Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio: a Ginevra la serie speciale Alfa Romeo Racing [FOTO]

Look esterno come la monoposto di F1 C38

Alfa Romeo si presenta a Ginevra con la serie speciale a tiratura limitata "Alfa Romeo Racing" che coinvolge i modelli Giulia e Stelvio.

Al Salone di Ginevra 2019 Alfa Romeo celebra il ritorno del nome “Alfa Romeo Racing” col quale correrà quest’anno in Formula 1 con i piloti Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen. Per sottolineare il legame tra il DNA del Biscione e il mondo delle corse, alla kermesse elvetica il marchio di Arese presenta le nuove serie speciali a tiratura limitata Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio “Alfa Romeo Racing” con livrea dedicata.

Carrozzeria coi colori della monoposto Alfa Romeo Racing C38

Le serie speciali Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio “Alfa Romeo Racing” sono caratterizzate dalla stesse livrea delle monoposto C38 del team di F1 del Biscione. Oltre al look biancorosso, gli esterni di questa serie speciale propongono alcuni elementi in fibra di carbonio, come le calotte degli specchietti retrovisori, la “V” della griglia frontale, gli inserti sulle minigonne e i battitacco. La Giulia dispone di tetto in carbonio a vista e cerchi in lega bruniti da 19 pollici, mentre su Stelvio quest’ultimi sono da 20 pollici, entrambe con pinze freno rosse.

Dettagli interni

Le versioni “Alfa Romeo Racing” dispongono di dettagli stilistici unici nell’abitacolo come i sedili sportivi Sparco con cuciture rosse e guscio in carbonio, il pomello del cambio automatico con inserto in carbonio firmato Mopar, il volante in pelle e Alcantara con inserti in carbonio, il badge identificativo con logo Alfa Romeo Racing.

Scarico Akrapovic e peso ridotto

A livello tecnico la serie speciale “Alfa Romeo Racing” arricchisce le due vetture dell’esclusivo scarico in titanio Akrapovic e dell’impianto frenante con dischi in carbo-ceramica. Elementi questi che, insieme ai sedili Sparco con guscio in carbonio, consentono un significativo risparmio di peso rispetto alle rispettive versioni di serie. Entrambe le vetture dispongono inoltre di vetri privacy, cruise control adattivo, pacchetto audio premium Harman Kardon e sistema d’infotainment Alfa Connect 3D Nav by Mopar con schermo da 8,8 pollici con Android Auto, Apple CarPlay e Radio DAB.

Confermato il V6 biturbo 2.9

Le serie speciali “Alfa Romeo Racing” confermano la configurazione meccanica dei modelli Quadrifoglio, con il motore V6 biturbo da 2.9 litri da 510 CV abbinato, per la prima volta su Stelvio, al sistema di trazione integrale Q4. Le vetture sono inoltre dotata di unità di controllo Alfa Chassis Domain Control che coordina tutta l’elettronica di bordo, gestendo in particolare i diversi sistemi attivi come la trazione integrale Q4, l’Alfa Active Torque Vectoring, le sospensioni attive Alfa Active Suspension, l’ESC e il selettore Alfa DNA Pro con funzione Race. Di serie c’è il cambio automatico ZF a 8 rapporti che permette di effettuare le cambiate in appena 150 millisecondi in modalità Race.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati