Opel: 120 anni di storia attraverso le tecnologie d’illuminazione [FOTO]

Un lungo percorso che porta ai fari IntelliLux LED Matrix

Celebrando i suoi 120 anni di storia Opel ripercorre le tappe più importanti dell'evoluzione delle tecnologie di illuminazione delle proprie vetture.

Opel celebra i suoi 120 anni di storia anche attraverso l’evoluzione delle tecnologie che si sono susseguite sulle vetture del Fulmine per più di un secolo. L’importante anniversario sottolinea come Opel, che è sempre stata impegnata nell’innovare e nello sperimentare, abbia avuto tra i suoi obiettivi “storici” anche il rendere le sue innovazioni quanto più funzionali e accessibili ad una platea di clienti sempre più larga.

Nel continuo percorso di incremento della sicurezza delle vetture Opel un ruolo di primo piano lo assumono le tecnologie di illuminazione. Fin dalla prima automobile di Opel, la Patentmotorwagen “System Lutzmann” del 1899, il motto del marchio è sempre stato “vedere e farsi vedere”. Un principio che non è stato poi abbandonato nell’intera produzione degli altri modelli di Opel, dalla famosa Kapitan alla Opel GT con i leggendari fari anteriori a scomparsa, fino ad arrivare alle attuali Opel Astra ed Insignia, entrambe con i rivoluzionari fari anteriori IntelliLux LED Matrix.

La Opel Patentmotorwagen “System Lutzmann” del 1899

La storia di Opel parte con la Patentmotorwagen “System Lutzmann” del 1899 che rivoluzionò l’illuminazione tramite le lanterne posizionate nella parte anteriore della vettura, mettendo la candela in un alloggiamento sopra il quale era montato il “faro anteriore”, un contenitore di vetro con un specchio. Una molla spingeva continuamente la candela verso l’alto durante il processo di combustione in modo che potesse brillare in modo ottimale e costante attraverso il vetro.

Dalla Kapitan ai fari a scomparsa della Opel GT

Dopo ci fu la Kapitan nel 1938 a dare un ulteriore accelerata al progresso dell’illuminazione automobilistica, dicendo addio ai fanali rotondi: i fari anteriori di questa vettura di Opel erano infatti integrati nei parafanghi e avevano una forma esagonale. Negli anni ’60, la forma dei fari anteriori si fece sempre più spigolosa, come testimonia la Kapitan A del 1964. Altra tappa importante è rappresentata dalla Opel GT che nel 1968 si presentò come la prima auto tedesca dotata di fari anteriori a scomparsa

Il debutto dei fari allo xenon sulla Omega B

Si arriva poi nell’era moderna con la Opel Omega B che nel 1998, sostituendo i fari alogeni, portò al debutto i fari anteriori allo xenon a scarica di gas, che rispetto ai precedente incrementavano la portata di luminosità e riducevano di un terzo il consumo energetico. Nel 2003 fu la prima volta dei fari AFL (Adaptive Forward Lighting) sulla Opel Signum, tecnologia che ha introdotto la gestione automatica degli anabbaglianti e che successivamente venne adottata dai modelli compatti e dalle city car del marchio del Fulmine. Questi fari si arricchirono di nuove funzioni con la generazione successiva di fari AFL+ basata su fari bi-xenon che debuttarono nel 2008 sulla prima Insignia.

I moderni e intelligenti fari IntelliLux LED Matrix

Lo step più recente di tale percorso evolutivo delle tecnologie di illuminazione di Opel conduce alle luci IntelliLux LED Matrix lanciate nel 2015 con l’attuale serie di Opel Astra. Si tratta di unità con 16 segmenti a LED (otto su ogni lato del veicolo) che adeguano automaticamente e costantemente la lunghezza e la distribuzione del fascio luminoso a tutte le situazioni del traffico, semplicemente “tagliando fuori” l’area intorno ai veicoli che provengono dalla direzione opposta e a quelli che si trovano davanti. Si ha così un’assenza totale di abbagliamento e allo stesso tempo una visibilità eccellente. L’evoluzione di questa tecnologia, sviluppata e lanciata sulla nuova serie di Insignia nel 2017, prevede il raddoppiamento degli elementi luminosi con fari dotati di 32 segmenti LED (16 per ciascun gruppo ottico), che migliorano ulteriormente la precisione con cui le funzioni d’illuminazione si adattano alle situazioni del traffico.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati