Porsche Taycan Targa: tetto posteriore in vetro sulla futura elettrica [RENDERING]

Si gioca a ipotizzare l'evoluzione della gamma della Taycan

La Porsche Taycan Targa viene immaginata in un nuovo rendering che disegna la futura sportiva elettrica tedesca con la configurazione che prevede il tetto posteriore in vetro.
Porsche Taycan Targa: tetto posteriore in vetro sulla futura elettrica [RENDERING]

Nonostante la Porsche Taycan non sia ancora arrivata sul mercato, non mancano gli esercizi stilistici di chi prova a immaginarne l’evoluzione della gamma, proponendo ipotetici look di versioni differenti dal modello coupé standard. Tra queste c’è il rendering realizzato dal designer Jonsibal che ha dato forma alla Porsche Taycan Targa, una variante di sicuro fascino ma che difficilmente troverà spazio nei piani produttivi della Casa tedesca.

Porsche Taycan: versione Targa di difficile realizzazione

Caratterizzata dai particolari cerchi Turbofan, la Porsche Taycan Targa si presenta con la classica configurazione della carrozzeria aperta, con il posteriore equipaggiato da un lunotto inclinato in vetro che poggia su una struttura che si estende fino all’altezza dell’apertura delle portiere.

Mentre per il momento non c’è stato alcun accenno sull’eventuale realizzazione di un versione Targa della Taycan, sappiamo invece che Porsche produrrà invece una versione shooting brake del modello 100% elettrico, prefigurata dalla Taycan Cross Turismo.

Porsche Taycan: arriverà a fine 2019

Ovviamente prima di avere a che fare con varianti di carrozzeria aggiuntive, come il modello Targa di questo rendering, c’è da aspettare che la Porsche Taycan standard faccia il suo debutto sul mercato, previsto per la fine di quest’anno. La Casa di Zuffenhausen aveva inizialmente pianificato di produrre 20.000 unità all’anno della Taycan, ma l’elevata domanda ha costretto Porsche a incrementare tale volume.

A differenza di molte auto elettriche, anche di livello premium, che sono dotate di sistema elettrico a 400 V, la Taycan è predisposta per sorreggere un hardware a 800 V. Ciò dovrebbe consentire di ricaricare la batteria della vettura fino a 350 kW, il che significa tempi di ricarica estremamente rapidi: l’80% della batteria ricaricata in soli 15 minuti.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati