WP_Post Object ( [ID] => 589276 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-01-10 12:52:35 [post_date_gmt] => 2019-01-10 11:52:35 [post_content] => Ford ha presentato la nuova generazione dell'Explorer, il SUV più venduto del mercato americano. Pronto a debuttare tra pochi giorni di fronte al pubblico del Salone di Detroit, il nuovo modello dell'Explorer sarà nei concessionari americani nella seconda metà del 2019.

Ford Explorer: rinnovato soprattutto dentro

Andare a rinnovare un modello così particolarmente apprezzato dal mercato è un compito delicato che l'Ovale Blu ha condotto all'insegna della continuità e dell'evoluzione stilistica. Dunque nessuna rivoluzione sugli esterni, mentre gran parte delle novità si concentrano sull'abitacolo a 7 posti che è stato completamente riprogettato, reso più moderno e spazioso. Ascoltando le esigenze dei clienti, Ford ha introdotto nella nuova Explorer motorizzazioni più potenti, soluzioni più improntate all'off-road e ritorno alla trazione posteriore per le versioni base al fine di incrementare la capacità di traino del SUV.

Ford Explorer: infotainment con SYNC 3

Gli interni della nuova Ford Explorer propongono una ricca dotazione di ultima generazione per quanto riguarda l'infotainment e i sistemi di assistenza alla guida. A bordo del SUV nordamericano c'è un nuovo display da 8 pollici, con quello da 10,1 pollici disponibile in optional, collocato nella console centrale che integra il sistema SYNC 3 con FordPass Connect. A esso si affianca il quadro strumenti con schermo da 12,3 pollici e l'hotspot Wi-Fi 4G con Sim dedicata.

Ford Explorer: Co-Pilot360 di serie

La nuova Explorer offre di serie il pacchetto Ford Co-Pilot360 che comprende la frenata automatica d'emergenza con Pre-Collision Assist e riconoscimento dei pedoni, il controllo automatico degli abbaglianti, il Blind Spot Information System con Cross-Traffic Alert, il Lane Keeping System, l'Evasive Steering Assist e la retrocamera. A richiesta è disponibile il Park Assist 2.0 che agendo su sterzo, cambio, acceleratore e freno consente al SUV di effettuare le manovre di parcheggio in totale autonomia.

Ford Explorer: due benzina a quattro e sei cilindri

Passando alle motorizzazioni, nella gamma della nuova Ford Explorer si può scegliere tra due benzina: il quattro cilindri EcoBoost 2.3 da 300 CV e 420 Nm di coppia ed il V6 EcoBoost 3.0 da 365 CV e 515 Nm, entrambi sono associati al cambio automatico a 10 rapporti. Il SUV è disponibile con la trazione posteriore, che mette a disposizione sei modalità di guida tramite il Terrain Management System che intervengono su diversi parametri dell'auto, oppure con la trazione integrale (a richiesta) che offre sette setup di guida. Ad affiancare le due motorizzazioni benzina ci sarà anche la versione Limited Hybrid, della quale però non sono ancora stati svelati i dettagli tecnici. [post_title] => Ford Explorer: la nuova generazione del SUV scopre le carte [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ford-explorer-la-nuova-generazione-del-suv-scopre-le-carte-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-10 12:52:35 [post_modified_gmt] => 2019-01-10 11:52:35 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=589276 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ford Explorer: la nuova generazione del SUV scopre le carte [FOTO]

La nuova Explorer propone due motorizzazioni benzina

La nuova generazione della Ford Explorer è stata svelata in vista del debutto al Salone di Detroit. Il SUV dell'Ovale è stato rinfrescato nel look esterno e riprogettato nell'abitacolo, reso più spazioso e tecnologico.

Ford ha presentato la nuova generazione dell’Explorer, il SUV più venduto del mercato americano. Pronto a debuttare tra pochi giorni di fronte al pubblico del Salone di Detroit, il nuovo modello dell’Explorer sarà nei concessionari americani nella seconda metà del 2019.

Ford Explorer: rinnovato soprattutto dentro

Andare a rinnovare un modello così particolarmente apprezzato dal mercato è un compito delicato che l’Ovale Blu ha condotto all’insegna della continuità e dell’evoluzione stilistica. Dunque nessuna rivoluzione sugli esterni, mentre gran parte delle novità si concentrano sull’abitacolo a 7 posti che è stato completamente riprogettato, reso più moderno e spazioso. Ascoltando le esigenze dei clienti, Ford ha introdotto nella nuova Explorer motorizzazioni più potenti, soluzioni più improntate all’off-road e ritorno alla trazione posteriore per le versioni base al fine di incrementare la capacità di traino del SUV.

Ford Explorer: infotainment con SYNC 3

Gli interni della nuova Ford Explorer propongono una ricca dotazione di ultima generazione per quanto riguarda l’infotainment e i sistemi di assistenza alla guida. A bordo del SUV nordamericano c’è un nuovo display da 8 pollici, con quello da 10,1 pollici disponibile in optional, collocato nella console centrale che integra il sistema SYNC 3 con FordPass Connect. A esso si affianca il quadro strumenti con schermo da 12,3 pollici e l’hotspot Wi-Fi 4G con Sim dedicata.

Ford Explorer: Co-Pilot360 di serie

La nuova Explorer offre di serie il pacchetto Ford Co-Pilot360 che comprende la frenata automatica d’emergenza con Pre-Collision Assist e riconoscimento dei pedoni, il controllo automatico degli abbaglianti, il Blind Spot Information System con Cross-Traffic Alert, il Lane Keeping System, l’Evasive Steering Assist e la retrocamera. A richiesta è disponibile il Park Assist 2.0 che agendo su sterzo, cambio, acceleratore e freno consente al SUV di effettuare le manovre di parcheggio in totale autonomia.

Ford Explorer: due benzina a quattro e sei cilindri

Passando alle motorizzazioni, nella gamma della nuova Ford Explorer si può scegliere tra due benzina: il quattro cilindri EcoBoost 2.3 da 300 CV e 420 Nm di coppia ed il V6 EcoBoost 3.0 da 365 CV e 515 Nm, entrambi sono associati al cambio automatico a 10 rapporti. Il SUV è disponibile con la trazione posteriore, che mette a disposizione sei modalità di guida tramite il Terrain Management System che intervengono su diversi parametri dell’auto, oppure con la trazione integrale (a richiesta) che offre sette setup di guida. Ad affiancare le due motorizzazioni benzina ci sarà anche la versione Limited Hybrid, della quale però non sono ancora stati svelati i dettagli tecnici.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati