WP_Post Object ( [ID] => 598046 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-02-07 15:14:08 [post_date_gmt] => 2019-02-07 14:14:08 [post_content] => La Seat Tarraco ha iniziato lo sbarco in Italia, con il tour di lancio, preludio al porte aperte nelle concessionarie del 23 e 24 febbraio. Nel frattempo, il nuovo SUV spagnolo è stato messo alla prova nel deserto del Marocco, dove la trazione integrale 4Drive ha consentito alla vettura di districarsi sulle dune di sabbia oppure nei ripidi pendii rocciosi.

La trazione integrale 4Drive sulla Seat Tarraco

Questo sistema di trazione multidisco di ultima generazione si serve di azionamento idraulico e controllo elettronico per trasmettere potenza alle ruote in modo controllato, massimizzando la trazione. Posto sull’asse posteriore, il sistema è collocato all’estremità dell’albero motore, di fronte al differenziale posteriore. Questa posizione ha un duplice vantaggio, durante la marcia: da un lato consente una migliore distribuzione del peso, dall’altro si riducono inerzia e i tempi di reazione grazie al costante collegamento dell’albero cardanico al motore. Inoltre, l’eliminazione dell’accumulatore di pressione, non più necessario, ha permesso di contenere il peso e di migliorare il tempo di risposta, offrendo notevoli vantaggi in termini di sicurezza attiva e dinamismo. Una volta inserito, il sistema 4Drive è in grado di adattare la coppia motrice trasmessa a ciascun asse, di garantire una ripartizione uniforme tra gli assi anteriore e posteriore (50% e 50%) oppure di spostare istantaneamente tutta la potenza all’asse posteriore.

Seat Tarraco: caratteristiche e motori

La Seat Tarraco è il modello top di gamma della famiglia SUV della casa iberica, con dimensioni maggiori rispetto ad Ateca ed Arona e la possibilità di trasportare fino a sette persone. Design elegante, ma grande spazio soprattutto per la tecnologia, con fari full LED, Seat Virtual Cockpit con display da 10,25” e l’infotainment Seat Full Link. Tutti i motori sono dotati di iniezione diretta, turbocompressore e tecnologia Start/Stop per offrire una potenza tra i 150 e i 190 CV. In Italia, è disponibile al momento una motorizzazione a benzina, il 1.5 TSI quattro cilindri 150 CV, abbinata a un cambio manuale a sei rapporti e trazione anteriore, e due 2.0 TDI diesel con una potenza di 150 CV e 190 CV, con anche il cambio DSG a 7 rapporti. [post_title] => Seat Tarraco: il SUV nel deserto con la trazione integrale 4Drive [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => seat-tarraco-il-suv-nel-deserto-con-la-trazione-integrale-4drive-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-02-07 15:14:28 [post_modified_gmt] => 2019-02-07 14:14:28 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=598046 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Seat Tarraco: il SUV nel deserto con la trazione integrale 4Drive [VIDEO]

Il porte aperte è previsto il 22 ed il 23 febbraio

La Seat Tarraco è protagonista di un nuovo video ufficiale, questa volta girato nel deserto in Marocco. Il nuovo SUV si muove sulle dune di sabbia oppure nei ripidi pendii rocciosi con la trazione integrale 4Drive.
Seat Tarraco: il SUV nel deserto con la trazione integrale 4Drive [VIDEO]

La Seat Tarraco ha iniziato lo sbarco in Italia, con il tour di lancio, preludio al porte aperte nelle concessionarie del 23 e 24 febbraio. Nel frattempo, il nuovo SUV spagnolo è stato messo alla prova nel deserto del Marocco, dove la trazione integrale 4Drive ha consentito alla vettura di districarsi sulle dune di sabbia oppure nei ripidi pendii rocciosi.

La trazione integrale 4Drive sulla Seat Tarraco

Questo sistema di trazione multidisco di ultima generazione si serve di azionamento idraulico e controllo elettronico per trasmettere potenza alle ruote in modo controllato, massimizzando la trazione. Posto sull’asse posteriore, il sistema è collocato all’estremità dell’albero motore, di fronte al differenziale posteriore.

Questa posizione ha un duplice vantaggio, durante la marcia: da un lato consente una migliore distribuzione del peso, dall’altro si riducono inerzia e i tempi di reazione grazie al costante collegamento dell’albero cardanico al motore. Inoltre, l’eliminazione dell’accumulatore di pressione, non più necessario, ha permesso di contenere il peso e di migliorare il tempo di risposta, offrendo notevoli vantaggi in termini di sicurezza attiva e dinamismo.

Una volta inserito, il sistema 4Drive è in grado di adattare la coppia motrice trasmessa a ciascun asse, di garantire una ripartizione uniforme tra gli assi anteriore e posteriore (50% e 50%) oppure di spostare istantaneamente tutta la potenza all’asse posteriore.

Seat Tarraco: caratteristiche e motori

La Seat Tarraco è il modello top di gamma della famiglia SUV della casa iberica, con dimensioni maggiori rispetto ad Ateca ed Arona e la possibilità di trasportare fino a sette persone. Design elegante, ma grande spazio soprattutto per la tecnologia, con fari full LED, Seat Virtual Cockpit con display da 10,25” e l’infotainment Seat Full Link.

Tutti i motori sono dotati di iniezione diretta, turbocompressore e tecnologia Start/Stop per offrire una potenza tra i 150 e i 190 CV. In Italia, è disponibile al momento una motorizzazione a benzina, il 1.5 TSI quattro cilindri 150 CV, abbinata a un cambio manuale a sei rapporti e trazione anteriore, e due 2.0 TDI diesel con una potenza di 150 CV e 190 CV, con anche il cambio DSG a 7 rapporti.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Seat: Luca de Meo lascia la presidenza

Divorzio consensuale con il gruppo VW, possibile futuro in Renault?
La notizia è giunta in redazione proprio nella giornata di oggi, 7 gennaio 2020. Il dirigente d’azienda e manager Luca