Renault Master Z.E.: il furgone 100% elettrico a Transpotec 2019

Ha un'autonomia reale di circa 120 chilometri

Il Renault Master Z.E. è il nuovo furgone 100% elettrico del marchio francese, dedicato soprattutto ai trasporti cittadini. E' in primo piano nello stand transalpino a Transpotec 2019, a Verona, da oggi a domenica.
Renault Master Z.E.: il furgone 100% elettrico a Transpotec 2019

Una novità elettrica da parte di Renault al Transpotec 2019 di Verona. Il marchio transalpino, infatti, ha presentato Master Z.E., cioè il furgone 100% elettrico, che verrà poi commercializzato nel corso del 2019. E’ spinto da un motore elettrico da 75 kW, adatto principalmente all’utilizzo all’interno della città, vista l’autonomia reale dichiarata di circa 120 chilometri.

Le caratteristiche di Renault Master Z.E.

Secondo la casa francese, infatti, Renault Master Z.E. è ideale per le consegne di ultimo chilometro e permette all’utilizzatore di recarsi in tutte le zone urbane, anche quelle ad accesso limitato. Mantiene lo stesso carico utile di un Renault Master diesel, visto che le batterie sono state posizionate sotto ai sedili anteriori.

Il Master Z.E. è disponibile in sei versioni (quattro versioni furgone e due versioni pianale-cabina) e propone alcuni aiuti alla guida di serie, come la videocamera posteriore, un radar ed uno specchietto per aiutare la visione dell’angolo cieco.

Entrando più nel dettaglio del motore, il propulsore elettrico da 57 kW è accoppiato ad una batteria da 33 kWh, con una coppia massima di 225 chilometri. La velocità massima del Renault Master Z.E. è di 100 chilometri orari, mentre l’autonomia ‘reale’ è appunto fino a 120 km, mentre quella dichiarata su ciclo NDEC è di 200 chilometri.

Lo stand Renault a Transpotec 2019

Il Master Z.E. è il veicolo in primo piano all’appuntamento veronese, ma saranno presenti anche altri modelli, alcuni dei quali speciali. Come il T High Renault Sport Racing, cioè il veicolo legato alla Formula 1, con verniciatura giallo Sirius ed una scacchiera giallo-nera.

Sullo stand, inoltre, ci sarà modo di approfondire i dettagli del suo progetto di ricerca Optifuel Lab 3, il veicolo-laboratorio frutto della collaborazione Falcon, attraverso il quale il costruttore si propone di ridurre del 13% il consumo di carburante di un intero autocarro. L’Optifuel Lab 3 sfrutta le tecnologie legate all’aerodinamica, la resistenza al rotolamento, l’assistenza alla guida, la gestione energetica ed il sistema di trasmissione.

Leggi altri articoli in Veicoli commerciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati