WP_Post Object ( [ID] => 595478 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-01-30 17:16:54 [post_date_gmt] => 2019-01-30 16:16:54 [post_content] => In una precedente anticipazione si era fatto cenno allo sviluppo di un modello 3D, ipotizzando come potrebbe essere un'Alfa Romeo GTV. Solo un'idea della coupé sportiva, proposta da un'altra prospettiva.

Nell'ombra

LP Design firma questa nuova ipotesi della GTV dandole una forma tridimensionale, secondo quanto annunciato. Un esemplare Quadrifoglio valutando lo storico simbolo presente in prossimità della portiera anteriore e dotato di un profilo piuttosto sinuoso, tipico da coupé, percepibile nell'ombra dell'immagine diffusa. In precedenza era stata messa in evidenza solo una sezione del lato posteriore. Un'anticipazione già ricca di spunti osservando le forme muscolose e articolate, gli sfoghi, la visione complessiva dei vari elementi, la zona bassa degli scarichi o il pronunciato spoiler (che sembra ancora più massiccio rispetto a quello della Giulia Quadrifoglio), senza dimenticare il disegno dei gruppi ottici. Al primo impatto sembrano più schiacciati rispetto a quelli della Giulia. Il fascio superiore, poi, pare continuare lungo tutta la sezione retrostante, sotto l'accennato spoiler.

Indiscrezioni

Al momento, a parte quanto segnalato in occasione del Capital Market Day dello scorso giugno alla voce "Specialty", sulla vettura sono apparse in rete voci e indiscrezioni. Informazioni da riportare sempre con il condizionale, come ad esempio il fatto che possano essere sviluppati modelli spinti da più motorizzazioni e non solo una versione ad alte prestazioni di GTV. Sotto il cofano potrebbe figurare un propulsore diesel, forse dotato di una potenza superiore ai 200 cavalli e ipoteticamente più marcata rispetto a un attuale esemplare di Giulia Veloce. Mentre a un’unità turbo a benzina potrebbe essere associata una parte elettriche, che porterebbe la spinta a quota 370 cavalli. Ipotesi al momento, come quelle legate alla trazione: i modelli di tipo tradizionale potrebbero essere a trazione posteriore, mentre un sistema integrale Q4 sarebbe presente sulle più potenti ibride. Al vertice figurerebbe una Quadrifoglio anche questa ibrida e, considerando le indicazioni riportate sullo schema della "Specialty", accennata lo scorso giugno, la potenza supererebbe i 600 cavalli. Le prestazioni gioverebbero anche della sinergia tra la trazione integrale e un sistema Torque Vectoring, quindi un complessivo equilibrio dei pesi. Una sportiva che poggerebbe sul già noto pianale "Giorgio" e l'abitacolo accoglierebbe quattro persone. Immagine: LP Design [post_title] => Alfa Romeo GTV 2020: immaginando un esemplare [TEASER] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => alfa-romeo-gtv-2020-immaginando-un-esemplare-teaser [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-30 17:16:54 [post_modified_gmt] => 2019-01-30 16:16:54 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=595478 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Alfa Romeo GTV 2020: immaginando un esemplare [TEASER]

La firma di LP Design

Dopo una piccola anteprima, proposta una nuova particolare prospettiva di un'ipotetica GTV del Biscione
Alfa Romeo GTV 2020: immaginando un esemplare [TEASER]

In una precedente anticipazione si era fatto cenno allo sviluppo di un modello 3D, ipotizzando come potrebbe essere un’Alfa Romeo GTV. Solo un’idea della coupé sportiva, proposta da un’altra prospettiva.

Nell’ombra

LP Design firma questa nuova ipotesi della GTV dandole una forma tridimensionale, secondo quanto annunciato. Un esemplare Quadrifoglio valutando lo storico simbolo presente in prossimità della portiera anteriore e dotato di un profilo piuttosto sinuoso, tipico da coupé, percepibile nell’ombra dell’immagine diffusa.
In precedenza era stata messa in evidenza solo una sezione del lato posteriore. Un’anticipazione già ricca di spunti osservando le forme muscolose e articolate, gli sfoghi, la visione complessiva dei vari elementi, la zona bassa degli scarichi o il pronunciato spoiler (che sembra ancora più massiccio rispetto a quello della Giulia Quadrifoglio), senza dimenticare il disegno dei gruppi ottici. Al primo impatto sembrano più schiacciati rispetto a quelli della Giulia. Il fascio superiore, poi, pare continuare lungo tutta la sezione retrostante, sotto l’accennato spoiler.

Indiscrezioni

Al momento, a parte quanto segnalato in occasione del Capital Market Day dello scorso giugno alla voce “Specialty”, sulla vettura sono apparse in rete voci e indiscrezioni. Informazioni da riportare sempre con il condizionale, come ad esempio il fatto che possano essere sviluppati modelli spinti da più motorizzazioni e non solo una versione ad alte prestazioni di GTV.
Sotto il cofano potrebbe figurare un propulsore diesel, forse dotato di una potenza superiore ai 200 cavalli e ipoteticamente più marcata rispetto a un attuale esemplare di Giulia Veloce. Mentre a un’unità turbo a benzina potrebbe essere associata una parte elettriche, che porterebbe la spinta a quota 370 cavalli. Ipotesi al momento, come quelle legate alla trazione: i modelli di tipo tradizionale potrebbero essere a trazione posteriore, mentre un sistema integrale Q4 sarebbe presente sulle più potenti ibride. Al vertice figurerebbe una Quadrifoglio anche questa ibrida e, considerando le indicazioni riportate sullo schema della “Specialty”, accennata lo scorso giugno, la potenza supererebbe i 600 cavalli. Le prestazioni gioverebbero anche della sinergia tra la trazione integrale e un sistema Torque Vectoring, quindi un complessivo equilibrio dei pesi. Una sportiva che poggerebbe sul già noto pianale “Giorgio” e l’abitacolo accoglierebbe quattro persone.

Immagine: LP Design

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati