Skoda e Volkswagen Group, Progetto INDIA 2.0: inaugurato a Pune un nuovo Technology Center

I primi modelli attesi nel 2020

Un nuovo Technology Center in India con 250 ingegneri impegnati nella realizzazione di una futura produzione per il subcontinente
Skoda e Volkswagen Group, Progetto INDIA 2.0: inaugurato a Pune un nuovo Technology Center

Varie competenze, posti di lavoro e lo sviluppo di una produzione in India, sono alcuni aspetti legati al nuovo Technology Center inaugurato da Škoda e il Gruppo Volkswagen.

Lo sviluppo di nuovi SUV


Otevření Technologického centra Škoda Auto a VW v Chakanu u Pune v Indii.

Il costruttore boemo assieme al Gruppo Volkswagen ha segnalato un investimento di 250 milioni di euro, indirizzati verso piani di ricerca e sviluppo compresi nel progetto INDIA 2.0, di cui proprio questo nuovo Tecnology Center, localizzato a circa 30 km a nord della località Pune, costituisce un primo importante tassello.
L’impianto indiano di Chakan è stato inaugurato nell’occasione da Andrej Babiš, Primo Ministro della Repubblica Ceca, Christian Strube, Board Member di Škoda AUTO per lo Sviluppo Tecnico, Bohdan Wojnar, Board Member di Škoda Auto per le Risorse Umane e Gurpratap Boparai, Managing Director di Škoda Auto India Private Ltde e Managing Director di Volkswagen India Private Limited (VWIPL), in base a quanto segnalato. Škoda sta conducendo proprio il progetto INDIA 2.0 che prevede la realizzazione dei veicoli del Gruppo Volkswagen pensati per il mercato del subcontinente, puntando a una “localizzazione del 95% delle componenti”, riprendendo le indicazioni fornite.
Lo stesso Gruppo Volkswagen, risalendo a luglio dello scorso anno, aveva definito lo stanziamento di “1 miliardo di Euro a sostegno del progetto INDIA 2.0.” Un investimento funzionale alla realizzazione di nuovi modelli, nello specifico SUV di media taglia del segmento A0, introdotti nel 2020 secondo quanto segnalato.

L’attività nel nuovo Technology Center

Nel nuovo centro tecnologico si anticipa l’impegno di 250 ingegneri indiani focalizzati su differenti attività (progettazione, design, parte elettronica) relative ai veicoli programmati. In particolare un impegno dedicato alla piattaforma MQB A0, su cui realizzare inediti modelli marchiati Škoda e Volkswagen. Si punta alla realizzazione localizzata del “95% delle componenti della base telaistica MQB A0 IN”, seguendo gli standard qualitativi di qualsiasi modello realizzato dal Gruppo Volkswagen. Ogni nuovo veicolo sviluppato sarà sottoposto alle rigide “regolamentazioni in materia di sicurezza ed emissioni” prospettate in India dal 2020, consentendo una possibile esportazione della produzione anche in altre realtà emergenti, si indica ancora nel comunicato diffuso.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati