascia più alta di Model 3 e Model Y, anche per il mercato cinese. [post_title] => Tesla costruisce una nuova fabbrica in Cina: così Musk si smarca dalla guerra dei dazi [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => tesla-costruisce-una-nuova-fabbrica-in-cina-cosi-musk-si-smarca-dalla-guerra-dei-dazi [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-07 12:18:00 [post_modified_gmt] => 2019-01-07 11:18:00 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=587773 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Tesla costruisce una nuova fabbrica in Cina: così Musk si smarca dalla guerra dei dazi

Il nuovo impianto sorgerà a Shanghai

Alla presenza di Elon Musk partono oggi i lavori per la costruzione della nuova Gigafactory di Tesla a Shanghai. Quello in territorio cinese sarà il primo impianto di Tesla al di fuori degli Stati Uniti.
Tesla costruisce una nuova fabbrica in Cina: così Musk si smarca dalla guerra dei dazi

Tesla annuncia l’apertura di un nuovo impianto in Cina. Un passo importante ed un punto di svolta per l’azienda di Elon Musk che a Shanghai costruirà il suo primo stabilimento al di fuori degli Stati Uniti.

La costruzione della prossima Gigafactory di Tesla segna così l’avventura del marchio californiano in Cina e rappresenta una concreta strategia di Musk per fare di Tesla un brand globale e per aggirare le imposizioni, in termini di dazi, derivanti dalla guerra commerciale in atto tra USA e Cina.

Tesla: 500.000 veicoli prodotti all’anno a Shanghai

Nell’ampia e deserta distesa di fango dove sorgerà la nuova fabbrica di Tesla a Shanghai c’è già una gru che ha iniziato a scavare. Partono infatti oggi i lavori, con Elon Musk presente a Shanghai, per dar vita ad un’accelerata decisiva nel processo di crescita di Tesla. Con il nuovo impianto, oltre ad evitare le misure import-export tra Cina e Stati Uniti, Tesla avrà un accesso più diretto al mercato cinese. La nuova Gigafactory di Shanghai punta ad una produzione annuale di 500.000 veicoli.

Tesla: produzione al via entro fine anno

Su Twitter Elon Musk ha annunciato che la prima fase dei lavori di costruzione della nuova fabbrica di Tesla sarà completata entro l’estate. L’obiettivo è quello di far partire la produzione, con la Model 3, entro la fine del 2019, per poi aumentarla l’anno prossimo. Nel nuovo impianto, oltre alla Model 3, sarà prodotta anche la Model Y, entrambe nelle versioni più accessibili. Continueranno invece ad essere prodotte negli Stati Uniti Model S, Model X e le versioni di fascia più alta di Model 3 e Model Y, anche per il mercato cinese.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati