Ginetta svela la nuova supercar sportiva per il Salone di Ginevra [FOTO e VIDEO]

Biposto aggressiva equipaggiata col V8 aspirato 6.0 da 600 CV

La nuova supercar di Ginetta scopre forme e dati tecnici in vista del suo debutto al Salone di Ginevra. La biposto, che vanta un peso di 1.150 kg, è spinta dal motore V8 6.0 aspirato che eroga 600 CV e 705 Nm di coppia massima.

Ginetta ha alzato il velo della nuova supercar che si presenterà tra pochi giorni al pubblico del Salone di Ginevra. La nuova sportiva, di cui non è stato ancora reso noto il nome, porta alla ribalta il costruttore britannico che torna sulla scena automobilistica con un modello che, come si evince dalle immagini e come confermano le caratteristiche tecniche, punta ad esaltare le performance stradali con la natura di una vera auto da competizione.

Spinta da 600 CV, pesa solo 1.150 kg

In linea con la concezione filosofica del marchio, la nuova supercar di Ginetta prende forma da un progetto partito da zero e che ha puntato ad ottimizzare il rapporto peso-potenza come da tradizione del brand. Il nuovo modello di Ginetta, con abitacolo a due posti, vanta un peso a secco di 1.150 kg (49% sull’anteriore e 51% sul posteriore), che viene spinto dalla potenza del motore V8 aspirato da 6.0 litri che sviluppa 600 CV e 705 Nm di coppia massima. Si tratta di un propulsore ex-novo, sviluppato internamente dalla Casa inglese, che vanta schema a V di 90 gradi, carter secco e basamento e teste di alluminio con corpi farfallati singoli su misura. Anche il cambio, una trasmissione sequenziale a 6 rapporti, è stato prodotto dalla Ginetta.

Elevata efficienza aerodinamica

Il lavoro dei progettisti della Ginetta che hanno sviluppato questa supercar ha fatto leva sull’ampio uso della fibra di carbonio, utilizzata sia per il telaio che per la carrozzeria. Nonostante sia una delle Ginetta più pesanti mai prodotte, il nuovo modello a un efficienza aerodinamica mai raggiunta dalla Casa britannica, con valori simili a quelli della LMP3: 376 kg di downforce a 160 km/h.

Design aggressivo

Per perseguire l’aerodinamica più efficiente possibile i designer hanno dovuto lavorare su forme decisamente grintose e originali, senza però stravolgere le classiche proporzioni di una biposto a motore centrale con trazione posteriore. Tra le particolarità di questa nuova supercar di Ginetta c’è il trattamento applicato dietro le ruote anteriori e le generose appendici aerodinamiche che caratterizzano anteriore e posteriore. La vettura dispone anche di sterzo con servoassistenza idraulica, sospensioni con schema pushroad come la Ginetta LMP1, cerchi da 19 e 20 pollici e freni in carbo-ceramica.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati