Porsche Carrera GT torna a risplendere in una rielaborazione di Porsche Classic [FOTO]

Un progetto che dona nuova fascino alla Carrera GT

Gli specialisti di Porsche Classic hanno restaurato una Porsche Carrera GT che ha assunto una nuova natura grazie alla livrea in Oak Green Metallic e ai cerchi con raggi dorati e anelli ricoperti in argento.

La Porsche Carrera GT, annoverata ancora oggi tra le supercar più belle degli ultimi anni, torna a rivivere con uno speciale esemplare restaurato e rielaborato dagli specialisti di Porsche Classic. Per soddisfare la commissione di un collezionista americano che ha voluto ridare nuova vita alla sua Porsche Carrera GT, il nuovo progetto ha prodotto un risultato finale spettacolare che sottolinea ancora una volta la qualità costruttiva della Casa di Zuffenhausen.

Questa Carrera GT è stata completamente smontata, con ogni componente accuratamente controllato da Porsche, che ha rinnovato o sostituito il pezzo ogni qual volta si è reso necessario. Oltre al controllo di tutte le componenti meccaniche, motore, trasmissione e telaio, Porsche Classic, d’accordo con il proprietario della vettura, ha verniciato la carrozzeria in tinta Oak Green Metallic, un colore che è apparso per la prima volta negli anni ’70 nella gamma del marchio tedesco, ma che non è mai stato disponibile per la Carrera GT.

Anello dei cerchi delle ruote con strato d’argento

Il look esterno dell’auto propone anche i nuovi cerchi in magnesio a cinque razze appositamente sviluppati, avvolti da pneumatici specifici, che s’ispirano alle ruote Motorsport di BBS che avevano raggi a stella dipinti in oro e anello del cerchio lucido. Dato che lucidatura dell’anello del cerchio avrebbe alterato la struttura del materiale indebolendolo, per creare l’effetto lucente desiderato è stata adottata un’innovativa procedura, mai utilizzata finora nella costruzione di veicoli di serie, che ha previsto l’applicazione di uno strato di argento per realizzare la finitura esterna luccicante.

Lo strato esterno argentato ha richiesto un rivestimento protettivo dato che parliamo di un metallo che, così come il ferro, è tra i più facilmente ossidabili. Se il ferro s’arrugginisce, l’argento esposto alle condizioni atmosferiche crea della antiestetiche macchie nere opache. Così il cerchio della ruota argentato è stato ricoperto di vernice trasparente, senza toccare l’abbinamento cromatico con i raggi a stella in oro. Al centro della ruota c’è poi una piastra blu e argento con il logo Porsche a colori.

Dettagli color oro

La tinta oro dei raggi dei cerchi viene ripresa per ulteriori dettagli della vettura, come la scritta Porsche sulle pinze dei freni, nel vano motore e sul posteriore. Anche all’interno gli inserti dorati non mancano come quello al centro della corona del volante, accompagnato da una singola striscia sul rivestimento del volante stesso, fiancheggiata ai lati da un striscia in quercia verde.

Un grande lavoro da parte degli specialisti di Porsche Classic è stato poi fatto per levigare e rivestire manualmente tutti i componenti in fibra di carbonio, compresa la monoscocca, che tendono a ingiallire e sbiadire. La speciale Porsche Carrera GT “restaurata” è stata protagonista di un evento al Porsche Experience Center di Atlanta, dove un gruppo selezionato di 100 ospiti tra cui il proprietario dell’auto, ha potuto apprezzare da vicino il lavoro compiuto dagli abili tecnici di Porsche Classic.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati