Citroen: in Italia risultati positivi a livello commerciale, nella Top 10 delle case automobilistiche

Terzo miglior incremento di vendite nell'anno

La casa francese segnala percentuali positive a fine dicembre del 2018, con una crescita rispetto a quanto registrato l'anno precedente
Citroen: in Italia risultati positivi a livello commerciale, nella Top 10 delle case automobilistiche

Un dato di 97.606 immatricolazioni, tra auto e mezzi commerciali, è il valore indicato da Citroën al termine del 2018. Positivo dunque il bilancio del marchio transalpino sul mercato italiano, considerando un aumento del 5% rispetto al 2017, con una quota che ammonta al 4,7%, in base alle indicazioni fornite.

Andamento positivo

Il modello C3 rappresenta uno dei prodotti di punta all’interno di questo quadro. Una vettura apprezzata alla luce delle 40.712 immatricolazioni effettuate nel corso dello scorso anno. Nel rispettivo segmento risulta quarta, confermandosi tra i primi 10 modelli più venduti nel Paese anche durante il mese di dicembre. Tra le prime dieci, nei rispettivi raggruppamenti, sia il nuovo SUV C3 Aircross, grazie alle 17.697 immatricolazioni, sia la nuova C4 Cactus nell’arco dei primi dieci mesi.
Il trend commerciale crescente, sintetizza la casa, rappresenta un aspetto interessante anche valutando il valore percentuale superiore all’anno precedente e alo stesso mercato, data una decrescita del 6%, da quanto segnalato. Del resto, nel corso del 2018 il brand transalpino ha rafforzato la sua proposta, introducendo la rinnovata C4 Cactus lo scorso febbraio, quindi a ottobre e novembre i nuovi Berlingo e Berlingo VAN. Entro questo gennaio, invece, è prospettato il lancio della nuova C5 Aircross, ovvero il SUV più ampio, tecnologico e versatile del marchio francese.
Tra gli aspetti citati, si evidenzia il quarto posto nel rispettivo segmento anche per le C4 SpaceTourer e Grand C4 SpaceTourer, invece lo SpaceTourer risulta all’interno della panoramica dedicata ai veicoli per uso trasporto e comunque il 4° posto complessivo considerando solo l’ultimo mese dello scorso anno.

Segnalati valori crescenti

I risultati messi in rilievo dall’analisi della struttura del mercato autovetture hanno rimarcato un andamento crescente nel canale dei privati, “nel cumulo da inizio anno e in particolare nel singolo mese di dicembre, dove la percentuale a doppia cifra, pari al 20,9%, è molto significativa”, si precisa all’interno del comunicato rilasciato dalla casa. Pur considerando un accenno positivo a dicembre, “il mercato invece registra da gennaio una flessione superiore al 2%”.
I valori risultano positivi anche passando al mercato dei veicoli commerciali. Si indica un dato che valica le 14.768 immatricolazioni da inizio 2018, leggermente in aumento rispetto all’anno precedente, che consente al marchio di confermarsi quarto tra i marchi operanti nel settore. Risultato da collegare in particolare al Citroën Jumper, le cui vendite sono cresciute del 19,6%, diventando terzo nel proprio segmento. Buoni anche i prospetti legati a Jumpy, considerando un aumento delle immatricolazioni pari al 9,2% (anche questo 3° nel rispettivo segmento), così come risulta positivo l’approccio con il nuovo Berlingo Van, in base alle 412 immatricolazioni raggiunte a poco più di un mese dall’introduzione.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati