WP_Post Object ( [ID] => 595393 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-01-30 10:10:42 [post_date_gmt] => 2019-01-30 09:10:42 [post_content] => Il prossimo 25 febbraio entrerà in vigore Area B a Milano, cioè la nuova ZTL del capoluogo lombardo. Si tratta di una delle zone a traffico limitato più grandi d’Europa, visto che coinvolgerà ben il 72% del territorio della città. Da quel giorno le auto benzina Euro 0 ed i diesel fino ad Euro 3 non potranno circolare dalle 7.30 alle 19.30 dal lunedì al venerdì, con esclusione dei giorni festivi. Negli anni successivi, fino al 2030, si susseguiranno una serie di nuove categorie vietate.

Area B Milano: le vetture escluse dal divieto

Progressivamente, tutte le auto diesel non potranno più entrare all’interno della città della Madonnina, così come ci saranno limitazioni anche per le auto benzina, sia per il trasporto persone che per il trasporto merci. Alcune categorie di veicoli, tuttavia, non saranno mai interessati a questo blocco (almeno al momento), come riportato dal Comune di Milano. Per gli autoveicoli immatricolati per il trasporto persone e merci, rientrano in queste categorie gli Euro 5 ed Euro 6 benzina, così come le vetture GPL, metano, bifuel (benzina), ibride ed elettriche.

Area B Milano: le altre categorie di veicoli ‘liberi’

Inoltre, potranno sempre circolare all’interno di Area B: - veicoli che espongono il contrassegno invalidi il cui titolare sia a bordo del veicolo - veicoli per trasporti specifici muniti permanentemente di speciali attrezzature per il trasporto dei disabili motori - autoambulanze - veicoli delle Forze Armate, delle Forze di Polizia, della Polizia Locale, delle Associazioni che esercitano attività riconosciuta di primo soccorso o trasporto socio-sanitario programmato o di emergenza, degli Ospedali, delle ASL, dei Vigili del Fuoco, delle Organizzazioni riconosciute operanti in materia di protezione civile - veicoli di enti che agiscono nel settore dell’assistenza socio sanitaria per l’espletamento delle prestazioni gratuite di pronto soccorso e di assistenza pubblica - veicoli in uso agli operatori sociali riconosciuti dall’Amministrazione comunale di Milano che agiscono nel settore della salvaguardia degli animali sul territorio della Città di Milano e per i veicoli di proprietà o in uso esclusivo agli operatori sociali convenzionati con ospedali e ASL siti all’interno del Comune di Milano.

Area B Milano: le moto che potranno circolare

Per quanto riguarda ciclomotori e motoveicoli, invece, non saranno interessati ai divieti di Area B i modelli a due tempi di classe Euro 5 e quelli a benzina 4 tempi di classe Euro 4 e Euro 5. Oltre a quelli, GPL, metano, bifuel, ibridi ed elettrici. [post_title] => Area B Milano: chi può entrare nella nuova ZTL [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => area-b-milano-chi-puo-entrare-nella-nuova-ztl [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-30 10:10:42 [post_modified_gmt] => 2019-01-30 09:10:42 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=595393 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Area B Milano: chi può entrare nella nuova ZTL

I veicoli non interessati ai divieti dal 25 febbraio

Tra meno di un mese scatterà Area B Milano con progressivi divieti per l'ingresso all'interno del capoluogo lombardo per i veicoli. Ma alcuni di essi non saranno mai interessati a questo stop: ecco l'elenco ufficiale.
Area B Milano: chi può entrare nella nuova ZTL

Il prossimo 25 febbraio entrerà in vigore Area B a Milano, cioè la nuova ZTL del capoluogo lombardo. Si tratta di una delle zone a traffico limitato più grandi d’Europa, visto che coinvolgerà ben il 72% del territorio della città. Da quel giorno le auto benzina Euro 0 ed i diesel fino ad Euro 3 non potranno circolare dalle 7.30 alle 19.30 dal lunedì al venerdì, con esclusione dei giorni festivi. Negli anni successivi, fino al 2030, si susseguiranno una serie di nuove categorie vietate.

Area B Milano: le vetture escluse dal divieto

Progressivamente, tutte le auto diesel non potranno più entrare all’interno della città della Madonnina, così come ci saranno limitazioni anche per le auto benzina, sia per il trasporto persone che per il trasporto merci. Alcune categorie di veicoli, tuttavia, non saranno mai interessati a questo blocco (almeno al momento), come riportato dal Comune di Milano.

Per gli autoveicoli immatricolati per il trasporto persone e merci, rientrano in queste categorie gli Euro 5 ed Euro 6 benzina, così come le vetture GPL, metano, bifuel (benzina), ibride ed elettriche.

Area B Milano: le altre categorie di veicoli ‘liberi’

Inoltre, potranno sempre circolare all’interno di Area B:

– veicoli che espongono il contrassegno invalidi il cui titolare sia a bordo del veicolo
– veicoli per trasporti specifici muniti permanentemente di speciali attrezzature per il trasporto dei disabili motori
autoambulanze
– veicoli delle Forze Armate, delle Forze di Polizia, della Polizia Locale, delle Associazioni che esercitano attività riconosciuta di primo soccorso o trasporto socio-sanitario programmato o di emergenza, degli Ospedali, delle ASL, dei Vigili del Fuoco, delle Organizzazioni riconosciute operanti in materia di protezione civile
– veicoli di enti che agiscono nel settore dell’assistenza socio sanitaria per l’espletamento delle prestazioni gratuite di pronto soccorso e di assistenza pubblica
– veicoli in uso agli operatori sociali riconosciuti dall’Amministrazione comunale di Milano che agiscono nel settore della salvaguardia degli animali sul territorio della Città di Milano e per i veicoli di proprietà o in uso esclusivo agli operatori sociali convenzionati con ospedali e ASL siti all’interno del Comune di Milano.

Area B Milano: le moto che potranno circolare

Per quanto riguarda ciclomotori e motoveicoli, invece, non saranno interessati ai divieti di Area B i modelli a due tempi di classe Euro 5 e quelli a benzina 4 tempi di classe Euro 4 e Euro 5. Oltre a quelli, GPL, metano, bifuel, ibridi ed elettrici.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati