WP_Post Object ( [ID] => 588732 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-01-09 12:24:19 [post_date_gmt] => 2019-01-09 11:24:19 [post_content] => Al Consumer Electronics Show di Las Vegas, Audi mostra alcune soluzioni dedicate dell'automazione e alla mobilità futura. In particolare una certa attenzione per l'intrattenimento a bordo.

I Quattro anelli al CES 2019

Il costruttore di Ingolstadt, partecipando all'appuntamento statunitense per gli amanti dell'innovazione tecnologica, pone l'attenzione su alcuni aspetti legati all'interazione dentro l'abitacolo. Non resta da parte il concetto principe della mobilità, ma altrettanto importanti sono gli aspetti legati a sostenibilità, connettività e dunque funzionalità d'insieme in un'auto. Partendo dall'Audi e-tron, che rappresenta il frutto di una ricerca su più fronti e il primo modello elettrico prodotto in serie con diversi sistemi e supporti interattivi, come l'assistenza vocale del sistema Amazon Alexa, la casa tedesca presenta già una visione concreta dell'imminente futuro. Versatilità dal punto di vista dinamico e anche tecnologico, considerando un'applicazione di gestione myAudi e un programma di ricarica e-tron Charging Service. Sono solo alcuni degli aspetti di un progetto firmato dalla ricerca innovativa del costruttore. Studi che riguardano anche prototipi per la mobilità individuale, visionarie “experience room” viaggianti come la Audi Aicon, mostrata già nel 2017 al Salone di Francoforte e nuovamente proposta proprio alla manifestazione inaugurata a Las Vegas. Si è fatto cenno comunque a un'esperienza di bordo e questo resta un tema cardine per la casa al CES 2019. L'Audi Experince Ride anticipa proprio l'opportunità di rendere l'abitacolo di un'auto una specie di "parco giochi" per gli occupanti. Specifici visori, in futuro, consentiranno ai passeggeri seduti in seconda fila di godere di più esperienze interattive, osservando ad esempio un film. Grazie anche a una tecnologia che "sincronizza i contenuti digitali con i movimenti dell'auto", da quanto segnalato, i contenuti saranno percepibili in modo ancora più ricco. Una start-up holoride, seguita da Audi Electronics Venture GmbH, ha preso vita proprio per accelerare questo processo di innovazione, è stato segnalato nell'occasione. Audi cita il progetto Immersive In-Car Entertainment. Sebbene l'auto sia ferma, i segnali ricevuti dalle scene dei film prendono forma grazie ai movimenti trasmessi dall'auto, offrendo dunque maggior sensibilità alle scene e consentendo al contenuto di essere anche più empatico. Un'esperienza più vissuta. [post_title] => Audi al CES 2019: la visione di una mobilità più emozionale [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => audi-al-ces-2019-la-visione-di-una-mobilita-piu-emozionale-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-09 12:24:19 [post_modified_gmt] => 2019-01-09 11:24:19 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=588732 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Audi al CES 2019: la visione di una mobilità più emozionale [FOTO]

Esempi e soluzioni pensando all'intrattenimento futuro

La casa tedesca mostra alcuni frutti della sua ricerca tecnologica, in occasione dell'appuntamento statunitense dedicato alla tecnologia

Al Consumer Electronics Show di Las Vegas, Audi mostra alcune soluzioni dedicate dell’automazione e alla mobilità futura. In particolare una certa attenzione per l’intrattenimento a bordo.

I Quattro anelli al CES 2019

Il costruttore di Ingolstadt, partecipando all’appuntamento statunitense per gli amanti dell’innovazione tecnologica, pone l’attenzione su alcuni aspetti legati all’interazione dentro l’abitacolo. Non resta da parte il concetto principe della mobilità, ma altrettanto importanti sono gli aspetti legati a sostenibilità, connettività e dunque funzionalità d’insieme in un’auto.
Partendo dall’Audi e-tron, che rappresenta il frutto di una ricerca su più fronti e il primo modello elettrico prodotto in serie con diversi sistemi e supporti interattivi, come l’assistenza vocale del sistema Amazon Alexa, la casa tedesca presenta già una visione concreta dell’imminente futuro. Versatilità dal punto di vista dinamico e anche tecnologico, considerando un’applicazione di gestione myAudi e un programma di ricarica e-tron Charging Service. Sono solo alcuni degli aspetti di un progetto firmato dalla ricerca innovativa del costruttore.
Studi che riguardano anche prototipi per la mobilità individuale, visionarie “experience room” viaggianti come la Audi Aicon, mostrata già nel 2017 al Salone di Francoforte e nuovamente proposta proprio alla manifestazione inaugurata a Las Vegas.
Si è fatto cenno comunque a un’esperienza di bordo e questo resta un tema cardine per la casa al CES 2019. L’Audi Experince Ride anticipa proprio l’opportunità di rendere l’abitacolo di un’auto una specie di “parco giochi” per gli occupanti. Specifici visori, in futuro, consentiranno ai passeggeri seduti in seconda fila di godere di più esperienze interattive, osservando ad esempio un film. Grazie anche a una tecnologia che “sincronizza i contenuti digitali con i movimenti dell’auto”, da quanto segnalato, i contenuti saranno percepibili in modo ancora più ricco. Una start-up holoride, seguita da Audi Electronics Venture GmbH, ha preso vita proprio per accelerare questo processo di innovazione, è stato segnalato nell’occasione.
Audi cita il progetto Immersive In-Car Entertainment. Sebbene l’auto sia ferma, i segnali ricevuti dalle scene dei film prendono forma grazie ai movimenti trasmessi dall’auto, offrendo dunque maggior sensibilità alle scene e consentendo al contenuto di essere anche più empatico. Un’esperienza più vissuta.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati