WP_Post Object ( [ID] => 589213 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-01-10 10:57:55 [post_date_gmt] => 2019-01-10 09:57:55 [post_content] => Il mercato automobilistico è un po’ in difficoltà ed ha vissuto un 2018 con segno negativo in Europa ed in Italia, ma non solo nel Vecchio Continente ci sono questi problemi, visto che anche la Cina ha chiuso l’anno appena terminato con una perdita del 6%, rispetto al 2017. E’ la prima volta negli ultimi vent’anni che il mercato asiatico chiude un anno con il segno negativo.

Mercato auto Cina: il crollo di Geely

Chi ha pagato principalmente questo calo è Geely, il più importante produttore di automobili cinesi. Lo stesso costruttore ha annunciato di aver mancato l’obiettivo del 2018 (1,58 milioni di vetture) di circa il 5% Ed il calo è arrivato principalmente nell’ultimo quarto dell’anno, con addirittura un 44% perso nel corso dell’ultimo mese di dicembre, rispetto allo stesso periodo del 2017. Anche i produttori stranieri, tuttavia, hanno comunicato un calo delle vendite nel mercato cinese, come Ford, Volkswagen, Jaguar Land Rover e General Motors. E, secondo quanto scritto dalla CAAM (China Association of Automobile Manufacturers), questo calo è dovuto alle tensioni internazionali, in particolare alla guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti. Anche i sussidi governativi per l'acquisto delle auto si sono conclusi lo scorso anno, riducendo così gli incentivi per l'acquisto di auto nuove da parte dei consumatori.

Mercato auto Cina: sarà invariato nel 2019

CAAM ha dichiarato di aspettarsi che il mercato rimanga invariato nel 2019 e ha aggiunto che, sebbene la domanda di auto diesel e benzina sia in calo, l'aumento delle vendite di auto elettriche potrebbe probabilmente aiutare il mercato generale ad evitare un altro crollo. Inoltre, la Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforma cinese (NDRC) ha affermato l’intenzione di introdurre nuove politiche, tra cui una riduzione della tassazione, con l’obiettivo di aumentare la spesa dei consumatori per auto e elettrodomestici. [post_title] => Mercato auto: anche la Cina è in calo, prima volta in 20 anni [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mercato-auto-anche-la-cina-e-in-calo-prima-volta-in-20-anni [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-10 10:57:55 [post_modified_gmt] => 2019-01-10 09:57:55 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=589213 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mercato auto: anche la Cina è in calo, prima volta in 20 anni

Le vendite sono calate del 6% rispetto al 2017

Il mercato auto è calato anche in Cina, per la prima volta negli ultimi vent'anni. Le vendite hanno subito una flessione del 6%, con un ribasso soprattutto per Geely, ed anche il 2019 non si prospetta come anno florido.
Mercato auto: anche la Cina è in calo, prima volta in 20 anni

Il mercato automobilistico è un po’ in difficoltà ed ha vissuto un 2018 con segno negativo in Europa ed in Italia, ma non solo nel Vecchio Continente ci sono questi problemi, visto che anche la Cina ha chiuso l’anno appena terminato con una perdita del 6%, rispetto al 2017. E’ la prima volta negli ultimi vent’anni che il mercato asiatico chiude un anno con il segno negativo.

Mercato auto Cina: il crollo di Geely

Chi ha pagato principalmente questo calo è Geely, il più importante produttore di automobili cinesi. Lo stesso costruttore ha annunciato di aver mancato l’obiettivo del 2018 (1,58 milioni di vetture) di circa il 5% Ed il calo è arrivato principalmente nell’ultimo quarto dell’anno, con addirittura un 44% perso nel corso dell’ultimo mese di dicembre, rispetto allo stesso periodo del 2017.

Anche i produttori stranieri, tuttavia, hanno comunicato un calo delle vendite nel mercato cinese, come Ford, Volkswagen, Jaguar Land Rover e General Motors. E, secondo quanto scritto dalla CAAM (China Association of Automobile Manufacturers), questo calo è dovuto alle tensioni internazionali, in particolare alla guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti. Anche i sussidi governativi per l’acquisto delle auto si sono conclusi lo scorso anno, riducendo così gli incentivi per l’acquisto di auto nuove da parte dei consumatori.

Mercato auto Cina: sarà invariato nel 2019

CAAM ha dichiarato di aspettarsi che il mercato rimanga invariato nel 2019 e ha aggiunto che, sebbene la domanda di auto diesel e benzina sia in calo, l’aumento delle vendite di auto elettriche potrebbe probabilmente aiutare il mercato generale ad evitare un altro crollo.

Inoltre, la Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforma cinese (NDRC) ha affermato l’intenzione di introdurre nuove politiche, tra cui una riduzione della tassazione, con l’obiettivo di aumentare la spesa dei consumatori per auto e elettrodomestici.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati