WP_Post Object ( [ID] => 590095 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-01-13 15:44:22 [post_date_gmt] => 2019-01-13 14:44:22 [post_content] => Immagini veloci e criptiche preannunciano qualcosa di speciale firmato da Nissan. Si segnala l'arrivo di qualcosa di nuovo legato alla strategia Nissan Intelligent Mobility. Una visione innovativa. Un altro esempio di progresso.

Un prototipo avveniristico al NAIAS?

Già alla fine dello scorso anno erano affiorate voci attorno a due nuove sigle. Riprendendo quanto segnalato a dicembre dai colleghi di AutoGuide, il marchio Nissan avrebbe registrato all’European Union Intellectual Property Office (EUIPO) le denominazioni IMs e IMq, per un loro possibile utilizzo. Denominazioni che potrebbero essere impiegate su nuove vetture elettriche, dopo quelle già commercializzate attualmente. Al Salone di Detroit 2019, dunque, potrebbe essere introdotta una concept o un possibile esempio di innovazione futura, sebbene al momento siano ancora poche le indiscrezioni in merito. Lo stesso video rilasciato scandisce una serie di immagini, sulle quali possono essere avanzate diverse ipotesi, in vista della programmata presentazione ala kermesse statunitense. Il significato delle segnalate lettere “s” e “q”, accostate alla sigla IM, per ora resterebbe dunque un mistero. Mentre l'acronimo “IM” farebbe riferimento all'espressione “Intelligent Mobility”, ovvero un tipo di mobilità più interconnessa e funzionale, anche dal punto di vista dinamico. Un sigla già introdotta con l'esemplare IMx concept al Salone di Tokyo del 2017. Un crossover dotato di tecnologia a guida autonoma e con alimentazione totalmente elettrica. Recuperando alcuni aspetti del modello, la spinta elettrica della concept car IMx è frutto della sinergia di due unità legate a ogni assale, per complessivi 435 cavalli e 700 Nm di coppia massima. Interessanti anche il dato stimato dell'autonomia, oltre 600 km secondo quanto segnalato, quindi la presenza di un sistema ProPilot evoluto di Livello 4, funzionale per la guida autonoma del mezzo. Un tipo di architettura racchiusa sotto linee ricercate e avveniristiche. Dall'accennato filmato si intuisce qualcosa di innovativo e piuttosto mirato, legato a un tipo di tecnologia. Video: Nissan Nota a margine: ERRATA CORRIGE. L'articolo presenta modifiche rispetto a quanto già riportato in precedenza. [post_title] => Nissan: una breve anticipazione in vista dell'appuntamento di Detroit [VIDEO TEASER] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nissan-una-breve-anticipazione-in-vista-dellappuntamento-di-detroit-video-teaser [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-13 15:44:22 [post_modified_gmt] => 2019-01-13 14:44:22 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=590095 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nissan: una breve anticipazione in vista dell’appuntamento di Detroit [VIDEO TEASER]

Spunti di innovazione

Proiettata verso il North American International Auto Show, la casa del Sol Levante diffonde un breve filmato che anticipa una particolare novità
Nissan: una breve anticipazione in vista dell’appuntamento di Detroit [VIDEO TEASER]

Immagini veloci e criptiche preannunciano qualcosa di speciale firmato da Nissan. Si segnala l’arrivo di qualcosa di nuovo legato alla strategia Nissan Intelligent Mobility. Una visione innovativa. Un altro esempio di progresso.

Un prototipo avveniristico al NAIAS?

Già alla fine dello scorso anno erano affiorate voci attorno a due nuove sigle. Riprendendo quanto segnalato a dicembre dai colleghi di AutoGuide, il marchio Nissan avrebbe registrato all’European Union Intellectual Property Office (EUIPO) le denominazioni IMs e IMq, per un loro possibile utilizzo. Denominazioni che potrebbero essere impiegate su nuove vetture elettriche, dopo quelle già commercializzate attualmente. Al Salone di Detroit 2019, dunque, potrebbe essere introdotta una concept o un possibile esempio di innovazione futura, sebbene al momento siano ancora poche le indiscrezioni in merito. Lo stesso video rilasciato scandisce una serie di immagini, sulle quali possono essere avanzate diverse ipotesi, in vista della programmata presentazione ala kermesse statunitense.
Il significato delle segnalate lettere “s” e “q”, accostate alla sigla IM, per ora resterebbe dunque un mistero. Mentre l’acronimo “IM” farebbe riferimento all’espressione “Intelligent Mobility”, ovvero un tipo di mobilità più interconnessa e funzionale, anche dal punto di vista dinamico. Un sigla già introdotta con l’esemplare IMx concept al Salone di Tokyo del 2017. Un crossover dotato di tecnologia a guida autonoma e con alimentazione totalmente elettrica.
Recuperando alcuni aspetti del modello, la spinta elettrica della concept car IMx è frutto della sinergia di due unità legate a ogni assale, per complessivi 435 cavalli e 700 Nm di coppia massima. Interessanti anche il dato stimato dell’autonomia, oltre 600 km secondo quanto segnalato, quindi la presenza di un sistema ProPilot evoluto di Livello 4, funzionale per la guida autonoma del mezzo. Un tipo di architettura racchiusa sotto linee ricercate e avveniristiche.
Dall’accennato filmato si intuisce qualcosa di innovativo e piuttosto mirato, legato a un tipo di tecnologia.

Video: Nissan

Nota a margine: ERRATA CORRIGE. L’articolo presenta modifiche rispetto a quanto già riportato in precedenza.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati