DS 3 Crossback: una serie di tecnologie pensate per il comfort [FOTO]

Diversi sistemi

Alcune soluzioni che rafforzano le caratteristiche complessive e una profonda ricerca stilistica, sono alcuni aspetti peculiari della vettura firmata dal brand transalpino

Esterni e interni che presentano forme distintive, legati a sistemi tecnologici funzionali per la vita di bordo. Una sintesi della nuova DS 3 Crossback.

Dispositivi e interazione

Il marchio transalpino sottolinea alcune delle diverse caratteristiche tecnologiche che contraddistinguono il versatile veicolo compatto, rafforzando le sue qualità generali. Dall’accesso alla vettura, al suono percepito a bordo, sono differenti le soluzioni introdotte e studiate per questa vettura.
Se si considera la vita a bordo e l’intrattenimento, il brand evidenzia ad esempio la collaborazione con il marchio francese FOCAL, specializzato nei sistemi Hi-Fi e nello specifico la presenza di un impianto ELECTRA© a cui sono abbinati 12 altoparlanti localizzati in diversi punti dell’abitacolo (i tweeter posteriori figurano nel profilo a pinna di squalo, da quanto segnalato) e un’amplificazione da 515 W.
Passando all’assistenza in marcia, poi, la soluzione DS DRIVE ASSIST rappresenta una funzione di assistenza alla guida avanzato di tipo semi-autonomo, contraddistinto da un radar frontale e telecamere di bordo che captano e monitorano il percorso, ad esempio “adattando automaticamente la traiettoria all’interno della carreggiata” in base alle situazioni riscontrate su strada. Si segnala anche una gestione della velocità funzionale alla distanza di sicurezza, sino a frenare completamente la vettura in caso di pericolo, riportando le indicazioni segnalate. Il conducente, in ogni caso, mantiene il controllo del mezzo, potendo intervenire in qualsiasi situazione. L’azione è possibile sino a 180 km/h, sempre secondo quanto evidenziato.
E nel caso sia necessario trovare parcheggio, sfruttando il DS PARK PILOT entro i 30 km/h, il sistema valuta un possibile posteggio adatto alle dimensioni della vettura, che sia tradizionale o tipo “pettine”, quindi confermato il bisogno di parcheggiare, il dispositivo inizierà ad attuare la manovra, mentre l’automobilista tiene premuto un pulsante Park senza agire sulla pedaliera o sul volante. In ogni caso, ritornando al DS DRIVE ASSIST, risulta studiato per facilitare le manovre. Come accennato, comunque, l’automobilista mantiene sempre il controllo su ogni decisione.
La variegata panoramica tecnologica di questo modello è intuibile già semplicemente avvicinandosi. Si notano le maniglie a scomparsa, studiate e mostrate con la concept car DS X E-Tense. Sono immerse nella carrozzeria e compaiono solo quando richiesto, con una funzione KEYLESS ACCESS & START entro 1,5 metri da veicolo. La procedura di accesso risulta più semplificata, così come accade il contrario quando si lascia il mezzo. Le maniglie arretrano restando immerse nuovamente. Una funzione SMART ACCESS consente anche la condivisione della vettura senza prestare fisicamente la chiave, utilizzando un protocollo Bluetooth e l’applicazione dedicata MyDS, anche se non si è coperti da segnale. L’impiego può essere consentito a cinque persone e per un tempo prestabilito, se lo si desidera, da quanto segnalato.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati