WP_Post Object ( [ID] => 598290 [post_author] => 8 [post_date] => 2019-02-07 19:08:02 [post_date_gmt] => 2019-02-07 18:08:02 [post_content] => Non è cambiata moltissimo la Ford Edge rispetto al suo lancio risalente al 2016. Del resto stiamo parlando di un SUV che, fino ad ora, ha rispettato pienamente il ruolo che gli era stato assegnato. Non una vettura di ampi volumi (per quello ci sono Ecosport e Kuga, che coprono da soli il 97% delle vendite), ma di rappresentanza. Una sorta di ammiraglia che, come tale, potesse essere il portabandiera della tecnologia Ford per un segmento molto importante del mercato, in attesa di vedere le sue soluzioni declinate anche sulle altre gamme della casa (per quanto alcune novità abbiano debuttato prima anche su un altro simbolo della casa come la Focus). Nel 2018 la Edge ha venduto circa 1.500 unità in Italia, per cui è comunque una presenza da tenere in considerazione per il settore di riferimento. Con il nuovo modello che andiamo ad analizzare questo ruolo diventa ancora più concreto.

Ford Edge sempre più parte del family look

La nuova Ford Edge ha modificato in maniera sensibile il suo stile esterno per arrivare più vicino al family feeling del resto della produzione della casa. La griglia e il paraurti in particolare sono stati aggiornati in questo senso, mentre i gruppi ottici si sono evoluti soprattutto dal punto di vista tecnico, adottando le luci a LED di serie sia sui fari principali che sui fendinebbia. Il cambiamento più radicale in realtà è avvenuto sui fari posteriori. Prendendo una direzione sorprendentemente contraria al mercato, la Edge ha abbandonato la barra luminosa che univa i due fari, preferendo uno stile se vogliamo più tradizionale. Anche i terminali di scarico sono stati aggiornati, rendendoli un po’ più evidenti e stilisticamente più accattivanti. Gli interni vanno considerati a seconda del cambio scelto per la vettura. Con l’adozione dell’E-Shifter a 8 rapporti, infatti, i designer della casa hanno potuto lavorare in maniera più profonda sulla distribuzione degli spazi, dando maggior spazio vitale agli occupanti. Non avendo bisogno di una leva, ma semplicemente di una ghiera, con in più il freno a mano elettronico automatico, la Ford Edge presenta un tunnel centrale molto più ampio per riporre i nostri oggetti personali. C’è persino spazio per il caricatore wireless per smartphone, di serie con questa trasmissione. Il sistema di infotainment è rimasto identico, con il software Ford Sync 3 mostrato su un display da 8 pollici di diagonale (sono comunque installati anche Apple CarPlay e Android Auto). Il comparto audio è migliorato grazie all’adozione dello speciale sistema curato dalla Bang & Olufsen da 1.000 watt. I materiali sono ovviamente di segmento premium, con le sellerie in pelle a fare da padrone all’intero ambiente. Superfici soft-touch piacevoli al tatto e alla vista completano l’ambiente interno. Da notare anche l’enorme tetto apribile in vetro, con la frazione apribile incredibilmente ampia. Gli allestimenti sono sempre i classici tre: Titanium, ST Line (sull’auto in prova) e Vignale.

La Ford Edge vuole essere ed è un transatlantico di lusso

La Ford Edge è enorme sotto molti punti di vista. Certamente sotto quello delle dimensioni, ma il suo peso e la sua dinamica sono immediatamente percepibili appena ci si mette alla guida. I motori a disposizione sono due, ovvero l’Ecoblue 2.000 di base da 190 Cv con cambio manuale e, infine, l’Ecoblue biturbo da 238 Cv con l’automatico, quest’ultimo protagonista della nostra ultima prova pre-lancio. Inutile sottolineare come la Edge sia una vettura che vuole puntare prima di tutto al comfort. Essendo molto pesante e voluminosa, non vi sorprenderà mai con le sue doti di scatto e prontezza, bensì con quelle di forza. Anche in salita, infatti, il biturbo non perde un colpo e l’E-Shifter è davvero molto ben calibrato. Potrebbe essere più grintoso in fase di sorpasso e in effetti in quei momenti siamo stati felici di poter contare sul sequenziale con i paddle al volante, così da poter tenere alti i giri e riuscire ad effettuare i giusti sorpassi sulle strade strette del pavese. Tra l’altro, come vuole la filosofia Ford, questo SUV è carico di ogni ricchezza dal punto di vista della guida autonoma. Troviamo lo Stop&Go associato al cruise control adattivo, che permette così di vivere le code nel traffico con meno stress, mentre il controllo di corsia attivo e il rilevatore di segnali stradali ci aiutano ad avere sempre sotto controllo la situazione della strada. Abbiamo preferito ovviamente non provarli, ma anche per quanto riguarda i sistemi anti-collisione la dotazione della Edge è molto ricca. Tra questi sistemi si segnala la frenata post-collisione in caso di incidente e l’assistenza alle sterzate di emergenza. Il tutto naturalmente senza dimenticare i sistemi più “classici” come la frenata di emergenza. Del resto la Edge è letteralmente ricoperta di sensori e grazie all’aggiornamento del software Ford Intelligent AWD è persino in grado di adattarsi automaticamente alle condizioni della strada (vi sono sensori persino nei tergicristalli che fanno “capire” al computer che l’asfalto potrebbe essere scivoloso). La trazione ideale può essere fornita dal cervello del sistema nel giro di appena 10 millisecondi, aumentando notevolmente la sicurezza e la manovrabilità della Edge (aiutata in questo senso da un set di sospensioni ottimamente calibrato). Con dimensioni così ragguardevoli era quasi un obbligo. Come detto, la nuova Ford Edge sarà nei concessionari a partire dalla fine del mese di febbraio. Il listino partirà da 50.400 € per la Titanium con motore da 190 Cv e si dovranno aggiungere 4.000 € per la versione con 238 Cv e cambio automatico. Per l’allestimento ST Line si aggiungeranno 2.500 €, mentre la Vignale sarà prezzata con una maggiorazione di 6.000 €. Sono naturalmente previste diverse offerte in leasing e noleggio a lungo termine, anche ad anticipo zero. [post_title] => Ford Edge MY 2019, prime impressioni pre-lancio [VIDEO TEST DRIVE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ford-edge-my-2019-prime-impressioni-pre-lancio-video-test-drive [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-02-07 19:10:43 [post_modified_gmt] => 2019-02-07 18:10:43 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=598290 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ford Edge MY 2019, prime impressioni pre-lancio [VIDEO TEST DRIVE]

In vendita dalla fine di febbraio da 50.400 euro

La Ford Edge dopo tre anni dal lancio si è aggiornata, andando a ritoccare leggermente il suo aspetto estetico e aumentando i contenuti per quella che è, di fatto, la SUV ammiraglia dell’Ovale. In vista del debutto nei concessionari di fine febbraio, ci siamo messi nuovamente alla guida della sua versione più potente

Non è cambiata moltissimo la Ford Edge rispetto al suo lancio risalente al 2016. Del resto stiamo parlando di un SUV che, fino ad ora, ha rispettato pienamente il ruolo che gli era stato assegnato. Non una vettura di ampi volumi (per quello ci sono Ecosport e Kuga, che coprono da soli il 97% delle vendite), ma di rappresentanza. Una sorta di ammiraglia che, come tale, potesse essere il portabandiera della tecnologia Ford per un segmento molto importante del mercato, in attesa di vedere le sue soluzioni declinate anche sulle altre gamme della casa (per quanto alcune novità abbiano debuttato prima anche su un altro simbolo della casa come la Focus). Nel 2018 la Edge ha venduto circa 1.500 unità in Italia, per cui è comunque una presenza da tenere in considerazione per il settore di riferimento. Con il nuovo modello che andiamo ad analizzare questo ruolo diventa ancora più concreto.

Ford Edge sempre più parte del family look

La nuova Ford Edge ha modificato in maniera sensibile il suo stile esterno per arrivare più vicino al family feeling del resto della produzione della casa. La griglia e il paraurti in particolare sono stati aggiornati in questo senso, mentre i gruppi ottici si sono evoluti soprattutto dal punto di vista tecnico, adottando le luci a LED di serie sia sui fari principali che sui fendinebbia. Il cambiamento più radicale in realtà è avvenuto sui fari posteriori. Prendendo una direzione sorprendentemente contraria al mercato, la Edge ha abbandonato la barra luminosa che univa i due fari, preferendo uno stile se vogliamo più tradizionale. Anche i terminali di scarico sono stati aggiornati, rendendoli un po’ più evidenti e stilisticamente più accattivanti.

Gli interni vanno considerati a seconda del cambio scelto per la vettura. Con l’adozione dell’E-Shifter a 8 rapporti, infatti, i designer della casa hanno potuto lavorare in maniera più profonda sulla distribuzione degli spazi, dando maggior spazio vitale agli occupanti. Non avendo bisogno di una leva, ma semplicemente di una ghiera, con in più il freno a mano elettronico automatico, la Ford Edge presenta un tunnel centrale molto più ampio per riporre i nostri oggetti personali. C’è persino spazio per il caricatore wireless per smartphone, di serie con questa trasmissione. Il sistema di infotainment è rimasto identico, con il software Ford Sync 3 mostrato su un display da 8 pollici di diagonale (sono comunque installati anche Apple CarPlay e Android Auto). Il comparto audio è migliorato grazie all’adozione dello speciale sistema curato dalla Bang & Olufsen da 1.000 watt. I materiali sono ovviamente di segmento premium, con le sellerie in pelle a fare da padrone all’intero ambiente. Superfici soft-touch piacevoli al tatto e alla vista completano l’ambiente interno. Da notare anche l’enorme tetto apribile in vetro, con la frazione apribile incredibilmente ampia. Gli allestimenti sono sempre i classici tre: Titanium, ST Line (sull’auto in prova) e Vignale.

La Ford Edge vuole essere ed è un transatlantico di lusso

La Ford Edge è enorme sotto molti punti di vista. Certamente sotto quello delle dimensioni, ma il suo peso e la sua dinamica sono immediatamente percepibili appena ci si mette alla guida. I motori a disposizione sono due, ovvero l’Ecoblue 2.000 di base da 190 Cv con cambio manuale e, infine, l’Ecoblue biturbo da 238 Cv con l’automatico, quest’ultimo protagonista della nostra ultima prova pre-lancio. Inutile sottolineare come la Edge sia una vettura che vuole puntare prima di tutto al comfort. Essendo molto pesante e voluminosa, non vi sorprenderà mai con le sue doti di scatto e prontezza, bensì con quelle di forza. Anche in salita, infatti, il biturbo non perde un colpo e l’E-Shifter è davvero molto ben calibrato. Potrebbe essere più grintoso in fase di sorpasso e in effetti in quei momenti siamo stati felici di poter contare sul sequenziale con i paddle al volante, così da poter tenere alti i giri e riuscire ad effettuare i giusti sorpassi sulle strade strette del pavese. Tra l’altro, come vuole la filosofia Ford, questo SUV è carico di ogni ricchezza dal punto di vista della guida autonoma. Troviamo lo Stop&Go associato al cruise control adattivo, che permette così di vivere le code nel traffico con meno stress, mentre il controllo di corsia attivo e il rilevatore di segnali stradali ci aiutano ad avere sempre sotto controllo la situazione della strada. Abbiamo preferito ovviamente non provarli, ma anche per quanto riguarda i sistemi anti-collisione la dotazione della Edge è molto ricca. Tra questi sistemi si segnala la frenata post-collisione in caso di incidente e l’assistenza alle sterzate di emergenza. Il tutto naturalmente senza dimenticare i sistemi più “classici” come la frenata di emergenza. Del resto la Edge è letteralmente ricoperta di sensori e grazie all’aggiornamento del software Ford Intelligent AWD è persino in grado di adattarsi automaticamente alle condizioni della strada (vi sono sensori persino nei tergicristalli che fanno “capire” al computer che l’asfalto potrebbe essere scivoloso). La trazione ideale può essere fornita dal cervello del sistema nel giro di appena 10 millisecondi, aumentando notevolmente la sicurezza e la manovrabilità della Edge (aiutata in questo senso da un set di sospensioni ottimamente calibrato). Con dimensioni così ragguardevoli era quasi un obbligo.

Come detto, la nuova Ford Edge sarà nei concessionari a partire dalla fine del mese di febbraio. Il listino partirà da 50.400 € per la Titanium con motore da 190 Cv e si dovranno aggiungere 4.000 € per la versione con 238 Cv e cambio automatico. Per l’allestimento ST Line si aggiungeranno 2.500 €, mentre la Vignale sarà prezzata con una maggiorazione di 6.000 €. Sono naturalmente previste diverse offerte in leasing e noleggio a lungo termine, anche ad anticipo zero.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati