WP_Post Object ( [ID] => 590016 [post_author] => 58 [post_date] => 2019-01-12 12:47:32 [post_date_gmt] => 2019-01-12 11:47:32 [post_content] => Il famoso Tuner tedesco ha finalmente rivelato una delle sue più pazzesche creazioni, stiamo parlando della potentissima Gemballa GTR 8XX EvoR BiTurbo, basata sulla già sensazionale 911 Turbo S, qui resa ancora più potente e decisamente estrema. Oltre ad avere sicuramente più potenza di quella che si potrebbe richiedere al leggendario Flat-six della 911 ha anche un nome complesso e artificioso, ma a noi piace così, estrema in tutto.

Gemballa GTR 8XX EvoR BiTurbo: tutto frutto del Flat-six di Zuffenhausen

Sembrerà pazzesco ma questa è una vera e propria prova di forza e di affidabilità per i propulsori prodotti a Zuffenhausen, quartiere di Stoccarda in cui vengono alla luce i capolavori di Porsche. Gemballa infatti, piuttosto che effettuare un ovvio e più costoso swap del propulsore, ha deciso di lavorare sull'ottimo 3.8 litri flat-six bi-turbo di cui è già dotata la Turbo S che originariamente riesce a derogare 580 CV. Il tuner non ha fornito informazioni specifiche sui lavori effettuati ma quasi sicuramente saranno state impiegate nuove turbine, intercooler maggiorati, un nuovo sistema di raffreddamento, nuove bielle e pistoni da gara, nuove frizioni più resistenti per il leggendario PDK, un differenziale rinforzato, un nuovo impianto frenante e un'elettronica capace di far lavorare tutti i nuovi componenti in perfetta armonia, riuscendo a gestire l'enorme quantità di coppia generata.

Gemballa GTR 8XX EvoR BiTurbo: prestazioni da record

La GTR 8XX EvoR BiTurbo è infatti capace di generare come già detto 807 CV e ben 1089 Nm di coppia massima (contro i 700 Nm della Turbo S), valori così alti da far impallidire anche la potentissima 911 GT2 RS. Passando alle performance su strada, Gemballa rivela che lo 0-100 é coperto in soli 2,38 secondi, per poi raggiungere i 200 km/h in soli 7,5 secondi. La velocità massima è stata autolimitata a 340 km/h, non male. Da notare anche come venga stravolta quella sorta di sobria eleganza tipica di Porsche o comunque della Turbo S, cedendo il passo ad un look che tutto ha tranne che l'eleganza. Sembra gridare al mondo "hey, guardatemi" con quel bodykit larghissimo, splitter anteriore, alettone XXL e quelle due enormi voragini sul cofano. In sostanza, se siete dei proprietari di una 911 Turbo S e siete stati umiliati al semaforo da qualche hypercar o da una 918 Spyder, che, chiamate Gemballa e potrete prendervi la vostra rivincita. [post_title] => Gemballa GTR 8XX EvoR BiTurbo: un mostro da 807 CV e un look davvero aggressivo [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => gemballa-gtr-8xx-evor-biturbo-un-mostro-da-807-cv-e-un-look-davvero-aggressivo [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-12 12:47:32 [post_modified_gmt] => 2019-01-12 11:47:32 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=590016 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Gemballa GTR 8XX EvoR BiTurbo: un mostro da 807 CV e un look davvero aggressivo

Quando una 911 Turbo S è troppo sobria e poco "esplosiva"

In un mondo di esclusività e differenziazione c'è spazio anche per la Gemballa GTR 8XX EvoR BiTurbo un missile terra-terra da 807 CV realizzato dal tuner tedesco, che non ha nulla da invidiare alle hypercar più famose in quanto a prestazioni e colpo d'occhio.
Gemballa GTR 8XX EvoR BiTurbo: un mostro da 807 CV e un look davvero aggressivo

Il famoso Tuner tedesco ha finalmente rivelato una delle sue più pazzesche creazioni, stiamo parlando della potentissima Gemballa GTR 8XX EvoR BiTurbo, basata sulla già sensazionale 911 Turbo S, qui resa ancora più potente e decisamente estrema. Oltre ad avere sicuramente più potenza di quella che si potrebbe richiedere al leggendario Flat-six della 911 ha anche un nome complesso e artificioso, ma a noi piace così, estrema in tutto.

Gemballa GTR 8XX EvoR BiTurbo: tutto frutto del Flat-six di Zuffenhausen


Sembrerà pazzesco ma questa è una vera e propria prova di forza e di affidabilità per i propulsori prodotti a Zuffenhausen, quartiere di Stoccarda in cui vengono alla luce i capolavori di Porsche. Gemballa infatti, piuttosto che effettuare un ovvio e più costoso swap del propulsore, ha deciso di lavorare sull’ottimo 3.8 litri flat-six bi-turbo di cui è già dotata la Turbo S che originariamente riesce a derogare 580 CV. Il tuner non ha fornito informazioni specifiche sui lavori effettuati ma quasi sicuramente saranno state impiegate nuove turbine, intercooler maggiorati, un nuovo sistema di raffreddamento, nuove bielle e pistoni da gara, nuove frizioni più resistenti per il leggendario PDK, un differenziale rinforzato, un nuovo impianto frenante e un’elettronica capace di far lavorare tutti i nuovi componenti in perfetta armonia, riuscendo a gestire l’enorme quantità di coppia generata.

Gemballa GTR 8XX EvoR BiTurbo: prestazioni da record


La GTR 8XX EvoR BiTurbo è infatti capace di generare come già detto 807 CV e ben 1089 Nm di coppia massima (contro i 700 Nm della Turbo S), valori così alti da far impallidire anche la potentissima 911 GT2 RS. Passando alle performance su strada, Gemballa rivela che lo 0-100 é coperto in soli 2,38 secondi, per poi raggiungere i 200 km/h in soli 7,5 secondi. La velocità massima è stata autolimitata a 340 km/h, non male. Da notare anche come venga stravolta quella sorta di sobria eleganza tipica di Porsche o comunque della Turbo S, cedendo il passo ad un look che tutto ha tranne che l’eleganza. Sembra gridare al mondo “hey, guardatemi” con quel bodykit larghissimo, splitter anteriore, alettone XXL e quelle due enormi voragini sul cofano. In sostanza, se siete dei proprietari di una 911 Turbo S e siete stati umiliati al semaforo da qualche hypercar o da una 918 Spyder, che, chiamate Gemballa e potrete prendervi la vostra rivincita.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati