WP_Post Object ( [ID] => 597891 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-02-06 19:06:02 [post_date_gmt] => 2019-02-06 18:06:02 [post_content] => A circa 11 mesi di distanza dalla presentazione al Salone di Ginevra dello scorso anno, il primo esemplare della Bugatti Chiron Sport è stato consegnato al suo proprietario.  La prima Bugatti Chiron Sport prodotta è stata acquistata da Abdulla Bin Fahad, in Qatar, ed ha caratteristiche estetiche decisamente audaci. La supercar, come si può vedere nelle immagini, ha raggiunto un livello di personalizzazione inedito e originale rispetto a tutto ciò che in passato abbiamo visto sugli ultimi modelli di Bugatti, Chiron e ancor prima Veyron.

Il blu reale avvolge esterni e interni della prima Chiron Sport

La Bugatti Chiron Sport "1 of 500" ha un look dominato da un'intensa e accesa tonalità blu reale che colora gran parte della carrozzeria della vettura. La metà posteriore della supercar è invece verniciata in una finitura nero lucido in fibra di carbonio che crea un contrasto armonioso con l'anteriore in blu reale. Sulla coda si possono notare anche alcuni dettagli blu, come quelli sul profilo del diffusore e il badge "EB", oltre agli inserti presenti nel vano motore. La combinazione cromatica da fibra di carbonio e blu reale non si esaurisce sugli esterni della vettura. L'abitacolo dell'esemplare numero uno della Bugatti Chiron Sport propone interni totalmente rivestiti in pelle blu di una tonalità così brillante da rischiare quasi di bruciare la retina degli occhi di chi guarda. All'esplosione di blu "accecante" si intervallano alcuni inserti in pelle nera e in fibra di carbonio quasi a voler attenuare, senza però riuscirci granché, l'elevata intensità cromatica dell'abitacolo.

La versione Sport pesa 18 kg meno della Chiron

Ricordiamo che rispetto alla normale Chiron, la versione Sport è più leggera di 18 chilogrammi grazie a diversi componenti in fibra di carbonio e all'adozione di ruote meno pesanti. L'hypercar di Bugatti gode anche di accorgimenti specifici a sospensioni e sterzo, oltre all'adozione del nuovo sistema Dynamic Torque Vectoring integrato nel differenziale dell'asse posteriore. Migliorie queste che hanno lo scopo di incrementare la maneggevolezza della Bugatti Chiron Sport, chiamata a gestire i 1.500 CV del motore W16 da 8.0 litri. [post_title] => Bugatti Chiron Sport: livrea in blu reale e nero per il primo esemplare [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => bugatti-chiron-sport-livrea-in-blu-reale-e-nero-per-il-primo-esemplare-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-02-06 19:06:02 [post_modified_gmt] => 2019-02-06 18:06:02 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=597891 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Bugatti Chiron Sport: livrea in blu reale e nero per il primo esemplare [FOTO]

Consegnato il pezzo "1 of 500" della Chiron Sport

Il primo esemplare dei 500 previsti in produzione della Bugatti Chiron Sport è stato consegnato al suo proprietario in Qatar. Il facoltoso cliente ha scelto un look "accecante" per il suo bolide da 1.500 CV.

A circa 11 mesi di distanza dalla presentazione al Salone di Ginevra dello scorso anno, il primo esemplare della Bugatti Chiron Sport è stato consegnato al suo proprietario. 

La prima Bugatti Chiron Sport prodotta è stata acquistata da Abdulla Bin Fahad, in Qatar, ed ha caratteristiche estetiche decisamente audaci. La supercar, come si può vedere nelle immagini, ha raggiunto un livello di personalizzazione inedito e originale rispetto a tutto ciò che in passato abbiamo visto sugli ultimi modelli di Bugatti, Chiron e ancor prima Veyron.

Il blu reale avvolge esterni e interni della prima Chiron Sport

La Bugatti Chiron Sport “1 of 500” ha un look dominato da un’intensa e accesa tonalità blu reale che colora gran parte della carrozzeria della vettura. La metà posteriore della supercar è invece verniciata in una finitura nero lucido in fibra di carbonio che crea un contrasto armonioso con l’anteriore in blu reale. Sulla coda si possono notare anche alcuni dettagli blu, come quelli sul profilo del diffusore e il badge “EB”, oltre agli inserti presenti nel vano motore.

La combinazione cromatica da fibra di carbonio e blu reale non si esaurisce sugli esterni della vettura. L’abitacolo dell’esemplare numero uno della Bugatti Chiron Sport propone interni totalmente rivestiti in pelle blu di una tonalità così brillante da rischiare quasi di bruciare la retina degli occhi di chi guarda. All’esplosione di blu “accecante” si intervallano alcuni inserti in pelle nera e in fibra di carbonio quasi a voler attenuare, senza però riuscirci granché, l’elevata intensità cromatica dell’abitacolo.

La versione Sport pesa 18 kg meno della Chiron

Ricordiamo che rispetto alla normale Chiron, la versione Sport è più leggera di 18 chilogrammi grazie a diversi componenti in fibra di carbonio e all’adozione di ruote meno pesanti. L’hypercar di Bugatti gode anche di accorgimenti specifici a sospensioni e sterzo, oltre all’adozione del nuovo sistema Dynamic Torque Vectoring integrato nel differenziale dell’asse posteriore. Migliorie queste che hanno lo scopo di incrementare la maneggevolezza della Bugatti Chiron Sport, chiamata a gestire i 1.500 CV del motore W16 da 8.0 litri.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati