Guida autonoma: un master presso l’Università di Trento

Si terrà da maggio 2019 ed avrà la durata di un anno

Un nuovo master sulla guida autonoma e sulle tecnologie di connettività: si terrà all'Università di Trento dal prossimo mese di maggio e garantirà, ai partecipanti, uno stage di 7 mesi presso uno dei partner industriali.
Guida autonoma: un master presso l’Università di Trento

La guida autonoma è uno dei temi più caldi nel mondo dell’automotive ed è il futuro di questo settore. Anche i giovani devono essere in grado di lavorare su queste tecnologie, così è stato promosso un master dall’Università di Modena e Reggio Emilia e da quella di Trento, che hanno unito le forze ed hanno dato vita ad una nuova specializzazione con il Master Autonomous Driving and Enabling Technologies, realizzato con la partnership di FCA e del Centro Ricerche Fiat.

Master guida autonoma: come e quando si svolgerà

Questo master avrà inizio il prossimo mese di maggio, presso l’Università di Trento, e durerà un anno. E’ dedicato, in particolare, ai laureati magistrali in Ingegneria Meccatronica, Ingegneria Informatica, Informatica, Ingegneria Elettronica, Ingegneria dell’Automazione, Ingegneria delle Telecomunicazioni, Ingegneria Elettrica, Ingegneria Meccanica, Scienza e Ingegneria dei Materiali, Ingegneria Aerospaziale e Astronautica, Ingegneria Biomedica e Ingegneria Chimica.

Il master si terrà in lingua inglese, con 1.500 ore tra lezioni e tirocinio, con un massimo di 20 partecipanti. Il programma è stato organizzato con lezioni teoriche, laboratori pratici, seminari con esperti che coprono argomenti che vanno dalla robotica, l’interazione uomo macchina, l’intelligenza artificiale, connettività e sicurezza, architettura hardware e software per veicoli autonomi fino alla gestione di sensori, attuatori e controllo del veicolo.

Al termine della didattica frontale, è previsto uno stage di 7 mesi presso uno dei partner industriali o enti organizzatori, per svolgere un progetto attinente ai temi del master. Questo master rilascerà 60 crediti CFU e darà la possibilità di accedere a 12 borse di studio del valore di 10.000 euro.

I motivi della nascita del Master guida autonoma

Paolo Collini, rettore di UniTrento, spiega il motivo per cui è nato questo master: “Mettiamo a frutto le competenze e l’ esperienza decennale in progetti a fianco dell’industria maturate dall’Università di Trento nell’ambito delle tecnologie di ultima generazione applicate all’automotive. I partecipanti potranno sviluppare una visione generale per il settore del trasporto intelligente e acquisire competenze che garantiscono un vantaggio competitivo spendibile nel contesto della nuova rivoluzione industriale 4.0 e in generale della ricerca applicata”.

Secondo Roberto Fedeli, responsabile Global Innovation di FCA e CEO del Centro Ricerche Fiat, il nuovo Master “costituisce un’importante opportunità per la formazione di competenze approfondite su un tema che sarà sempre più strategico per il settore automotive. Un ingegnere che inizia oggi a lavorare nel nostro settore dovrà completare la propria formazione meccanica classica con nuove conoscenze: dall’intelligenza artificiale al machine learning, dalla cybersecurity alla sensor fusion”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati