WP_Post Object ( [ID] => 595723 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-01-31 16:44:18 [post_date_gmt] => 2019-01-31 15:44:18 [post_content] => La guida autonoma è un tema sempre più importante per il futuro del mondo automotive ed il Gruppo PSA ha oggi ottenuto l’autorizzazione per iniziare i suoi primi test su strade aperte in Cina. “E’ una svolta importante per il nostro programma AVA (Autonomous Veichle for All) – le parole di Carla Gohin, la direttrice dell’innovazione del Gruppo PSA – che punta a rendere disponibili per tutti i clienti veicoli a guida autonoma, sicuri ed intuitivi”.

Guida autonoma: l’importanza per il Gruppo PSA

Il gruppo francese non ha rilasciato dettagli su questi test, ma ha fatto sapere che si tratta di “un nuovo punto di partenza, dal quale continueremo a far beneficiare i nostri clienti delle nostre tecnologie più avanzate”. La sfida consiste nell’integrare la tecnologia del Gruppo PSA nell’ecosistema cinese tenendo conto delle differenze legate all’ambiente, alle infrastrutture, ai sistemi di geolocalizzazione e ai comportamenti degli utenti.

PSA e le autorizzazioni sulla guida autonoma

Quella cinese è l’ultima autorizzazione ottenuta dal gruppo transalpino per effettuare i test sulla guida autonoma. Prima di questa, aveva potuto testare le vetture senza conducenti in Francia, a partire dal luglio 2015, mentre nel marzo 2017 PSA era stata autorizzata ad effettuare delle sperimentazioni in modo autonomo con conducenti non esperti.

Il programma AVA del Gruppo PSA

Il programma AVA, che copre un orizzonte temporale che va oltre il 2030, prevede la diffusione “per tutti” dei progressivi livelli di autonomia di guida sui marchi PSA, attraverso interfacce intuitive ed immediate per un utilizzo semplificato per chiunque. L’obiettivo temporale per una prima importante implementazione della guida autonoma è il 2020, con lo scopo di arrivare a rendere concreti tutti quei vantaggi derivanti da vetture che si muovono da sole e interconnesse. [post_title] => Gruppo PSA: via ai test sulla guida autonoma in Cina [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => gruppo-psa-via-ai-test-sulla-guida-autonoma-in-cina [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-01-31 16:44:18 [post_modified_gmt] => 2019-01-31 15:44:18 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=595723 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Gruppo PSA: via ai test sulla guida autonoma in Cina

"E' una svolta importante per il nostro programma"

Il Gruppo PSA prosegue nello sviluppo della guida autonoma ed ha ottenuto l'autorizzazione ad effettuare i test su strade aperte in Cina, dopo averli già effettuati in Francia da tre anni e mezzo.
Gruppo PSA: via ai test sulla guida autonoma in Cina

La guida autonoma è un tema sempre più importante per il futuro del mondo automotive ed il Gruppo PSA ha oggi ottenuto l’autorizzazione per iniziare i suoi primi test su strade aperte in Cina. “E’ una svolta importante per il nostro programma AVA (Autonomous Veichle for All) – le parole di Carla Gohin, la direttrice dell’innovazione del Gruppo PSA – che punta a rendere disponibili per tutti i clienti veicoli a guida autonoma, sicuri ed intuitivi”.

Guida autonoma: l’importanza per il Gruppo PSA

Il gruppo francese non ha rilasciato dettagli su questi test, ma ha fatto sapere che si tratta di “un nuovo punto di partenza, dal quale continueremo a far beneficiare i nostri clienti delle nostre tecnologie più avanzate”.

La sfida consiste nell’integrare la tecnologia del Gruppo PSA nell’ecosistema cinese tenendo conto delle differenze legate all’ambiente, alle infrastrutture, ai sistemi di geolocalizzazione e ai comportamenti degli utenti.

PSA e le autorizzazioni sulla guida autonoma

Quella cinese è l’ultima autorizzazione ottenuta dal gruppo transalpino per effettuare i test sulla guida autonoma. Prima di questa, aveva potuto testare le vetture senza conducenti in Francia, a partire dal luglio 2015, mentre nel marzo 2017 PSA era stata autorizzata ad effettuare delle sperimentazioni in modo autonomo con conducenti non esperti.

Il programma AVA del Gruppo PSA

Il programma AVA, che copre un orizzonte temporale che va oltre il 2030, prevede la diffusione “per tutti” dei progressivi livelli di autonomia di guida sui marchi PSA, attraverso interfacce intuitive ed immediate per un utilizzo semplificato per chiunque.

L’obiettivo temporale per una prima importante implementazione della guida autonoma è il 2020, con lo scopo di arrivare a rendere concreti tutti quei vantaggi derivanti da vetture che si muovono da sole e interconnesse.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati