WP_Post Object ( [ID] => 589459 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-01-10 16:53:45 [post_date_gmt] => 2019-01-10 15:53:45 [post_content] => Lo sviluppo di una nuova Alfa Romeo 8C, dopo quanto accennato in occasione del Capital Market Day dello scorso giugno, resta possibile. Un progetto suggestivo e da sviluppare, considerando le parole rilasciate nel corso di un'intervista da Timothy Kuniskis, Global Head del brand Alfa Romeo e anche responsabile di Jeep in Nord America.

Pensando a una nuova 8C

In base a quanto riportato dai colleghi di AutoGuide, il capo globale del marchio lombardo sottolinea come l'impegno dei tecnici del marchio sia focalizzato soprattutto sulla dinamica di guida. Rimarcando ciò si distingue maggiormente una vettura del Biscione dalle dirette concorrenti. Ma ciò non può essere scisso dalla proposta, al momento meno variegata rispetto ad altri brand di fascia medio-alta. Considerando quanto trapelato del cosiddetto "Piano Italia", dopo l'incontro tra il nuovo amministratore delegato del Gruppo FCA, Mike Manley, il responsabile dell'area EMEA, Pietro Gorlier e i sindacati italiani; si attende in primis un nuovo SUV di Alfa Romeo più compatto sviluppato nello stabilimento di Pomigliano d'Arco. Potrebbe essere presentato entro l'anno e commercializzato nel 2020. Rispetto al prospetto fornito lo scorso giugno, che delineava diverse novità tra i 2018 e il 2022, quanto segnalato di recente ha fatto cenno solo sugli sviluppi previsti nei prossimi tre, ma non è detto che non possano avvenire ulteriori modifiche in corso d'opera. Del resto, sul prospetto dedicato ad Alfa Romeo in occasione dello scorso Capital Market Day era stato già anticipato un SUV, o meglio un Utility Vehicle (UV), più compatto rispetto allo Stelvio e anche un altro più grande di segmento E. Ma senza nessun cenno alle tempistiche, a parte l'arco quinquennale del citato piano. Stesso discorso per un anticipato aggiornamento di Giulietta, Giulia e Stelvio, tutte elettrificate come la futura produzione, da quanto segnalato nell'occasione. Quindi passando alle "Specialty", assieme a un'intrigante GTV sulla quale però non sono emerse ulteriori indiscrezioni dopo l'annuncio dello scorso giugno, si giunge alla 8C riportata in evidenza dalle recenti parole di Kuniskis. "Al Capital Market Day, abbiamo detto che stavamo pensando di fare una 8C. Abbiamo detto che costruiremo una supercar", ha dichiarato secco nel corso dell'intervista ad AutoGuide, non fornendo di seguito ulteriori dettagli.

Una visione da oltre 700 cavalli

Recuperando quanto suggerito dalla scheda dedicata risalente allo scorso giugno, questa sportiva sarebbe equipaggiata con motore centrale termico arricchito da un doppio turbo-compressore. Si è supposto il già noto V6 da 2.9 litri delle Quadrifoglio, collegato a un'unità elettrica di supporto. Ma la storica sigla 8C, secondo tradizione, prevede un motore otto cilindri. Dunque non si può escludere che sotto il cofano possa figurare anche un'architettura del tutto differente, frutto di una probabile nuova sinergia con i tecnici di Maranello. Per ora restano ipotesi. Nella scheda si è fatto cenno anche a una raffinata soluzione di tipo meccanico, ovvero un assale frontale elettrificato. La spinta, combinando le alimentazioni, potrebbe superare i 700 cavalli e consentire alla vettura di toccare i 100 km/h in meno di tre secondi dallo scatto. Un'altra finezza sarebbe il telaio monoscocca in fibra di carbonio, attorno al quale dare forma all'auto. Un progetto che garantirebbe prestazioni piuttosto elevate. Rendering di apertura: Masera [post_title] => Alfa Romeo 8C: si torna a parlare di un'iconica sportiva [RENDERING] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => alfa-romeo-8c-si-torna-a-parlare-di-uniconica-sportiva-rendering [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-10 16:53:45 [post_modified_gmt] => 2019-01-10 15:53:45 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=589459 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Alfa Romeo 8C: si torna a parlare di un’iconica sportiva [RENDERING]

Citata dal nuovo Global Head del marchio, Timothy Kuniskis

Interpellato sulla strategia del brand lombardo, il nuovo responsabile globale nomina anche uno dei modelli più attesi, anticipato già lo scorso giugno
Alfa Romeo 8C: si torna a parlare di un’iconica sportiva [RENDERING]

Lo sviluppo di una nuova Alfa Romeo 8C, dopo quanto accennato in occasione del Capital Market Day dello scorso giugno, resta possibile. Un progetto suggestivo e da sviluppare, considerando le parole rilasciate nel corso di un’intervista da Timothy Kuniskis, Global Head del brand Alfa Romeo e anche responsabile di Jeep in Nord America.

Pensando a una nuova 8C

In base a quanto riportato dai colleghi di AutoGuide, il capo globale del marchio lombardo sottolinea come l’impegno dei tecnici del marchio sia focalizzato soprattutto sulla dinamica di guida. Rimarcando ciò si distingue maggiormente una vettura del Biscione dalle dirette concorrenti. Ma ciò non può essere scisso dalla proposta, al momento meno variegata rispetto ad altri brand di fascia medio-alta. Considerando quanto trapelato del cosiddetto “Piano Italia”, dopo l’incontro tra il nuovo amministratore delegato del Gruppo FCA, Mike Manley, il responsabile dell’area EMEA, Pietro Gorlier e i sindacati italiani; si attende in primis un nuovo SUV di Alfa Romeo più compatto sviluppato nello stabilimento di Pomigliano d’Arco. Potrebbe essere presentato entro l’anno e commercializzato nel 2020.
Rispetto al prospetto fornito lo scorso giugno, che delineava diverse novità tra i 2018 e il 2022, quanto segnalato di recente ha fatto cenno solo sugli sviluppi previsti nei prossimi tre, ma non è detto che non possano avvenire ulteriori modifiche in corso d’opera.
Del resto, sul prospetto dedicato ad Alfa Romeo in occasione dello scorso Capital Market Day era stato già anticipato un SUV, o meglio un Utility Vehicle (UV), più compatto rispetto allo Stelvio e anche un altro più grande di segmento E. Ma senza nessun cenno alle tempistiche, a parte l’arco quinquennale del citato piano. Stesso discorso per un anticipato aggiornamento di Giulietta, Giulia e Stelvio, tutte elettrificate come la futura produzione, da quanto segnalato nell’occasione. Quindi passando alle “Specialty”, assieme a un’intrigante GTV sulla quale però non sono emerse ulteriori indiscrezioni dopo l’annuncio dello scorso giugno, si giunge alla 8C riportata in evidenza dalle recenti parole di Kuniskis. “Al Capital Market Day, abbiamo detto che stavamo pensando di fare una 8C. Abbiamo detto che costruiremo una supercar”, ha dichiarato secco nel corso dell’intervista ad AutoGuide, non fornendo di seguito ulteriori dettagli.

Una visione da oltre 700 cavalli

Recuperando quanto suggerito dalla scheda dedicata risalente allo scorso giugno, questa sportiva sarebbe equipaggiata con motore centrale termico arricchito da un doppio turbo-compressore. Si è supposto il già noto V6 da 2.9 litri delle Quadrifoglio, collegato a un’unità elettrica di supporto. Ma la storica sigla 8C, secondo tradizione, prevede un motore otto cilindri. Dunque non si può escludere che sotto il cofano possa figurare anche un’architettura del tutto differente, frutto di una probabile nuova sinergia con i tecnici di Maranello. Per ora restano ipotesi. Nella scheda si è fatto cenno anche a una raffinata soluzione di tipo meccanico, ovvero un assale frontale elettrificato. La spinta, combinando le alimentazioni, potrebbe superare i 700 cavalli e consentire alla vettura di toccare i 100 km/h in meno di tre secondi dallo scatto. Un’altra finezza sarebbe il telaio monoscocca in fibra di carbonio, attorno al quale dare forma all’auto. Un progetto che garantirebbe prestazioni piuttosto elevate.

Rendering di apertura: Masera

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati